Roxy Blue – Roxy Blue (2019)

Titolo: Roxy Blue
Autore: Roxy Blue
Genere: Hard Rock
Anno: 2019
Voto: 7

Visualizzazioni post:177

Che la Frontiers Records abbia tra i propri dipendenti degli esperti di archeologia musicale è ormai risaputo, ma quello che colpisce con questo nuovo reperto è la buona qualità della musica proposta dai Roxy Blue, gruppo riscoperto dopo ventisette anni e al quale la label italiana vuole dare un’altra occasione.
Gli hard rocker a stelle e strisce provenienti da Memphis sono tornati con un album nuovo di zecca dopo il loro leggendario disco di debutto del 1992, “Want Some”, che è diventato nel corso degli anni un classico della scena hair metal.
Ad eccezione del nuovo chitarrista Jeffrey Wade Caughron (il chitarrista originario Sid “Boogie” Fletcher ha lasciato l’attività musicale per una carriera di successo in odontoiatria), la band comprende i membri originari: Todd Poole alla voce, Josh Weil e Scotty Trammell rispettivamente al basso e alla batteria.
I quattro ragazzi, alla fine degli anni ’80, si sono guadagnati rapidamente un nome nella scena musicale locale di Memphis, esibendosi in tutti i club della città e per loro fortuna sono stati notati dal compianto Jani Lane, il cantante storico dei Warrant, che li ha segnalati al leggendario guru della Geffen Records, Tom Zutaut, con il quale hanno firmato subito un contratto discografico.
Il passo successivo è stato trovare il produttore giusto per registrare l’album di debutto della band. Mike Clink, che aveva prodotto la pietra miliare dei Guns And Roses “Appetite For Destruction” e all’epoca stava completando “Use Your Illusion”, sempre dei GN’R, alla fine fu scelto per il lavoro e il risultato finale fu ottimo anche se le vendite furono un disastro.
In questa seconda fatica, il cantante e compositore Poole ha scritto tutte le tracce da zero, riunendo così alcuni elementi classici degli eighties, mescolandoli con un sound più pesante e quindi più fresco e moderno. Rispetto al disco di debutto si ascolta un suono diverso ma non irriconoscibile perché i brani attuali sono molto più robusti e alcuni sono ancora delle fantastiche ballate in pieno stile street e classic metal.
All’inizio ho pensato di risentire le stesse sonorità di un tempo dove l’hair metal spadroneggiava prima che il grunge distruggesse tutto, ma gli americani ci offrono qualcosa di completamente diverso perché nel corso di questi anni sono cresciuti ascoltando le tendenze attuali e in parte le hanno fatte proprie.
Il combo è molto più duro, ma ci sono alcune grandi ballate che ammorbidiscono il sound, come la meravigliosa “Collide”, che è una delle migliori tracce del platter in pieno stile Def Leppard, così come il meraviglioso lento “How Does It Feel” influenzato dal suono dei bravissimi statunitensi Collective Soul. L’apri pista è il contagioso “Silver Lining”, pezzo dal grande groove con delle chitarre fumanti e una voce bruciante, supportata magnificamente dagli altri componenti della band. La spavalda “Rockstar Junkie” è un singolo rock potentissimo con una melodia martellante che mantiene acceso il fuoco, con la voce del singer che infiamma il continuo dell’opera, completato dall’assolo devastante di Jeff Caughron. Il meraviglioso, ossessionante “Til The Well Runs Dry” è un brano street metal che ricorda la Los Angeles fumosa e polverosa degli eighties ma in generale questi vecchi ricordi si alternano con uno stile attuale e rendono il prodotto appetibile a tutti gli amanti del rock and roll moderno e alternativo.
Se l’album “Want Some” è stato riconosciuto come uno dei momenti più belli degli ultimi giorni di gloria dell’hard rock melodico, questo è sicuramente un onore per i Roxy Blue, ma anche una sfida da riprendere perché all’epoca c’erano tante buone band di glam metal!
Quest’ultimo è un buon disco, da gustare tutto d’un fiato, con pochi momenti deboli, tanta energia e una nuova strada musicale intrapresa da quattro artisti che vogliono e pretendono di recuperare il tempo perduto, ritagliandosi uno spazio nel settore musicale del rock di qualità.

Tracklist:

1. ‘Silver Lining
2. Rockstar Junkie
3. Scream
4. Collide
5. Outta The Blue
6. Blinders
7. Til The Well Runs Dry
8. Human Race
9. How Does It Feel
10. What It’s Like
11. Overdrive

Line–up:

Todd Poole – voce
Scott Trammell – batteria
Josh Weil – basso
Jeffrey Wade Caughron – chitarra

Links:
https://roxybluememphis.com/
https://www.facebook.com/OfficialRoxyBlue
http://www.frontiers.it

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.