ZÜÜL – Out Of Time

Titolo: Out Of Time
Autore: Züül
Nazione: Stati Uniti d'America
Genere: Heavy Metal
Anno: 2010
Etichetta: High Roller Records

Formazione:

Baron Batteau – voce
Mike “The Butcher” Bushur – chitarra
Hateful Jared – chitarra
Bob Scott – basso
The Mosquito Hawk – batteria


Tracce:

1. Out Of Time
2. Warriors
3. Executioner
4. Warhammer
5. Air Raid
6. Backstreet Crawler
7. Darkness To The Ice
8. Ride Ride
9. Return To Yagi


Voto del redattore HMW: 7/10
Voto dei lettori: 8.5/10
Please wait...

Visualizzazioni post:202

Una bella fetta del mio cuore di puro acciaio batte musicalmente per l’epic e l’heavy metal, siano essi forgiati negli eighties o anche di nascita recente, purchè ispirati a quegli anni. Tali generi musicali esercitano su di me un fascino molto particolare, lo stesso che ho percepito nell’istante in cui il mio sguardo si è posato sull’artwork che accompagna “Out Of Time” (anche il titolo è tutto un programma!), ricordandomi le cover di “Battle Cry” degli Omen e del più vicino “An Age Undreamt Of…” targato Hyborian Steel.

Il lavoro in questione è quello stampato su CD e vinile in tiratura limitata a 1000 copie dalla High Roller Records e porta impresso il logo degli Züül, quintetto a stelle e strisce originario di Carbondale (Illinois) che deve il suo monicker al film “Ghostbusters” e che, su questo “Out Of Time”, annovera tra le proprie fila Mike “The Butcher” Bushur e Bob Scott, rispettivamente chitarra e basso degli High Spirits.

“Out Of Time” è un disco che sembra davvero arrivare da un’altra epoca grazie ad una produzione spartana, adeguata all’onesto ed arcaico heavy metal influenzato principalmente dagli Iron Maiden dei primi album e, nel complesso, dalla NWOBHM. Niente di nuovo, lo so bene, ma quello che mi piace di questa band – oltre al saper scrivere belle canzoni ed eseguirle di conseguenza – sono la grande carica e la sincera, straripante passione che riescono a trasmettere attraverso la loro musica: gli incalliti ascoltatori dell’heavy metal più classico ed intransigente non potranno che apprezzare brani come le trascinanti ed affilate “Warriors”, “Darkness To The Ice” e “Warhammer”, la profondamente maideniana “Executioner” o la solida titletrack, sunto ideale delle caratteristiche sonore degli Züül. Molto valide anche la conclusiva “Return To Yagi”, il cui ritornello mi si è irrimediabilmente stampato in testa, e la diretta “Air Raid”, pezzo energico già pubblicato in precedenza su 7” in compagnia di una cover version di “On The Run”, brano dei Crucifixion datato 1982.

Aggressivo e genuino, coinvolgente e divertente, “Out Of Time” può rappresentare una gradevole sorpresa per coloro che, costantemente alla ricerca di metallo puro ed incontaminato, in questa nuova ondata di uscite devote alle sonorità più antiche ci sguazzano come i pesci nell’acqua: se il ritorno in auge di questi suoni vi ha lasciato indifferenti volgete altrove la vostra attenzione, in caso contrario dedicate agli Züül un po’ del vostro tempo!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.