RITUAL – Glimpses From The Story Of Mr. Bogd

Ritual
Titolo: Glimpses From The Story Of Mr. Bogd
Autore: Ritual
Genere: Progressive-rock
Anno: 2020
Voto: 8,5

Visualizzazioni post:367

Personalmente attendevo una nuova uscita dei Ritual da ben tredici anni, cioè dal 2007, anno di pubblicazione di “The Hemulic Voluntary Band”, ultimo album ufficiale della band svedese. Il quartetto aveva esordito nel 1995 con l’album omonimo, una perla di assoluto valore artistico che fondeva alla perfezione progressive, folk e hard: per farla breve, uno dei dischi più belli di quell’anno. Dopo aver perso un po’ la bussola col successivo “Superb Birth” di quattro anni dopo, i nostri ritrovavano la fede con l’ottimo “Think Like A Mountain” e col successivo e già citato album del 2007.

E’ un piacere, quindi, ritrovarli in perfetta forma con questo EP, che rappresenta più di un antipasto al nuovo album che uscirà la prossima primavera: qui c’è l’essenza più pura del Ritual sound, ovvero un solare prog-rock sul quale la splendida voce di Lundström (per alcuni anni in forza anche nei conterranei Kaipa) fa miracoli. La genesi di questo EP (e dell’album che verrà) parte da una storia scritta dal bassista e polistrumentista Fredrik Lindqvist con l’intento di dar vista a un concept album: la storia è quella di Chichikov Bogd, imprenditore di successo alla ricerca del vero senso della vita.

“Chichikov Bogd” esordisce con toni fiabeschi per poi sfociare in un refrain perfetto e in complessi intrecci strumentali tipici del progressive, mentre “Mr. Tilly And His Gang” ha un incipit che richiama la musica folk araba, ma successivamente si sviluppa come una specie di valzer indolente, con il singer che assume toni da chansonnier francese.

In “The Three Heads Of The Well” la componente folk si fa imperante e il pezzo, complice un Lundström sempre ispiratissimo e cori che sprigionano ancora aromi arabeggianti, è di nuovo pienamente riuscito, ma la sorpresa maggiore giunge con la quarta e (ahimè) ultima traccia; “The Mice” è un tour de force di nove minuti che incorpora tutti gli stilemi del suono à la Ritual (linee vocali solari, cori a profusione e strumentazione etnica) con una dolce e malinconica coda finale.

I Ritual sono tornati e dopo l’ascolto di questo ottimo EP, l’attesa per il full-lenght sarà snervante.

Tracce:
01. Chichikov Bogd
02. Mr. Tilly And His Gang
03. The Three Heads Of The Well
04. The Mice

Formazione:
Patrick Lundström: Voce, chitarre
Fredrik Lindqvist: basso, bouzouki, mandolino, flauti
Jon Gamble: tastiere, harmonium, armonica e cori
Johan Nordgren: batteria e percussioni

www.ritual.se
https://www.facebook.com/ritual.se
www.tempusfugit.de

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.