CHEZ KANE – Chez Kane

Chez Kane
Titolo: Chez Kane
Autore: CHEZ KANE
Genere: Melodic Rock
Anno: 2021
Voto del redattore HMW: 7,5
Voto dei lettori:
Ancora nessun voto. Vota adesso!
Please wait...

Visualizzazioni post:240

La cantante Chez Kane, insieme alle sue due sorelle, appartiene alla band rock britannica delle Kane´D e le sue performance sono state notate dall’attenta Frontiers Music che ha affidato la talentuosa singer inglese nelle mani del cantante e produttore Danny Rexon, degli svedesi Crazy Lixx, per sfruttare al meglio la sua magnifica e melodica voce, lanciandola così nella sua nuova carriera da solista. Il risultato di questa collaborazione è l’omonimo debutto con la scrittura delle canzoni e la produzione affidate allo scandinavo Rexon che riporta in parte sui solchi del disco anche le influenze della sua band.

Il sound è un tradizionale hard rock ottantiano con venature hair metal, ricco di melodia ma accompagnato da ottimi riff e grandi assoli di chitarra, bei ritornelli e, ciliegina sulla torta, l’affascinante voce di Chez. La giovane singer riesce a interpretare benissimo tutti i pezzi, contribuendo alla riuscita dell’album come nell’iniziale e vivace “Better Than Love” che, tra tastiera, sassofono, batteria e una rocciosa chitarra ritmica trascina prepotentemente nel mondo musicale della giovane inglese e prepara il terreno per il proseguo del viaggio: “Mi sento così entusiasta di essere stata invitata a collaborare con Danny per un album solista. Nel momento in cui ho ascoltato la musica, ho capito subito che era per me e sono entusiasta dell’opportunità di lanciare la mia carriera da solista in questo modo. Sono così onorata di far parte della Frontiers, dice Chez”.

Danny, sentendo la necessità di scovare nella scena rock melodica contemporanea una nuova stella, non ci ha pensato due volte e si è buttato a capofitto nel valorizzare questo talento d’oltre manica. Ci sono tantissime band nel rock melodico, ma manca quella grande artista solista che faccia decollare il genere come vent’anni fa con Lita Ford, Robin Beck e le Vixen.

Il produttore Danny Rexon dice: “Fino ad ora, avevo lavorato solo alle produzioni dei Crazy Lixx, ma con questo progetto posso assumere un altro ruolo perché sto lavorando alla creazione di un nuovo artista solista, il che è piuttosto stimolante, specialmente quando parliamo di creare qualcosa con una cantante talentuosa e laboriosa come Chez”.

Oltretutto il lavoro del vichingo è facilitato dal fatto che la vocalist, nonostante la sua giovane età, ha un debole per i mitici anni ’80 adattandosi quindi bene al modo di scrivere di Danny. Entrambi hanno quindi la stessa visione e la stessa voglia di rendere questo platter un vero successo!  La raccolta strizza molto l’occhiolino alle radio e alle classifiche grazie anche alla tastiera di sottofondo che fa da contorno, addolcendo la struttura di tutti i pezzi e rendendo l’opera un grande omaggio a tutte le rock stars del passato ma allo stesso tempo mantiene forte l’identità e lo stile della singer britannica. Il rock and roll aumenta di potenza in “All Of It” con una voce e dei cori sbalorditivi che portano a cantare il ritornello in continuazione e senza sosta. Con il secondo singolo “Rocket On The Radio” si è catapultati indietro nel tempo perché la traccia evoca atmosfere hair metal ottantiane molto care alle americane Vixen e molto commerciali in quel grande periodo musicale: il ritmo e il sound sono fantastici, i cori e il ritornello sono così azzeccati che si stampano in mente senza uscirne più.

La voce di Chez è poi grintosa e possente in “Get It On”, dove il ritmo veloce dato dal drummer e dal basso trascinano con la chitarra elettrica vorticosamente tutti gli strumenti, dando tantissima energia al pezzo. Il massimo si raggiunge con la ballata “Too Late For Love”, un hard rock dalle rigature AOR, con un magnifico refrain, uno strabiliante assolo di chitarra e un coro magnifico che sembra uscito proprio da un disco dei Crazy Lixx di Rexon. “Defender Of The Heart” è un altro lento guidato benissimo dall’ugola acuta e passionale di Kane e da un arazzo di tastiere che la rendono molto accattivante. Segnalo anche le carine “Ball N’ Chain” e “Midnight Rendezvous”, dove la prima è un AOR tipicamente britannico alla Bad English per intenderci e con un coro superlativo, mentre la seconda è un up-tempo divertente, cadenzato e perfettamente supportato dalla sezione ritmica, con la voce di Chez più aggressiva e con le chitarre elettriche in primo piano. Il pop/rock di “Die In The Name Of Love” accompagna con i suoi tiepidi sintetizzatori verso la fine dell’album mettendo in risalto ancora una volta le emozionanti corde vocali dell’artista.

La conclusiva “Dead End Street” rallenta il ritmo con una melodica keyboard che, unita alla soave voce di Kane, sprigiona passione e emozioni da far venire la pelle d’oca. Ottimo finale con un coro sopra le righe, un perfetto lavoro strumentale e un sassofono che fa di nuovo capolino come all’inizio della scaletta. Danny Rexon e Chez Kane sono riusciti a sfornare un vero e proprio tributo ai fenomenali eighties dove il rock melodico era sopra ogni cosa facendo così sognare a occhi aperti gli amanti del genere. Non vi nascondo che una piccola lacrimuccia mi è caduta pensando a quel meraviglioso periodo di cui ho ricordi indelebili. Consigliato

Tracce:
1. Better Than Love
2. All Of It
3. Rocket On The Radio
4. Get It On
5. Too Late For Love
6. Defender Of The Heart
7. Ball N’ Chain
8. Midnight Rendezvous
9. Die In The Name Of Love
10. Dead End Street

Formazione:
Chez Kane – voce
Danny Rexon – produzione, registrazione e mixing
Erik Mårtensson – masterizzazione

https://www.facebook.com/ChezKaneVocalist/
http://www.frontiers.it

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.