HERMAN FRANK – Two For A Lie

Titolo: Two For A Lie
Autore: Herman Frank
Nazione: Germania
Genere: Heavy Metal
Anno: 2021
Etichetta: AFM Records

Formazione:

Herman Frank – Chitarra
Rick Altzi – Voce
Kevin Kott – Batteria
Michael Müller – Basso
Mike Pesin – Chitarra


Tracce:

01 – Teutonic Order
02 – Venom
03 – Hate
04 – Eye Of The Storm
05 – Liar
06 – Hail The New Kings
07 – Just A Second To Lose
08 – Danger
09 – Stand Up And Fight
10 – Open Your Mind


Voto del redattore HMW: 7,5/10
Voto dei lettori: 8.5/10
Please wait...

Visualizzazioni post:221

Herman Frank, chitarrista teutonico conosciuto maggiormente come ex-Accept e per la sua militanza nei Victory , oltre che per una prolifica carriera come produttore, arriva con questo “Two for a lie” al suo quinto lavoro solista.

Anche per questo disco la scelta di affidarsi al cantante dei Masterplan, Rick Altzi, si dimostra vincente (e in tutta onestà devo ammettere che il singer mi piace più qui che nella sua band principale). Questo disco è heavy metal allo stato puro, senza fronzoli o abbellimenti e contiene tutto quello che ci potrebbe aspettare da lavoro simile: riff potenti affilati come rasoi, ritornelli catchy, assoli al fulmicotone e una voce graffiante, il tutto sostenuto da una sezione ritmica precisa, essenziale e granitica, nella quale è presente Michael “Mülli” Müller dei Jaded Heart.

“Two for a lie” si mantiene su alti livelli lungo tutta la sua durata ed è caratterizzato da brani di grande impatto e con un gran tiro.  Tiro che non risente di momenti di debolezza per tutto il disco grazie anche all’assenza di ballad. Insomma, non solo un lavoro coinvolgente ma una vera e propria badilata in faccia!

Il songwriting risulta decisamente classico (una volta che un pezzo inizia, questo fila liscio senza uscire dal tracciato fino alla sua fine) tant’è che i pezzi suonano quasi già sentiti, e sicuramente risultato famigliari già al secondo ascolto.  Scrivo questo non con una accezione negativa, sia chiaro. Anzi. Quello che mi ha più colpito è che, nonostante ciò, il disco riesce a suonare anche moderno e soprattutto aggressivo (si pensi a “Eye of the Storm”) grazie ad una produzione pulita, ben curata ed “essenziale”.

Sfido chiunque a resistere dal non spaccarsi il collo con un head banging selvaggio ascoltando pezzi quali “Hate”, “Hail The New Kings”, “Stand Up And Fight” e la opener “Teutonic Order”.

Fra i miei pezzi preferiti sicuramente “Venom”, “Just A Second To Lose” e “Danger” (fra quelle le cui sonorità rimandano decisamente ai primi Accept).

Un disco molto godibile che una volta entrato nel vostro lettore (cd o mp3 che sia) sono convinto vi rimarrà per lungo tempo! Consigliato specialmente a tutti gli amanti del metal classico. Per tutti gli altri: Give it a try, non ve ne pentirete!

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.