ANNEKE VAN GIERSBERGEN – The Darkest Skies Are The Brightest

Anneke van Giersbergen
Titolo: The Darkest Skies Are The Brightest
Autore: Anneke van Giersbergen
Genere: Acoustic Rock
Anno: 2021
Voto: 8,5

Visualizzazioni post:138

Anneke van Giersbergen, e la sua iconica voce, non hanno certo bisogno di presentazioni dopo oltre un quarto di secolo di carriera: voce storica dei The Gathering (1994-2007), ha poi iniziato una carriera solista durante la quale ha anche collaborato con diversi artisti, primo fra tutti quel genio musicale di Devin Townsend.

Dopo il debut album della sua nuova band, i VUUR (che, in tutta onestà, mi han abbastanza deluso), nel 2017 e l’album orchestrale “Symphonized” nel 2018 (ottimo!), con questo “The Darkest Skies Are The Brightest”, la cantante olandese torna a proporre un disco personale, intimo, acustico, dove ancora una volta la sua voce fa da protagonista. Un lavoro, questo, che riesce a toccare le corde dell’anima di chi è disposto ad ascoltarlo senza compromessi. Torniamo, di fatto, a quelle sonorità che tanto mi hanno fatto amare dischi come “Air” e “In your room”.

In un mondo sempre più caotico, e nell’attuale situazione in cui viviamo, poter ascoltare un album che ci permette per qualche decina di minuti di spegnere il cervello, e rilassarci, non ha prezzo: lasciamoci quindi trasportare dalle sue ricercate e coinvolgenti trame vocali, accompagnate in maniera essenziale da chitarre acustiche, percussioni, fiati e archi.

Il fatto di essere acustico non rende  questo disco piatto o ripetitivo, nè tanto meno scontato. Troviamo infatti diverse sfaccettature negli undici pezzi che lo compongono: passiamo dalla delicatezza di “The end”, “Losing you” (un pezzo che mi ha realmente emozionato già dal primo ascolto) e “Love You Like I Love You” alla ritmica incalzante di “Hurricane” e “Survive”, dalla spensieratezza di “I saw a car” alla sensualità di “My promise”. Un disco di alto livello che raggiunge il suo apice con la deliziosa “The Soul Knows”, il mio pezzo preferito: dolce e seducente, strutturalmente ineccepibile e catchy, dove Anneke dà il suo meglio. Mi stupisce che non sia stato scelto fra i singoli del disco.

La produzione, forse non sempre troppo pulita nel mixaggio (le percussioni sono “troppo presenti”, in alcuni passaggi, come in “Lo and Behold” e la seconda parte di “The Soul Knows”, ma, devo ammetterlo, sono gusti personali), risulta diretta e gli arrangiamenti, focalizzati a promuovere la voce di Anneke (“Agape”, altro pezzo da pelle d’oca), rendono questo disco un prodotto decisamente godibile, pur nella sua “semplicità”.

Penso che questo “The Darkest Skies Are The Brightest” sia un lavoro che consacri, senza che ce ne fosse bisogno, ancora una volta Anneke come un’ artista di caratura internazionale. Forse, ad un ascolto superficiale e veloce, potrà non sembrare nulla di nuovo o speciale ma il mio invito è quello di riuscire a ritagliarsi qualche momento di tranquillità per assimilarlo, per godere della serenità e della positività che trasmette.

Fatevi un favore e lasciatevi alle spalle le brutture della vita quotidiana, anche solo per qualche minuto: nutrite il vostro spirito. Vi farà bene.

Consigliato a tutti.

TRACCE

01. Agape
02. Hurricane
03. My Promise
04. I Saw A Car
05. The Soul Knows
06. The End
07. Keep It Simple
08. Lo And Behold
09. Losing You
10. Survive
11. Love You Like I Love You

 

 

www.annekevangiersbergen.com
www.facebook.com/annekevangiersbergenofficial

https://www.insideoutmusic.com/

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.