MICHAEL GRANT & THE ASSASSINS – Always The Villain

Titolo: Always The Villain
Autore: Michael Grant & The Assassins
Genere: Hard Rock
Anno: 2020
Voto: 7/8

Visualizzazioni post:99

Michael Grant è stato il fondatore della band di alternative rock degli Endeverafter di Sacramento (USA), pubblicando un grande platter nel 2007, “Kiss Or Kill”,  su etichetta discografica  Razor & Tie, e gestendo la band fino allo split avvenuto nel 2012.

Dopo, il polistrumentista statunitense è entrato a far parte dei famosi L.A. Guns fino al 2018 e ha registrato con la band californiana il disco “The Missing Peace”. Prima della sua partenza dai pistoleri di Los Angeles, nel 2015, Michael Grant stampa il divertente ‘EP “Anthemia I” che offre un mix di electronica e rock, ma troppo pop e commerciale, con il supporto della sua non ufficiale band “The Assassins”.

Adesso in questo strano 2020 ritorna in pista con il suo nuovo progetto chiamato, Michael Grant & The Assassins, scrivendo e registrando l’album in pratica da solo ma con l’eccezione del batterista Shane Fitzgibbon su cinque tracce. Questo è un disco interessante composto da undici song di hard rock ottantiano, farcite da un robusto alternative metal e un grande atteggiamento punk. Grant è un ottimo chitarrista, un preciso bassista e un cantante sorprendentemente bravo perché canta in modo pulito e melodico.

La prima traccia “Barrel Of A Gun” è un rocker veloce ad alto ritmo con un ottimo riff e un ritornello inarrestabile. Il pezzo è forgiato da uno stile metal melodico e sleaze rock degli anni ’80,  simile al sound dei Crashdiet e dei Crazy Lixx. Qui l’artista prepara il terreno, nei successivi brani,  per le sinuose armonie del suo rock and roll, contagiato da un hard rock con cadenze hip hop.

La titletrack è una canzone ben costruita sostenuta da una perfetta sezione ritmica e da una chitarra stridente. Bel ritornello e un assolo fantastico da ascoltare, che scorre insieme a un rilevante coro. “Killing Me Slowly” è una semi ballata lenta, strisciante che esplode gradualmente e al rallentatore. Song profonda dal ritmo minaccioso, dove la voce più bassa e inquietante di Michael riesce lo stesso a stupire dimostrando le tante tonalità vocali del musicista.

La successiva e impetuosa “Nightmares”, trascina l’ascoltatore in un vortice di forti emozioni ma allo stesso tempo accarezza l’anima con un ritornello indovinato e sublime. Il singolo melodico “Red Light Run” è un rocker decorato da pregiati riff di chitarra, una sezione ritmica energica e un armonioso ritornello dalle venature AOR che solleva l’umore.

Sulla stessa lunghezza d’onda c’è Anthem Of Us” una moderna song di rock melodico con tanto feeling, che scivola piacevolmente attraverso un muro di suoni. Colpisce la decadente “Break Me With U”, un sinistro mix di elettronica, con una tenebrosa passionalità e un contagioso coro difficile da dimenticare.

La musica geniale di Grant continua con l’arrabbiata “Death Of Me”, ricca di toni melodici avvolgenti, un possente basso e sottili riff, che culminano in un assolo dannatamente dolce. In “Runaway (Can You Stand The Rain)” il rock moderno e il pop punk si incontrano con un bel risultato sonoro. L’ugola di Michael è vibrante e coinvolgente, mentre il suo modo di suonare la chitarra non è ne spettacolare ne troppo pesante, ma di buon gusto.

La finale “Secrets” è in assoluto il miglior brano della scaletta. Un grande e moderno pezzo hard rock, più leggero, più sommesso, per un inno rock che piacerà anche ai più scettici. Il musicista statunitense ha tutte le carte in regola e le potenzialità per diventare uno dei più grandi artisti rock di questo secolo perché in questo platter riesce ad unire facilmente diversi generi , creando un suono intenso, melodico e attuale.

Inoltre, l’opera è rivestita da una produzione calda e robusta, gestita sempre dal tuttofare Michael Grant che, fuggito dalla band di Tracii Guns, dimostra in questo lavoro tutto il suo valore e il suo talento.

Tante idee unite alla voglia di far bene sono un bel biglietto da visita per questo sorprendente musicista che con questo lavoro discografico stupisce in positivo e si guadagna tutto il nostro supporto.

Tracce:
1. Barrel Of A Gun
2. Always The Villian
3. Killing Me Slowly
4. Nightmares
5. Red Light Run
6. Anthem Of Us
7. Break Me With U
8. Death Of Me
9. Runaway (Can You Stand The Rain)
10. Gimme Salvation
11. Secrets

Formazione:
Michael Grant – tutti gli strumenti
Shane Fitzgibbon – batteria sulle trace 1, 4, 7, 8 & 10

https://mgassassins.com/home
https://www.facebook.com/MichaelGrantAssassins/
http://www.frontiers.it

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.