Allen/Olzon – Worlds Apart (2020)

Titolo: Worlds Apart
Autore: Allen/Olzon
Genere: Melodic Metal
Anno: 2020
Voto: 7

Visualizzazioni post:286

Russell Allen (Symphony X, Adrenaline Mob) ritorna in pompa magna in casa Frontiers collaborando, niente di meno, con la brava Anette Olzon (The Dark Element) ex singer dei famosissimi Nightwish. L’inimitabile cantante americano è anche accompagnato dal superlativo chitarrista, cantautore e produttore svedese Magnus Karlsson (Primal Fear, Free Fall, The Ferrymen). I due musicisti hanno collaborato con successo negli album precedenti molto acclamati dalla critica e dal pubblico, dove Russell ha duettato con il famoso cantante norvegese, Jorn Lande. Questa volta, il progetto cambia con l’inserimento della talentuosa Anette come partner vocale di Allen, offrendo agli amanti del melodic metal un incredibile nuovo disco di canzoni entusiasmanti. In verità Russell e Jorn erano e sono molto simili per contrasto e varietà vocale, ma inserendo la stimata sirena svedese si sente un’interessante varietà nei toni vocali. La prima traccia che dà il via a questo straordinario debutto è il secondo singolo “Never Die”, una song potente, accecante e dal sapore metal che è il biglietto da visita del combo. L’incredibile power melodico di “Worlds Apart” è il primo momento importante della nuova opera con il duo di cantanti che s’intrecciano piacevolmente, trasmettendo calore e sentimento. La proiezione delle voci di Allen e Olzon è una combinazione di energia diretta al cuore, che non lascerà indifferenti. Ottima anche la tagliente e melodica chitarra di Magnus Karlsson che porta brillantemente questa canzone a un livello superiore rispetto alle altre. “I’ll Never Leave You” è la prima song dove la cantante scandinava è padrona incontrastata del microfono e dove si sentono le melodie sinfoniche tipiche dei Nightwish. La voce soul di Olzon è fuori dal mondo e il sound più pesante della chitarra, insieme a queste fantastiche linee vocali rende il risultato finale molto convincente. Quando cominciano le note di “What If I Leave” si percepisce che le canzoni saranno per lo più simili tra loro perché manca il fattore sorpresa, che  ha sempre contraddistinto il bravissimo Allen. Dopo il soave coro iniziale si sente la grande e calda voce del vocalist che, con la bella svedese, dà vita a una performance da brividi dimostrando di essere un ottimo cantante metal. Segnalo il groove melodico, massiccio e frenetico – dal sapore vicino ai Symphony X – della bella “Lost Soul”; il rock duro di “No Sign Of Life” con un assolo di chitarra pazzesco e un ritornello che si stampa automaticamente in mente. Nella melodica e moderna “One More Chance” la vocalist regala una ballata sentimentale e sincera riprendendosi una rivincita personale dopo la cacciata dai Nightwish. Con la successiva e orchestrale “Who You Really Are” abbiamo un’altra traccia molto energica, che sembra uscita dall’opera di debutto firmata: Allen / Lande, con un refrain e un coro fantastici. Carino, ma niente di eccezionale, il lento emozionante “Cold Inside” che rallenta bruscamente il ritmo dell’opera e dove Anette dona la parte sensibile della sua anima. Infine la conclusiva “Who’s Gonna Stop Me Now”, pur essendo una canzone dura, con dei bei riff di Magnus, non ha la forza o l’unicità di chiudere in bellezza un buon disco che meritava sicuramente un finale migliore. Questo platter è ben prodotto e la scrittura è quello che si può aspettare da un grande musicista come Karlsson, dove le sue parti di chitarra sono assolutamente ai massimi liveli. Russell Allen e Anette Olzon offrono entrambi risultati eccellenti ma manca qualcosa in questo disco. Si sente che le voci sono distanti e a volte un po’ fredde. Naturalmente oggi le canzoni, per problemi logistici, sono registrate a distanza e le voci inserite alla fine dell’incisione ma quest’aspetto si avverte, come anche la mancanza di canzoni epiche, la scarsa interazione umana e un pizzico di passione che manca. Se amate i primi tre album di Allen / Lande e adorate l’hard rock melodico allora acquistate senza indugio quest’opera perché vi solleverà un po’ il morale in questi lunghi e forzati giorni d’isolamento.

Tracce:

1. Never Die
2. Worlds Apart
3. I’ll Never Leave You
4. What If I Live
5. Lost Soul
6. No Sign Of Life
7. One More Chance
8. My Enemy
9. Who You Really Are
10. Cold Inside
11. Who’s Gonna Stop Me Now

Formazione:

Russell Allen, Anette Olzon – voci
Magnus Karlsson – chitarra, basso e tastiere
Anders Köllerfors – batteria

https://www.facebook.com/SirRussellAllen/
https://www.facebook.com/anetteolzonofficial/
http://www.frontiers.it/

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.