Gilby Clarke – Rock N Roll Is Getting Louder (2020)

Gilbe Clarke
Titolo: Rock N Roll Is Getting Louder
Autore: Gilby Clarke
Genere: Hard Rock
Anno: 2020
Voto: 6,5

Visualizzazioni post:143

Ciao Gilby,
grande! Hai fatto troppo bene a farti vivo! Son troppo contento di sentirti, sapere che stai bene e stai ancora schitarrando a destra e a manca. Quanti ricordi, ca**o! Sì, lo so che non hai mai smesso – è solo che sono affezionato ai tuoi dischi solisti ed è un po’ come tu sia stato nell’ombra, per me. E adesso eccoti qua col tuo nome bello stampato in copertina!
So che hai continuato a suonare ogni volta che ce n’è stata l’occasione. Hai fatto quel disco con Nancy Sinatra, se non erro, e quell’altro ancora che vi ha dati tutti quei grattacapi col nome (i Supernova originali sono forti però – erano su Amphetamine Reptile una volta! Non certo la tua etichetta preferita, immagino). Poi c’è quella raccolta di oramai qualche annetto fa….. vabbè, dai, che poi i tuoi dischi si trovano abbastanza facilmente – anche a pochi spicci, a dirla tutta – e poi, secondo me, sono talmente pochi che vale la pena di prenderseli tutti e quattro, o cinque o quelli che sono. A me mancano ancora Swag e Blooze, ad essere sincero. Prometto di andare a pari prima a poi. Anche Col. Parker mi manca.
Sai? Io non te l’ho mai detto chiaramente, ma ti stimo un bel po’. Sì, perché hai colto il meglio che potevi dai tuoi anni nei Guns e hai, in qualche maniera, digerito la mancata soddisfazione di esserne per lo meno stato un membro davvero ufficiale al cento per cento. Spero che tu ti sia messo da parte il gruzzolo per la vecchiaia e quella te**a d* c***o non ti abbia spremuto per due spiccioli e via – già che lo odio, e non poco, per aver distrutto uno dei più grandi gruppi hard rock di sempre, ma lasciamo perdere ché già mi bolle il sangue…… E mi rode parecchio che “The Spaghetti Incident?” abbia un suono così orribilmente pulito; voi non eravate così e quel disco tirato così a lucido la dice lunga sulle scelte sbagliate. Come dici? Sì, lo so: oggi probabilmente sembrerà sporco ai più, ma quella è (quasi) un’altra storia e un giorno ne parleremo. Ad ogni modo, è un finale che riscriverei volentieri. Ti dico una cosa: sono contento che sia finita lì e non sia andata ancora peggio. Neppure considero le cialtronate messe in piedi di lì a poco (a parte Sympathy, ma lì già non c’eri più). Almeno aver la decenza di cambiare nome poi … ma figurati…… storia vista e stravista, del resto.
Oh, sai cosa mi è piaciuto pure? Il pezzo sul rifacimento di Machine Head. L’ho preso a scatola chiusa (quando ho letto The Flaming Lips e Steve Vai ho capito che non era il solito tributo… e infatti) e non mi aspettavo di trovarci te e gli altri. Il disco si chiama Re-Machined, giusto?
Senti… prima che io continui a divagare: questo singolo è una gran bella sorpresa. È il solito pezzo, ovviamente! Magari non il migliore – perdona se sono franco – ma qual è il problema? Chi se ne frega? Spero che qualcosa bolla in pentola, vecchio mio. Magari sempre con qualcuno della ormai vecchia guardia.
Grazie ancora una volta. Di tutto. Mi avete fatto pulsare il sangue come non mai e anche se tu prima non c’eri non fa niente. Io ti voglio bene. Ora chiudo ché gli occhi mi si fanno lucidi.
Ciao amico. Mi sei mancato. Mi raccomando… scrivi presto.

Tracce:
1. Rock N Roll Is Getting Louder

Formazione:
Gilby Clarke: chitarra, voce
[Non dichiarato]: basso
[Non dichiarato]: batteria

http://www.gilbyclarke.com/bio.html
https://www.instagram.com/gilbygtr/
https://www.youtube.com/watch?v=zNELi62iOUM

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.