Unruly Child – Big Blue World (2019)

Titolo: Big Blue World
Autore: Unruly Child
Genere: AOR
Anno: 2019
Voto: 7

Visualizzazioni post:472

Da quando, dieci anni fa, gli Unruly Child hanno ripreso a suonare riunendo la loro formazione originale ci hanno regalato tre meravigliose opere di AOR delicatamente progressivo sulla scia del loro classico e lontano debutto nel 1992. “Worlds Collide” del 2010 e “Can’t Go Home” del 2017 sono stati entrambi distribuiti dall’italiana Frontiers Records, mentre “Down The Rabbit Hole” del 2014 è stato pubblicato indipendentemente, ma tutti e tre gli album hanno mostrato una band che ha ancora molto da dare ai propri fans e agli amanti del genere.
In questo 2019 il gruppo ritorna con un nuovo disco intitolato “Big Blue World”, sempre con la voce solidissima di Marcie Free (ex King Kobra e Signal) insieme alla tastiera di Guy Allison (Lodgic, World Trade, ex Doobie Brothers) e alla capacità di Bruce Gowdy (Stone Fury, World Trade) di fondere trame di chitarra acustica ed elettrica che rendono gli americani così inconfondibili nel panorama AOR mondiale.
Marcie Michelle Free è una delle cantanti più brave del mondo e la più famosa cantante transgender, anche se da uomo aveva un timbro vocale più pulito. Si sente già con l’apertura della fantastica e classica “Living In Someone Else’s Dream”, dove oltre alle corde vocali della singer spiccano i riff  di chitarra soffocanti di Gowdy. Questa è una traccia che presenta una melodia brillante, ottimi arrangiamenti e dei cori pazzeschi!
Il secondo brano “All Over The World” è il più pesante del disco e piacerà senza dubbio ai fan di vecchia data, anche se alla fine è poco attraente, spigoloso e piuttosto trascurabile. Quando stavo per preoccuparmi arriva in soccorso “Breaking The Chains”, una traccia tranquilla, con un’ariosa chitarra acustica e con un tocco di rock progressivo accompagnato dalle superbe linee vocali della Free.
Segnalo due ballate interessanti: “Are These Words Are Enough”, che è una delle migliori canzoni in scaletta e l’emozionante Beneath A Steady Rain”, dove il pianoforte di Allison fa sognare ad occhi aperti e la voce delicata della cantante è quasi irriconoscibile e particolare.
La gemma di puro AOR “Will We Give Up Today”, in pieno stile Def Leppard, la ruvida “The Harder They Will Fall” influenzata dai suoni dei Led Zeppellin e l’ottantiana “Down And Dirty” chiudono un buon lavoro, non eccezionale ma che piacerà a ogni singolo fan di questa leggendaria formazione.
In “Big Blue World” i punti salienti sono davvero tanti e a tratti anche originali se pensiamo che nell’attuale scena hard rock abbiamo migliaia di band indistinguibili l’una dall’altra. Questo disco aggiunge pure dei nuovi spunti per il futuro del combo e dimostra come gli statunitensi siano in cerca di nuove sperimentazioni o elementi nuovi da aggiungere al proprio suono in modo da essere sempre più originali e creativi.

Tracklist:

1 – Living In Someone Else’s Dream

2 – All Over The World

3 – Dirty Little Girl

4 – Breaking The Chains

5 – Are These Words Enough

6 – Will We Give Up Today

7 – Beneath A Steady Rain

8 – The Harder They Will Fall

9 – Down And Dirty

10 – The Hard Way

Line–up:

Marcie Free – voce

Bruce Gowdy – chitarra, basso, tastiera e voce

Guy Allison – tastiera, percussioni, voce

Larry Antonino – basso e voce

Jay Schellen – batteria

Links:

Facebook: https://www.facebook.com/unrulychildband/

Etichetta Frontiers Records – http://www.frontiers.it

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.