STEVE LUKATHER – I Found The Sun Again

Steve Lukather
Titolo: I Found The Sun Again
Autore: Steve Lukather
Genere: Hard Rock / Blues / Rock / Pop
Anno: 2021
Voto: 8

Visualizzazioni post:225

Carissimi amici di Heavy Metal Webzine è con immenso piacere ed emozione che mi accingo a recensire il ritorno discografico, dopo otto lunghissimi ed interminabili anni di attesa, di una delle autentiche leggende ed icone della musica hard rock, blues, rock e pop mondiale: sto parlando dell’immenso Steve Lukather che – oltre ad essere uno storico membro degli eterni Toto e componente stabile della Ringo’s All-Starr Band da oltre nove anni – ci regala il suo nuovo disco solista “I Found The Sun Again”, degno successore del fortunatissimo album del 2013 “Transition”.

Siamo dinanzi ad un ottimo lavoro in cui il mitico Steve, come un vero e proprio “caronte”, ci guida e ci traghetta in un autentico viaggio onirico all’interno delle sfaccettature della sua musica, toccando i lidi dell’hard rock, della fusion, del blues, del rock semplice e diretto ed addirittura delle ballad in pieno stile pop. Il tutto splendidamente accompagnato dalla sua inconfondibile e grandissima voce. Ma lasciamo che sia la musica a parlare in quanto l’estroso e talentuoso chitarrista ci regala ben cinque brani inediti e tre cover.

Si comincia alla grandissima con “Along For The Ride”, un graffiante brano che alterna ritmiche hard rock molto melodico ed emozionante a splendidi inserti che toccano i lidi del soul. Si prosegue con la splendida e vibrante “Serpent Soul”, traccia che ci riporta ai vecchi fasti degli anni ’70 arrivando a sfiorare jazz, prog e rock, senza dimenticare degli inserti in puro ed inconfondibile stile Toto creati dall’inimitabile ed eclettica tastiera di David Paich.

Ed ecco giungere “The Low Spark Of High Heeled Boys”, splendida cover dei Traffic dei mitici Steve Winwood e Jim Capaldi, qui riproposta in chiave rock/jazz/progressive/soul con un emozionante solo di organo; gli amanti dei brani strumentali troveranno piena soddisfazione ascoltando “Journey Through”, un brano che, grazie agli splendidi tocchi di chitarra di Lukather, fa letteralmente venire i brividi di piacere dietro la schiena. La seconda cover è “Welcome To The Club”, un autentico tributo in chiave rock al divino Joe Walsh.

Con la titletrack, il nostro chitarrista ci traghetta verso orizzonti pop e soul con una ballad emozionante ed estremamente coinvolgente. La splendida e rockeggiante “Run To Me” sembra un tributo al mitico “Boss” Bruce Springsteen grazie alle sue ritmiche che alternano rock e pop. In fondo alla tracklist, per chiudere alla grandissima un album a dir poco perfetto, il nostro chitarrista piazza come la classica ciliegina sulla torta “Bridge Of Sights”, indimenticabile capolavoro dell’ex chitarrista degli storici Procol Harum Robin Trower, una perla di inestimabile valore di rock blues che mette in evidenza tutta la classe e la tecnica di Lukather, grazie anche agli splendidi solo che fanno tornare in mente i vecchi fasti di Jimi Hendrix ed agli splendidi inserti tessuti dall’organo del geniale ed estroso Paich.

Per concludere, non resta che consigliare questo album a tutti coloro che amano la musica di classe e sperare, quanto prima, di poter ritornare a rivivere i brividi e le emozioni della musica Live.

Tracce:
01 – Along For The Ride
02 – Serpent Soul
03 – The Low Spark Of High Heeled Boys
04 – Journey Through
05 – Welcome To The Club
06 – I Found The Sun Again
07 – Run To Me
08 – Bridge Of Sights

Formazione:
Steve Lukather – Guitar – Vocals
Greg Bissonette – Drums
Jeff Babko – Keyboards
Jorgen Carlsson – Bass
John Pierce – Bass
David Paich – Piano and Organ
Joseph Williams – Chorus
Ringo Starr – Chorus

Sito Internet: http://www.stevelukather.com
Facebook: https://www.facebook.com/SteveLukather
Twitter: https://twitter.com/stevelukather
Youtube: https://www.youtube.com/user/stevelukathertube

Etichetta: The Players Club/Mascot Label Group

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.