Cro-Mags – In The Beginning (2020)

Cro-mags
Titolo: In The Beginning
Autore: Cro-Mags
Genere: Hardcore Metallizzato
Anno: 2020
Voto: 7,5

Visualizzazioni post:151

Quella dei Cro-Mags è una storia così importante, lunga e tribolata che ognuna delle loro rare sortite rappresenta una piccola vittoria. Da combattente che è nella vita – in linea con la VERA filosofia hardcore –, Flanagan ha portato avanti il gruppo nonostante i numerosi scioglimenti, partenze, ritorni, recriminazioni e la recente disputa legale. Storia importante, si diceva. Esponenti di spicco del NYHC, probabilmente il primo gruppo hardcore a trattare e presentare tematiche kṛṣṇaiste, tra i primi gruppi hardcore ad incorporare elementi heavy metal e primo gruppo hardcore ad essere pubblicato da Century Media (all’epoca un’indie votata a thrash metal e death metal). L’ultima battaglia Harley l’ha vinta contro gli ex-compagni John Joseph e Mackie, garantendosi infine i diritti legali sul nome Cro-Mags; mentre ai due è stato concesso di trasformarsi in Cro-Mags “JM”.
Il trionfo è stato festeggiato immediatamente: due 7″ di riscaldamento, la partecipazione alla colonna sonora di « Between Wars » (pellicola del regista Tom Phillips sulla quale Flanagan esordisce -che ne sappia il sottoscritto- pure in veste di attore) e, ormai nel 2020, un singolo digitale. È ora la volta di In The Beginning, primo album di inediti in studio dal 2000 (escludendo dal computo i lavori a nome Harley’s War e Harley Flanagan). Nonostante il ritorno di Gabby Abularach – presente sul criticato Alpha Omega (la composizione del quale è però, si dice, in buona parte farina del sacco dei chitarristi precedenti) e sull’ancor più controverso Near Death Experience – e l’ingresso in pianta stabile di Rocky George – anch’egli perfetto per assecondare eventuali velleità sperimentali del padrone di casa; nonostante ciò, si diceva, In The Beginning è decisamente votato all’hardcore newyorkese e gli unici componenti heavy metal sono essenzialmente due o tre riff e la presenza di assoli di chitarra. Il bassista offre una prova vocale grassa e quadrata, distaccandosi dalle derive melodiche di Revenge, e il nuovo batterista non è troppo in vena di concedere tregua né di darsi a tecnicismi di sorta.
La prima parte di “PTSD” è l’unica concessione ai vecchi tempi, con quella batteria frastagliata e le chitarre aperte. Le semi-cadenzate “No Turning Back” e “Two Hours” sono pure una variazione sul tema, specialmente quando quest’ultima ci trasporta brevemente nei Novanta, con quella sua venatura à la Biohazard. Oltre al brano della colonna sonora menzionata più sopra, è senz’altro da segnalare l’ospitata di Phil Campbell su “From The Grave”, che il leggendario Gallese arricchisce con assoli e sgommate di slide. Il resto lavoro è per lo più un attacco all’arma bianca creato per ricoprirsi di lividi sotto il palco di qualche trasandato locale fuori mano; una durata singola media inferiore ai tre minuti e un piede nel D-beat. Intuibilmente, ci sono episodi che abbassano la tensione e che avrebbero potuto essere evitati; e sarebbe del resto irragionevole aspettarsi, nel 2020, un disco hardcore degno di essere ricordato con particolare calore.
Ci sono i Cro-Mags unici e soprendenti di trent’anni fa e ci sono i Cro-Mags di In The Beginning: voi da che parte state?

Tracce:
1. Don’t Give In
2. Drag You Under
3. No One’s Victim
4. From The Grave
5. No One’s Coming
6. PTSD
7. The Final Test
8. One Bad Decision
9. Two Hours
10. Don’t Talk About It
11. Between Wars
12. No Turning Back
13. There Was A Time

Formazione:
Gabby Abularach: chitarra
Harley Flanagan: basso e voce
Rocky George: chitarra
Garry “G-Man” Sullivan: batteria

Harley Karsten Flanagan, Jonah Odin Flanagan, Rocky e Reilly: cori
[non dichiarato]: campioni varî
Phil Campbell: chitarra aggiunta in “From The Grave”
[non dichiarato]: percussioni in “No One’s Coming”
Peter Storm: telefonata in “Two Hours”
Carlos “Lamont” Cooper: violoncello in “Between Wars”
RGA Kids: cori in “No Turning Back”

https://www.realcromags.com/
https://www.harleyflanagan.com/
https://www.arising-empire.com/

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.