JEFF SCOTT SOTO – Wide Awake (In My Dreamland)

Jeff Scott Soto
Titolo: Wide Awake (In My Dreamland)
Autore: Jeff Scott Soto
Genere: Hard Rock
Anno: 2020
Voto del redattore HMW: 7
Voto dei lettori:
Ancora nessun voto. Vota adesso!
Please wait...

Visualizzazioni post:292

La carriera di Soto è prolifica ed abbraccia più di trent’anni di onorato servizio: comincia come cantante del virtuoso chitarrista Yngwie Malmsteen, per poi diventare il frontman di diverse band come W.E.T.,Talisman, Soul SirkUS, Axel Rudi Pell, Sons Of Apollo, Journey e Trans-Siberian Orchestra solo per citarne alcune, ma i progetti paralleli e le collaborazioni sono tantissime.

È quindi un veterano ed un artista straordinario in possesso di corde vocali pazzesche, adattabili a qualsiasi genere musicale. In questo nuovo album, il cantante americano collabora con il nostro produttore e polistrumentista Alessandro Del Vecchio per realizzare “Wide Awake (In My Dreamland)”, concentrandosi sull’ hard-rock e sui lenti epici e romantici. In più, lo statunitense regala ai suoi fan un bonus di song suonate dal vivo al Frontiers Rock Festival del 2019, concerto al quale ho assistito e dove il musicista ha dimostrato tutta la sua infinita classe.

Il buon Soto, in questa nuova fatica discografica, inserisce il suo tipico sound hard rock, ma questa volta fuso con forti influenze AOR di stampo ottantiano e allontanandosi un po’ dalle sonorità del suo penultimo “Retribution” del 2017: le undici tracce melodiche mostrano il singer in forma smagliante dove, con tanta emozione, parla di vita quotidiana e soprattutto del sentimento dell’amore.

Un’altra novità dell’album è l’ingresso in formazione del chitarrista italiano Fabrizio Sgattoni che, con i suoi riff a volte indiavolati e i suoi deliziosi assoli, lascia prepotentemente il segno su questa nuova opera. Dall’iniziale e veloce “Someone To Love”  – infarcita di riff guidati da una martellante batteria – alla finale “Desperate”, le canzoni in scaletta hanno tutte un filo conduttore per un positivo, energico e sempre giovane hard-rock che ha le sue fondamenta nei seminali anni ’80; “Mystified” è la traccia AOR perfetta, con un ritmo funky condito dalla magnifica voce di Jeff e dove la chitarra di Sgattoni esegue un grandissimo assolo.

In “Love’s Blind” si sente un ritornello accattivante ed un altro grande assolo di chitarra del nostro Fabrizio, per un ottimo connubio tra l’AOR tradizionale ed elementi di puro hard rock. Con la classica “Without you” il singer presenta la prima delle ballate del disco, dove un pianoforte fornisce la base per un sound malinconico e nostalgico, esaltato dal resto degli strumenti che emanano una forte vibrazione emotiva; “Lessons Of Love” ha un allegro ritmo, una chitarra bizzarra, degli incantevoli cambi di tempo e un altro bel ritornello che la rendono sinceramente un bel pezzo.

Dopo questa breve parentesi di rock melodico, la parte centrale del platter presenta una traccia più pesante come “Paper Wings”, dove ascoltiamo la solita performance stellare del vocalist e la robusta “Love Will Find A Way”, brano in cui l’orecchiabilità è messa sempre in primo piano, accompagnata dalla chitarra tagliente di Sgattoni e dalla sublime ugola di Soto.

Gli amati Journey fanno capolino in “Between The Lines”, un AOR sognante da ascoltare in auto e senza pensieri durante un viaggio estivo. Segnalo, nella parte finale dell’album, la veloce e metal “Living In A Dream”, canzone carica di energia e adrenalina che risveglia gli animi, e l’indolente title track, ossessiva e poderosa, che con i suoi riff distorti purtroppo non colpisce più di tanto.

La conclusiva “Desperate”, è la giusta chiusura con un robusto groove, completato dalla voce grezza e profonda di Jeff: il pezzo è caratterizzato da un grande assolo di chitarra e da dei riff che svaniscono lentamente e in lontananza. La seconda parte dell’album è quella che contiene l’ottimo show registrato l’anno scorso al Festival della Frontiers a Milano, comprendente il meglio dei suoi quattro album solisti tra il 2002 e il 2012.

Sinceramente “Wide Awake” non è il miglior lavoro discografico di Mr. Soto ma è un disco molto adorabile in alcune tracce, con in più la chicca dell’esibizione live in terra italica che gli fa prendere punti e valore.

Tracce CD 1:
1. Someone To Love
2. Mystified
3.  Love’s Blind
4.  Without You
5.  Lesson Of Love
6.  Paper Wings
7.  Love Will Find A Way
8.  Between The Lines
9.  Living In A Dream
10. Wide Awake (In My Dreamland)
11. Desperate

Tracce CD 2:
1. Drowning
2. 21St Century
3. Believe In Me
4. Look Inside Your Heart
5. Eyes Of Love
6. Band Intros
7. Soul Divine
8. Our Song
9. Holding On
10. I’ll Be Waiting
11. Stand Up Feat. Dino Jelusick

Formazione:
Jeff Scott Soto – voce
Edu Cominato – batteria
Fabrizio Sgattoni – chitarra
Alessandro Del Vecchio – tastiera, basso, chitarra e cori
August Zadra – cori e chitarra solista in “Between The Lines”

http://jeffscottsoto.com
https://www.facebook.com/JeffScottSoto/
http://www.frontiers.it

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.