Mortician – Titans (2020)

Titolo: Titans
Autore: Mortician
Genere: Heavy Metal
Anno: 2020
Voto: 7

Visualizzazioni post:470

Sarà un mese ricco di release interessanti quello di aprile, almeno per i gusti del sottoscritto: ahimè, non riuscirò a presentarvele tutte, ma alcune di esse approderanno qui, sui nostri spazi web! La prima di tali release riguarda i Mortician: non la feroce band americana, ma gli heavy metallers austriaci, riattivatisi nel nuovo millennio dopo una pausa di quasi vent’anni ed arrivati al terzo album della loro storia grazie al nuovo “Titans”, pubblicato – come i suoi due predecessori – da Pure Underground Records. Un disco che segna una certa continuità con il precedente “Shout For Heavy Metal” in virtù della bontà dei suoi contenuti, esplicati attraverso un energico heavy metal che mi ha ricordato una miscela di primi Grave Digger, Accept, Running Wild e con un pizzico di vigore britannico alla Judas Priest: inoltre, rispetto al passato, il suono complessivo sembra essersi leggermente indurito attraverso un guitarworking che, qua e la, assume un certo sapore thrashy. “Titans” non farà gridare al miracolo, ma donerà piacevoli istanti a chi non è mai sazio di queste incorruttibili sonorità: un disco travolgente e genuino, onestamente divertente e dalla produzione piuttosto buona, con brani come le esplosive e sostenute “Inmates” ed “Hell Raiser”, la più oscura “Spiral Of Death” contenente qualche variazione ritmica in più, la sferzante “Rat Lines” ed altri dalle radici maggiormente melodiche come “Rebel Heart” e la conclusiva “Can’t Stop Rock’n Roll”. Personalmente preferisco i pezzi più muscolari e potenti ma devo dire che, complessivamente, i Mortician ci offrono un buon lavoro, grintoso ed affilato, piacevole da ascoltare ma che non contiene, a mio parere, pezzi particolarmente memorabili: se questo vi è più che sufficiente, allora avete trovato acciaio rovente per le vostre orecchie.. per quanto mi riguarda, “Titans” non sarà un album che magari avrà vita lunghissima nel mio stereo, forse non ci tornerà neanche troppo spesso una volta che sarò passato ad un altro titolo, ma vi garantisco che mi diverto un sacco ad ascoltarlo ad alto volume!

Tracce:
1. Inmates
2. Spiral Of Death
3. Titans Of Rock
4. Hell Raiser
5. Rat Lines
6. Screamer
7. Rebel Heart
8. Blood Sucking Industry
9. Can’t Stop Rock’n Roll

Formazione:
Twain Cooper – voce
Thomas Metzler – chitarra
Patrik Lercher – basso
Alex Astivia – batteria

Sito ufficiale: www.mortician.at
Pagina Facebook: www.facebook.com/MORTICIAN.Austria
Etichetta Pure Underground Records – www.puresteel-records.com

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.