Mushroomhead – A Wonderful Life (2020)

Mushroomhead
Titolo: A Wonderful Life
Autore: Mushroomhead
Genere: Alternative Metal / Industrial / Avant-Garde
Anno: 2020
Voto: 8

Visualizzazioni post:139

Difficile dare un’etichetta ai Mushroomhead. Ancor più difficile cercare di essere obbiettivi nel recensire un disco non così facile come questo “A Wonderful Life”. Ammetto di non essere così ferrato su generi come Industrial, Nu Metal, Avant-Garde (tutti attribuiti alla band statunitense). Tuttavia mi sento di aver ancora orecchio per riconoscere un buon prodotto da qualcosa di mediocre, e questo album, di mediocre non ha proprio nulla.

La formazione costellata da 3 vocalist, basso, chitarra, 2 tastieristi e 2 batteristi, è riuscita a far breccia nella mia infinita e paziente curiosità, riuscendo a farmi ascoltare con entusiasmo questi 17 brani (di cui 4 bonus track) più e più volte. Gli 8 musicisti di Cleveland ormai in giro dal 1993 (ammetto che forse avrei dovuto approfondirli prima), ci deliziano con brani particolarmente contaminati, influenzati da tutto e da niente. Questo li rende davvero avant-gardiste, grazie a degli inserti musicali che rimandano a rock, techno, new age e qualsiasi altro genere vi possa venire in mente.

Altrettanto difficile resta a questo punto intervenire su ogni singolo brano, dato che spaziano tra generi musicali diversi, sperimentazioni e stili sempre più progressisti e a volte futuristici. Alcune parti sinfoniche rimandano a possibili colonne sonore (ed infatti ricordiamo la partecipazione alla soundtrack di Freddy VS Jason) e le tastiere e i samples aiutano a portarci in atmosfere davvero fuori da questo pianeta.

Le 3 voci si alternano in modo da creare intrecci e sovrapposizioni sempre più azzardati.

L’uscita dello storico Tommy Church ha lasciato spazio ad un portentoso Steve Rauckhorst, in appoggio all’altro pilastro della formazione, Jason Popson (J-mann), ma la grande novità e vera rivelazione è la voce femminile della suadente Jackie Laponza, appena entrata a far parte dei MSH.

Tra le mie song preferite del disco vi cito “The Heresy”, “What a Shame”, “11th Hour”, ma vi posso garantire che tutto l’album merita di essere ascoltato. Ma come? Anche voi non conoscete ancora questo gruppo?! Beh dategli un ascolto e magari iniziate proprio da questo disco!

Tracce:
1 – A Requiem for Tomorrow
2 – Madness Within
3 – Seen it All
4 – The Heresy
5 – What a Shame
6 – Pulse
7 – Carry On
8 – The Time has Come
9 – 11th Hour
10 – I am the One
11 – The Flood
12 – Where the End Begins
13 – Confutatis
14 – To the Front
(Bonus Track)
15 – Sound of Destruction (Bonus Track)
16 – Another Ghost (Bonus Track)
17 – Lacrimosa (Bonus Track)

Formazione:
Mr.Rauckhorst – Voce
Jmann – Voce
Ms.Jackie – Voce
Dr.F – Tastiere e Basso
Tankx – Chitarra
Stitch – Tastiere e Samples
Diablo – Batteria e Percussioni
Skinny – Batteria e Percussioni

WEBSITE
FACEBOOK
INSTAGRAM
TWITTER
NAPALM RECORDS

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.