GENGIS KHAN – Colder Than Heaven

Gengis Khan
Titolo: Colder Than Heaven
Autore: Gengis Khan
Genere: Heavy Metal
Anno: 2021
Voto: 7

Visualizzazioni post:202

Terza release per l’etichetta d’Oltralpe Steel Shark Records che, dopo il debutto omonimo dei colombiani Leather Witch ed insieme a “This Is Metal” dei loro connazionali Hellrock, pubblica “Colder Than Heaven“, il nuovo album dei bolognesi Gengis Khan!

Una band di cui – lo confesso – ho solo visto il nome stampato su qualche locandina passata tempo addietro sulle nostre pagine, ma con cui non ho mai approfondito la conoscenza, soprattutto in termini di proposta musicale; se una breve indagine mi permette di scoprire che i Nostri hanno alle spalle un primo album datato 2013 (“Gengis Khan Was A Rocker”) ed un EP omonimo del 2019, ovviamente è grazie all’ascolto di “Colder Than Heaven” che si tutto si fa più chiaro: i Gengis Khan sono fieri autori di un muscolare e poderoso heavy metal dai connotati tradizionali, assestato su ritmiche piuttosto sostenute ed irrobustito dalle vocals abrasive e quasi barbariche di Frank Leone – avvicinabile a colleghi dall’ugola ruvida quali Fabio Paulinelli (Grey Wolf), il nostro Matteo Isopi (Jotenheim) o il più noto Tann degli IronSword – oltre che da un apporto chitarristico dalla sostanza decisamente thrashy, per un prodotto finale che potrebbe miscelare la potenza degli Accept, l’energia dei Judas Priest ed il dinamismo degli Exciter.

L’agguerrito quartetto condensa, in poco meno di trentacinque minuti, sette pezzi d’assalto, genuini ed assolutamente privi di fronzoli: qui si bada al sodo, e i Gengis Khan trattano con passione la materia heavy andando a forgiare brani possenti e trascinanti come “He’s The King”, “Taken By Force” e “Reinventing The Fire”, validi esempi di una tracklist che, in realtà, si presenta qualitativamente piuttosto livellata, priva di cedimenti. Parlando di qualità, un gran valore aggiunto sono gli ottimi suoni di cui gode l’album, registrato e prodotto presso i Domination Studio da Simone Mularoni: brillanti e ben definiti, donano una marcia in più a pezzi già dotati di un bel tiro!

Come avrete capito, non è in “Colder Than Heaven” che troverete ricerca sonora ed originalità a tutti i costi: qui abbiamo un disco che guarda al passato ma è ben radicato nel presente, adatto per chi si nutre di heavy metal senza compromessi! Ovviamente, a suo tempo ho provveduto all’acquisto della mia copia (un bel digipack, ma che peccato l’assenza di un libretto con i testi!) perchè le band e le etichette underground si supportano comprando le loro release, a maggior ragione se sono valide come “Colder Than Heaven”!

Tracce:
1. No Surrender
2. Colder Than Heaven
3. He’s The King
4. Reinventing The Fire
5. Time To Kill
6. Taken By Force
7. War In The Fields

Formazione:
Frank Leone – voce, basso
Mike Petrone – chitarra
Neil Grotti – chitarra
Giannantonio Lassi – batteria

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/Gengiskhanmetal
Etichetta Steel Shark Records – https://www.facebook.com/steelsharkrecords

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.