PERFECT PLAN – Time For A Miracle

Titolo: Time For A Miracle
Autore: Perfect Plan
Genere: AOR
Anno: 2O2O
Voto: 7,5

Visualizzazioni post:129

Nel 2018, gli svedesi Perfect Plan hanno esordito sulla scena musicale con il loro bell’album di debutto “All Rise”. L’hard rock melodico e l’AOR proposto dagli scandinavi ha messo rapidamente la band in competizione con altri importanti gruppi svedesi come i Work Of Art e gli Heat. Ora i cinque artisti si presentano con un nuovo lavoro intitolato Time For A Miracle”, che presenta anche il nuovo bassista Mats Byström. Oltre a questa new entry il combo è composto da Kent Hilli dietro al microfono, Rolf Nordstrom alle chitarre, Leif Ehlin alla tastiera e Fredrik Forsberg alla batteria.

Quest’album è un po’ diverso dal precedente essendo nel suono più robusto, più diretto ed espansivo e con un importante passo avanti su tutta la linea.  Le certezze sono però sempre le stesse: un cantante superbo, una band ben oliata di musicisti esperti e un grande talento nello scrivere canzoni e melodie indimenticabili. I Perfect Plan quindi sono cresciuti e hanno creato un eccezionale equilibrio di melodie ed energia, con evidenti influenze di band leggendarie del rock melodico come Foreigner, Giant e Survivor mescolando le sonorità dell’AOR nord europeo, per un disco più compatto e più pesante rispetto agli inizi.

La title track si apre con il suono di una marcia militare, prima che la chitarra elettrica e la tastiera portino ad un riff innovativo e maestoso alla Queensryche. Anche se la struttura della canzone non è progressive e nemmeno radiofonica, la voce cabrata del singer e il buon lavoro della chitarra solista si accoppiano perfettamente tanto da immaginarla come colonna sonora di un film d’azione. Sostenuta da una keyboard dal sapore retrò e da una forte sezione ritmica, la seconda traccia, “Better Walk Alone”, dimostra perché questa band potrebbe diventare leader in questo meraviglioso genere musicale.

La song possiede un genuino hard rock potente, un grande coro, alcuni riff emozionanti e un’atmosfera epica e cupa. Il fantastico “Heart To Stone” è un altro hard rock di classe e qualità che nasconde alcuni interessanti passaggi chitarristici di Nordström. La successiva “Fighting To Win”, dedicata alle famiglie dei cinque musicisti e alla Frontiers per il supporto, è una ballata guidata dal pianoforte, dove brilla ancora una volta l’ugola di Kent Hilli e la sua straordinaria interpretazione del brano.

La sua versatilità è di prim’ordine e la sua stupenda voce splende in tutta l’opera, ma una citazione speciale va pure alla soave chitarra di Rolf che è sempre decisiva. Ottima la bella “What About Love”, dove il basso incisivo di Byström e il synth di Ehlin lavorano all’unisono con la batteria creando una grande sound servito su un piatto d’argento per l’eccezionale vocalist. La blueseggiante “Nobody’s Fool” vede la chitarra rock and blues, scatenarsi a un ritmo spaventoso simile allo stile americano dei mitici Mr Big di Mr. Paul Gilbert e con le corde vocali rauche di Kent sempre in primo piano.

Segnalo “Living On The Run”, che ritorna al marchio Perfect Plan con dei rigogliosi arrangiamenti, un basso pulsante, dei tasti pomposi e dei tamburi massicci, mentre la successiva “Just One Wish” si apre con delle interessanti melodie e un ritornello immensamente attraente. La parte finale della scaletta si conclude con il delizioso ritmo di “Don’t Blame It On Love Again”, che presenta una melodia seducente e deliziosa, accompagnata da uno straordinario effetto di synth, e un ritornello accattivante da meritare di entrare nelle migliori classifiche rock internazionali.

“Give A Little Lovin” spalanca le porte delle sonorità appiccicose dell’hair metal melodico degli anni ottanta, ma la chiusura in bellezza è data dal travolgente lento, “Don’t Leave Me Here Alone”, caratterizzato da una leggera chitarra acustica, un magnifico coro e una voce piena di sentimento e passione. L’intro chitarristico e tastieristico è sbalorditivo e quando le chitarre acustiche prendono il sopravvento sulla canzone, il sound crea un’atmosfera gigantesca, grazie anche ad un refrain avvincente che fa sognare ad occhi aperti.

“Il tempo dei miracoli” è arrivato grazie a questi bravissimi svedesi che sfornano un altro disco straordinario e molto ispirato di hard rock melodico e di puro AOR. Un platter che piacerà per la grande melodia, le chitarre spigolose, gli arazzi di tastiera, i perfetti sintetizzatori e una delle voci più complete e affascinanti dell’attuale panorama rock mondiale. Hilli è semplicemente straordinario perché può cantare su qualsiasi nota e a squarciagola facendo innamorare per la sua eccezionale timbrica.

I Perfect Plan sono il nuovo che avanza? Direi proprio di si!  Supportiamoli perché adesso c’è una nuova stella nel firmamento del bistrattato e incompreso hard rock melodico.

Tracce:
1. Time For A Miracle
2. Better Walk Alone
3. Heart To Stone
4. Fighting To Win
5. Everytime We Cry
6. What About Love
7. Nobody’s Fool
8. Living On The Run
9. Just One Wish
10. Don’t Blame It On Love Again
11. Give A Little Lovin’
12. Don’t Leave Me Here Alone

Formazione:
Kent Hilli – voce
Rolf Nordstrom – chitarra
Leif Ehlin – tastiera
Mats Bystrom – basso
Fredrik Forsberg – batteria

https://www.perfectplan.se/
https://www.facebook.com/perfectplansweden
http://www.frontiers.it

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.