Fatal Embrace – Operation Genocide (2019)

Titolo: Operation Genocide
Autore: Fatal Embrace
Genere: Thrash Metal
Anno: 2019
Voto: 6.5

Visualizzazioni post:228

L’inizio dell’autunno porta con sè diverse nuove uscite di cui vi parlerò a partire da oggi e per le prossime settimane: iniziamo questo piccolo viaggio musicale con il ritorno sulle nostre pagine dei berlinesi Fatal Embrace – di cui ci eravamo già occupati nel 2015 attraverso il precedente “Slaughter To Survive” – ed il loro nuovo e sesto full length “Operation Genocide”, il secondo pubblicato con l’etichetta loro concittadina Iron Shield Records.
Disponibile in CD ed in vinile (sia nel classico nero che in tiratura limitata a 100 copie in viola), “Operation Genocide” non mostra particolari novità in termini di contenuti, e non è dai Fatal Embrace che c’è da aspettarsi cambi di stile o direzione sonora, perchè il quintetto tedesco è devoto al thrash old school ed è esattamente quello che ci scaraventa addosso: una miscela rabbiosa in cui si possono ritrovare i maestri teutonici Kreator e Destruction, la malvagia efferatezza di band meno note come Protector e Desaster ed anche un pizzico di thrash americano che richiama i Testament degli anni ottanta.
“Operation Genocide” offre ritmiche sostenute e piuttosto variegate, riffoni robusti e vocals ruvide – Dirk Heiland se la cava anche nei pochi momenti in cui canta pulito – e genera nove brani impetuosi ed abrasivi (“Ripping The Sky” è una intro dai toni inquietanti, la conclusiva e qui vagamente incattivita “Metal Thrashing Mad” non necessita presentazioni): pur con qualche passaggio in cui atmosfere e melodie più evidenti concedono una piccola tregua utile per rifiatare, i Fatal Embrace ci stringono d’assedio e pestano duro attraverso continue ed implacabili legnate sonore come la ruggente “Skinned To Be Alive”, la letale doppietta “Let The Evil Flow” – “Depravity” e la devastante “The Soulcrusher”, forse il brano che più apprezzo per la sua genuina e selvaggia esplosività.
Nel complesso, l’album è solido come una roccia in virtù di una tracklist che non presenta passi falsi e di una produzione adatta alle sonorità trattate, e devo dire che non mi aspettavo nulla di meno da una band d’esperienza come i Fatal Embrace, in giro da un quarto di secolo: niente di eclatante, “Operation Genocide” è un buon disco di sano e vecchio thrash, da ascoltare ad altissimo volume per quarantacinque minuti scarsi di headbanging e divertimento!

Tracklist:

1. Ripping The Sky
2. Betray Your Heroes
3. Skinned To Be Alive
4. Your Spiritual Quest
5. Let The Evil Flow
6. Depravity
7. Criminal Scum
8. The Soulcrusher
9. Forevermore
10. Spawn Of Plagues
11. Metal Thrashing Mad

Line-up:

Dirk Heiland – voce
Jörg Trabalski – chitarra
Tobias Stork – chitarra
Ronald Schulze – basso
Philip Zeuschner – batteria

Links:
www.facebook.com/fatalembraceofficial
www.ironshieldrecords.de

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.