Skeletoon – They Never Say Die (2019)

Pubblicato il 6/05/2019 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: They Never Say Die
Autore: Skeletoon
Genere: Power Metal
Anno: 2019
Voto: 8.5

Visualizzazioni post:568

Noi avidi fagocitatori di power e di happy metal conoscevamo già da tempo gli Skeletoon e non avevamo potuto fare a meno di essere rapiti dalle varie news che nei mesi precedenti all’uscita di “They Never Say Die” si avvicendavano.. “ospiti prestigiosi”, “musica per nerd” e la conferma di un concept album sui Goonies, film cult dei ragazzi nati nei primi anni ’80 (il film è del 1985). Praticamente mancava solo la dicitura “tette e birra” per farci felici al 101%.
Nel corso dei mesi sono stati confermati ospiti notevolissimi come Morby, Michele Luppi, Giacomo Voli, Mark Basile, Melissa Bonny e Alessandro “Alle” Conti alla voce ad affiancare il bravo Tomi Fooler, oltre ad altri musicisti come Simone Mularoni, Alessio Lucatti e Guido Benedetti che fanno di questo disco un bello spaccato del metal di casa nostra.
Prima di partire con la rece è doveroso fare un parallelo tra gli Skeletoon e i Trick Or Treat, che hanno davvero molti punti in comune: sono partiti entrambi come cover band degli Helloween dell’era Kiske, poi hanno scelto di realizzare brani propri con forti influenze di quel periodo e recentemente hanno fatto reciproche ospitate, Tomi Fooler nel disco “Re-Animated” dei Trick e appunto Alle (e Guido Benedetti) in questo disco. E’ ovvio quindi che un fan dei Trick Or Treat apprezzerà quasi sicuramente quanto proposto dagli Skeletoon, lo stile è simile, la voce anche così come l’immagine “nerd” e l’attitudine scherzosa dal vivo. Non si tratta a nostro avviso di “plagio” nei confronti della band modenese, ma di un percorso stilistico che guarda più indietro e più in generale agli Helloween, ai Gamma Ray e in tempi più recenti agli Edguy e agli Avantasia, qui omaggiati con la cover di “Farewell”.
“They Never Say Die” contiene quindi del power metal allegro e carico di ritornelli accattivanti, a partire dall’opener “Hell-O”, passando per la strepitosa “The Truffle Shuffle Army” e per l’entusiasmante titletrack. Da citare anche la ballatona “To Leave A Land”, piena di pathos, con Tomi che si muove bene anche su tonalità più lente. Non mancano le emozioni nella conclusiva “When Legends Turn Real”, che si dilunga mostrandoci una band che non disdegna altre trovate al di fuori del classico power metal, prima di consegnarci le due cover, la già citata “Farewell” e “Goonies ‘R’ Good Enough”, tema principale del film cantata all’epoca da Cindy Lauper, icona degli anni ’80.
Insomma, con “They Never Say Die” gli Skeletoon dimostrano di saperci fare e ci consegnano un album dannatamente divertente da gustare a tutto volume. Il disco farà più che felici i fans degli Helloween, del power metal e i nostalgici degli anni ’80. Non ci sono tette e birra, ma per stavolta (solo per stavolta!) siamo contenti anche senza!

Tracklist:

01. Intro / Hell-O
02. Hoist our Colors (feat. Ivan Castelli as Capt. Jack Sparrow)
03. The Truffle Shuffle Army: Bizardly Bizarre (feat. Alessandro Conti as Chunk)
04. To Leave A Land
05. They Never Say Die
06. Last Chance (feat. Michele Luppi as Jake Fratelli)
07. I HaveThe Key (feat. Morby as Chester Copperpot)
08. The Chain Master (feat. David Arredondo Gomez as Sloth)
09. When Legends Turn Real (feat. Mark Basile as One Eyed Willy)
10. Farewell – Avantasia cover (feat. Melissa Bonny)
11. Goonies R Good Enough – Cindy Lauper cover (feat. Giacomo Voli)

Line-up:

Tomi Fooler – voce
Fabrizio “Fabro” Taricco – chitarra
Andy “K” Cappellari – chitarra
Giacomo “Jack” Stiaccini – basso
Henry “Sydoz” Sidoti – batteria

Sito ufficiale: http://www.skeletoonband.com
Facebook: https://www.facebook.com/Skeletoonband
Etichetta Scarlet Records – http://www.scarletrecords.it

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.