Restless Spirits – Restless Spirits (2019)

Titolo: Restless Spirits
Autore: Restless Spirits
Genere: Hard Rock
Anno: 2019
Voto: 7/8

Visualizzazioni post:237

I Restless Spirits sono il nuovo progetto guidato dall’eclettico Tony Hernando, chitarrista della metal band spagnola dei Lords Of Black che, in questo nuovo e primo disco da solista, lascia momentaneamente i suoi percorsi metal perché nel profondo del suo cuore ha un debole per lo stile AOR dell’età d’oro del genere.
L’anno scorso ci ha deliziato con il potente album Icons Of The New Days” dei suoi Lords Of Black, dove con i suoi compagni ha dimostrato di essere sulla buona strada per diventare un protagonista della scena del classic metal internazionale, ma oggi possiamo affermare che il talento di Hernando si spinge in questo progetto anche verso un rock melodico di qualità, allontanandosi dallo stile metal con il quale lo avevamo conosciuto.
Incidendo il platter con la nostra Frontiers Records ha la fortuna di collaborare con i migliori vocalist e strumentisti dell’etichetta italiana. Ha ottenuto quindi il supporto nella registrazione non solo della sua label, ma anche da importanti musicisti che l’hanno aiutato a suonare e a scrivere le belle canzoni di quest’opera.
Gli ospiti sono: Johnny Gioeli (Hardline, Axel Rudi Pell), Deen Castronovo (Revolution Saints, ex-Journey), Dino Jelusic (Animal Drive), Kent Hilli (Perfect Plan), Alessandro Del Vecchio (Hardline) e Diego Valdez (Dream Child, Lords Of Black).
Per dovere di cronaca v’informo che Deen Castronovo, oltre a cantare, suona anche ed egregiamente la batteria sull’intero lavoro, essendo così uno dei punti salienti di questa fatica discografica sia dietro le pelli sia a livello canoro.
La scaletta non perde tempo nel presentarci i suoi pezzi da novanta, come la diretta Stop Livin ‘To Live On Line”, che brilla anche per merito del cantante Johnny Gioeli e del drummer Castronovo. Il pezzo ha una melodia super orecchiabile con dei riff pesanti e dei cori semplicemente fantastici.
La successiva “Unbreakable”, con Castronovo alla voce, è più melodica e in pieno stile Revolution Saints, mentre nell’hard rock scatenato e melodico di “I Remember Your Name” si ammira la bravura del vocalist Kent Hilli dei Perfect Plan che lascia il segno con la sua tonalità rendendo il brano uno dei migliori dell’intera opera.
In successione spiccano la possente “Cause I Know You’re The One”, con Dino Jelusic al microfono e la power ballad “Nothing I Could Give To You”, ancora una volta interpretata eccellentemente dal singer americano Gioeli.
La canzone rock “Calling You” è un altro momento interessante del cd con una grande melodia e un sound diretto e moderno, dove si ammirano le straordinarie linee vocali di Castronovo e l’assolo di chitarra impressionante di Hernando che ruba la scena a tutti gli altri membri del gruppo. Non di meno fa Alessandro Del Vecchio, che assume il comando della voce nel pezzo hard rock “You And I” e nella traccia rock, in pieno stile Hardline, “When It Comes To You”, sbalordendo per la sua piacevole interpretazione.
La parte finale del disco evidenzia però un calo d’idee e di creatività ma è più metal rispetto ai brani iniziali, con l’intrigante e robusta “Lost Time (Not To Be Found Again)”, che viene introdotta da un soave pianoforte per esplodere in un riff potente che vede ancora protagonista il giovanissimo Jelusic alla voce. La conclusiva “I Remember Your Name” è sicuramente la canzone rock di riferimento dell’intero lavoro, con una pesantezza di chitarra che richiama il sound dei Lords Of Black e dove si ammira la bravura del nuovo cantante Diego Valdez che sicuramente non farà rimpiangere ai fans il dimissionario Ronnie Romero, che ha lasciato da pochi mesi la voce solista del combo iberico.
È incoraggiante vedere e sentire artisti di questo calibro esplorare e ripresentare l’hard rock classico e melodico del passato con un forte orientamento moderno che rende le canzoni molto appetibili ai puristi del genere e ad un pubblico più giovane.
È davvero entusiasmante ascoltare le doti artistiche e tecniche di Tony Hernando e dei suoi “spiriti rilassati” perché il chitarrista sorprende anche come compositore aiutato da alcuni dei talenti vocali più importanti in circolazione, dimostrando che oltre al suono metal è in grado di suonare brillantemente un rock melodico di classe – anche se poco originale – che purtroppo negli ultimi tempi è molto inflazionato da tantissime uscite discografiche che sembrano proporre tutte le stesse cose.
In definitiva, Restless Spirits” è un buon disco che piacerà agli appassionati dell’hard rock melodico, pronti a godersi per quasi un’ora della buona musica e un guitar hero veramente capace e ambizioso.

Tracklist:

1 – Stop Livin’ To Live Online (Johnny Gioeli on Vocals)
2 – Unbreakable (Deen Castronovo on Vocals)
3 – I Remember Your Name (Kent Hilli on Vocals)
4 – ‘Cause I Know You’re The One (Dino Jelusic on Vocals)
5 – Nothing I Could Give To You (Johnny Gioeli on Vocals)
6 – Calling You (Deen Castronovo on Vocals)
7 – Live To Win (Deen Castronovo on Vocals)
8 – You And I (Alessandro Del Vecchio on Vocals)
9 – When It Comes To You (Alessandro Del Vecchio on Vocals)
10 – Lost Time (Not To Be Found Again) (Dino Jelusic on Vocals)
11 – In The Realm Of The Black Rose (Diego Valdez on Vocals)

Line–up:

Tony Hernando – chitarra, basso e tastiere
Deen Castronovo – batteria, voce sulle tracce 2, 6, 7
Johnny Gioeli – voce sulle tracce 1, 5
Alessandro Del Vecchio – voce sulle tracce 8, 9 – cori sulle tracce 2, 6, 7
Diego Valdez – voce sulla traccia 11 – cori sulle tracce 2, 3, 6, 7
Kent Hilli – voce sulla traccia 3
Dino Jelusic – voce sulle tracce 4, 10
Victor Diez – Piano e tastiere sulle tracce 2, 5, 6, 11
Leif Elhin – tastiera sulla traccia 3

Facebook: https://www.facebook.com/RestlessSpiritsBand
Etichetta Frontiers Records – www.frontiers.it

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.