ATTIKA – Metal Lands

Titolo: Metal Lands
Autore: Attika
Genere: Heavy Metal
Anno: 2021
Voto: 6.5

Visualizzazioni post:219

L’ultima volta che ho avuto modo di ascoltare la musica degli Attika è stato attraverso della ristampa di “When Heroes Fall”, disco uscito originariamente nei primi anni 90 e nuovamente stampato in CD e vinile da Pure Steel Records nella primavera del 2019, anno in cui avrebbe dovuto vedere la luce anche il nuovo album “Metal Lands”, annunciato attraverso il comunicato che ufficializzava l’approdo dei Nostri nel roster della label tedesca.

Da quelle dichiarazioni sono trascorsi quasi due anni – non so cosa sia andato storto, ma è sufficiente un piccolo imprevisto per cambiare le carte in tavola, in questo periodo poi.. – ma ciò che conta è che, alla fine, “Metal Lands” è formalmente sul mercato con una decina di brani che, personalmente, ero piuttosto curioso di ascoltare, anche a fronte di un singolo discreto (la titletrack) ma che non mi aveva entusiasmato.

Ovviamente, le coordinate musicali entro cui si muovono gli Attika con “Metal Lands” non sono cambiate rispetto a trent’anni fa: il quartetto della Florida è promotore di un tradizionale US heavy metal muscolare e dalle melodie variegate, supportato da una produzione piuttosto buona che restituisce a dovere la potenza e le differenti atmosfere dei vari brani. In virtù degli ascolti dedicati, l’album si guadagna abbastanza facilmente la promozione in virtù di pezzi dal buon tiro e ben concepiti, come le taglienti “Thorn In My Side” e “Like A Bullet”, le rocciose “8 Track Days” e “Darkness Of The Day” dove le atmosfere si fanno decisamente più oscure ed opprimenti, o una ruvida “Run With The Horseman” dagli echi Acceptiani: con l’eccezione della conclusiva “One Wish” – una ballata piuttosto innocua che non mi ha lasciato alcunchè – i brani che compongono l’album sono piuttosto gradevoli e scorrevoli, ma faticano a rimanere ancorati alla memoria e, molto raramente, riescono a far scoccare quella scintilla che accende l’entusiasmo spingendo a lanciarsi in un nuovo ascolto.

Al netto di ciò, non posso negare un pizzico di delusione in merito a “Metal Lands” dato che, personalmente, nutrivo alte aspettative nei suoi confronti: per quanto mi aspettassi di più dalla band, di contro va anche detto che, per essere il primo album di inediti dopo tre decadi di inattività discografica, “Metal Lands” è un disco più che onesto, un lavoro tutto sommato dignitoso ma lontano dall’essere memorabile. Se avete sviluppato una dipendenza da classico US heavy metal un ascolto è d’obbligo, così come se già conoscete la musica degli Attika!

Tracce:
1. Metal Lands
2. 8 Track Days
3. Like A Bullet
4. Darkness Of The Day
5. The Price
6. Thorn In My Side
7. Run With The Horseman
8. Sincerely Violent
9. Gold
10. One Wish

Formazione:
Robert Van War – voce
Bill Krajewski – chitarra
Glenn Anthony – basso
Jeff Patelski – batteria

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/AttikaRising
Etichetta Pure Steel Records – https://www.puresteel-records.com

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.