DeCarlo – Lightning Strikes Twice (2020)

Titolo: Lightning Strikes Twice
Autore: DeCarlo
Genere: AOR
Anno: 2020
Voto: 7

Visualizzazioni post:254

La storia del cantante Tommy DeCarlo è particolare perché da fan della band dei Boston e dipendente di un importante negozio di articoli per la casa, è diventato, dopo la prematura morte del vocalist Brad Delp, il singer del suo gruppo preferito. Oggi l’italo americano ha aggiunto un altro capitolo allo straordinario libro della sua fortunata favola perché pubblica insieme al figlio il disco di debutto con l’omonima band, intitolato “Lightning Strikes Twice”, attraverso l’italiana Frontiers Records. Dal 2007 è un membro effettivo degli americani Boston e adesso con i DeCarlo, guidati dal figlio Tommy Jr., è collaboratore e singer, insieme al batterista Dan Hitz, al bassista Brett Nelson e alla polistrumentista Payton Velligan – di recente acquisizione – che suona le tastiere, la chitarra e partecipa ai cori.
La formazione offre un raffinato rock tradizionale, melodico e orientato sul classico AOR vicino ai Foreigner, ai Survivor e naturalmente ai Boston. Il platter regala tantissimi brani AOR, come l’iniziale “A Better Day”, che con una chitarra acustica e la voce morbida di Tommy, accompagnata dalla presenza delle tastiere e dai cori ben curati, esalta i riff del figlio, che già avvisa sulla qualità che troveremo in questo disco.
In “You Are The Fire”, la chitarra di DeCarlo Jr. fa la sua comparsa all’inizio del brano, proseguendo con un assolo pulito e accompagnato dalla grande voce del padre. Interessante “Give A Love Try”, con un grande suono di batteria iniziale di Dan Hitz e la chitarra di DeCarlo che sprigiona un sound molto melodioso. La strumentale “Into The Storm” inizia con una tastiera e suoni di tempesta in sottofondo, proseguendo con la chitarra e ancora keyboards, brevi ma efficaci, che sono l’apripista per il primo singolo, “Lightning Strikes Twice”, che possiede un ritornello purtroppo troppo monotono e ripetitivo, ma questa è un’eccezione perché il resto dell’opera nel suo insieme è discreta.
In un disco di rock melodico non possono mancare i lenti e i tre minuti magici di “Still In Love”, che ammaliano l’anima con un pianoforte, un ritornello e una voce sono stupefacenti. Alcuni cantanti sono dotati di un talento vocale eccezionale e Tommy DeCarlo è uno di questi e lo dimostra a pieni voti. Sicuramente l’influenza predominante nello stile di questa nuova formazione è sempre quella dei mitici Boston ma gli artisti si sforzano di trovare una propria identità, un proprio stile, con un’attenta produzione, voci ben curate, chitarre dominanti e un sassofono che fa capolino in molti brani. “There She Goes” è un altro bel pezzo di AOR, con un buon assolo di tastiera e un grande lavoro di chitarra del bravo DeCarlo Jr. Segnalo l’altra ballata del disco, “The One”, dove Tommy DeCarlo canta magnificamente, accompagnato dalle note malinconiche e melodiose del piano. La penultima in scaletta “Gotta Go”, è una delle song più accattivanti di questo album per i suoi riff con un groove che ti prende al primo ascolto. La conclusiva “I Think I Fell In Love With You” è l’ultima delizia che ricorda ancora i leggendari Boston e chiude in bellezza questo debutto con un bellissimo ritornello. Il vocalist ha una voce molto melodica, mentre suo figlio aggiunge un assolo di chitarra elegante in ogni canzone e insieme formano veramente una buona squadra. Finalmente, dopo anni di gestazione, il mondo può ascoltare il rock melodico e divertente di Tommy DeCarlo e apprezzarlo ancora di più al di fuori dei Boston anche se le influenze del suo gruppo principale sono enormi.  Disco scritto e composto per chi ama pazzamente l’AOR e l’hard rock degli anni ’70.

Tracce:

1. A Better Day
2. You Are The Fire
3. Give Love A Try
4. Into The Storm
5. Lightning Strikes Twice
6. Still In Love
7. Rock N’ Soul
8. There She Goes
9. Stand Up (Play Ball)
10. The One
11. Gotta Go
12. I Think I Fell In Love With You

Formazione:

Tommy DeCarlo – voce
Tommy DeCarlo Jr – chitarra
Dan Hitz – batteria
Brett Nelson – basso
Payton Velligan – tastiera, chitarra e cori

https://www.decarlorocks.com
https://www.facebook.com/DECARLOROCKS
www.frontiers.it

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.