LAURENNE / LOUHIMO – The Reckoning

Titolo: The Reckoning
Autore: LAURENNE / LOUHIMO
Nazione: Finlandia
Genere: Heavy Metal
Anno: 2021
Etichetta: Frontiers Records

Formazione:

Netta Laurenne – voce
Noora Louhimo – voce
Nino Laurenne – chitarre
Sampo Haapaniemi – batteria


Tracce:

01. Time To Kill The Night
02. The Reckoning
03.Tongue Of Dirt
04. Striking Like A Thunder
05. Bitch Fire
06. Hurricane Love
07. To The Wall
08. Viper’s Kiss
09. Walk Through Fire
10. Dancers Of Truth


Voto del redattore HMW: 7/10
Voto dei lettori:
Ancora nessun voto. Vota adesso!
Please wait...

Visualizzazioni post:123

La bella e brava Netta Laurenne (Smackbound) ha contattato l’altrettanto brava e affascinante Noora Louhimo (Battle Beast) per collaborare insieme in un disco metal spettacolare che mettesse in mostra le loro grandi capacità vocali. La connazionale Noora ha accettato e quindi adesso abbiamo la possibilità e l’onore di ammirare questo interessante platter con due cantanti finlandesi in voga nel panorama metal europeo. Le due signore finlandesi hanno creato così una raccolta di potente metal melodico con l’aiuto di Nino Laurenne alle chitarre e di Sampo Haapaniemi alla batteria.

“Avevo l’idea di una possibile collaborazione con Noora già da qualche anno. Una volta iniziata la pandemia e cancellato i calendari per entrambi, è sembrato il momento perfetto per contattarla ed iniziare questo progetto. È una cantante così talentuosa che padroneggia vari stili e per di più, è semplicemente una persona fantastica. Veniamo entrambe dalla stessa città, quindi è davvero speciale che noi, due cantanti metal di Tampere, lavoriamo insieme su un album pieno di energia metal. Questa è anche una collaborazione con mio marito, produttore musicale e chitarrista (Thunderstone) Nino Laurenne, con cui ho scritto le canzoni per l’album!” (Netta Laurenne)

“Quando Netta mi ha chiesto di unirmi a questo progetto sono rimasta felicemente sorpresa. L’ho seguita come cantante per anni e ho sempre ammirato la sua voce piena di sentimento, potente e il suo modo di esprimersi. Ora che ci siamo conosciute un po’ meglio l’un l’altra attraverso questo progetto, è stato fantastico rendersi conto di quanto abbiamo in comune come cantanti e come persone. Entrambe abbiamo idoli e influenze musicali simili ed amiamo cantare su sonorità soul, blues, edge e power. È sicuramente la mia sorella soul perduta da tempo e sono super entusiasta di cantare con lei in un album pieno di passione esplosiva per la musica”. (Noora Louhimo)

La maggior parte delle collaborazioni in casa Frontiers sono nate per contrapporre due voci differenti e complementari, mentre il duo Laurenne/Louhimo canta quasi in modo simile perché il loro stile e la loro formazione artistica hanno le stesse radici basate su sonorità forti ma melodiche. Naturalmente ci sono delle differenze perché l’ugola di Noora è rauca e grintosa, mentre Netta ha delle tonalità vocali più pulite, che spesso cozzano con quelle della concittadina. Quello che colpisce, alla fine, è che entrambe remano nella stessa direzione senza prendere il sopravvento l’una sull’altra ma, al contrario, lavorano sorprendentemente per essere simili rendendo, a volte, difficile all’ascoltatore capire chi sta cantando.

L’iniziale ed energica “Time To Kill The Night”, mette subito in risalto il duo femminile finlandese che fa vedere da subito di che pasta è fatta. I robusti riff della sei corde trascinano verso il metal ma il refrain melodico riporta a un hard rock, con la voce possente delle due ragazze sempre trascinante e convincente. Il singolo e title track dell’opera “The Reckoning” con un deviante inizio acustico, sprigiona con la chitarra elettrica un sound adrenalinico ma nel ritornello un po’ commerciale e facile da ricordare in mente. Qui le voci delle due singer sono acute e a tratti un po’ sguaiate ma nel contesto funzionano bene. Si continua spediti con la bella melodia, ricca di spunti AOR e symphonic di “Tongue Of Dirt” per un brano bello e per certi versi epico: le tonalità di Louhimo sono aspre, robuste e determinate ma bilanciate ottimamente da quelle rettilinee e pacate di Laurenne. La successiva “Striking Like A Thunder” è una semi ballata con un memorabile ritornello, riff commerciali, un ritmo mid-tempo e tanta ispirazione, grazie alle voci emotive e stimolanti delle due vocalist.

I forti rullanti di Haapaniemi introducono l’heavy metal old school di “Bitch Fire”, impreziosito da un assolo chitarristico e stupefacente dell’ospite Samy Elbanna, che suona come una canzone dei mitici Judas Priest, calzando a pennello per l’autoritaria voce di Louhimo e mettendo involontariamente in secondo piano quella di Laurenne. La dolce ugola di Netta si rifà subito dopo nel romantico lento di “Hurricane Love”, che inizia con il piano e la chitarra acustica, caratterizzato da una bella orchestrazione, da un ottimo coro e da un superlativo assolo chitarristico per un pezzo da pelle d’oca. Nel proseguo Noora poi riprende il suo forte tono nell’hard rock di “To The Wall”, che ha un ritornello molto aggressivo e potente. Qui Netta riesce benissimo a tenerle testa cantando egregiamente grazie anche a delle sonorità molto forti che non oscurano la sua soave voce. Il mid-tempo “Viper’s Kiss” racchiude degli affascinanti riff di chitarra ma non colpisce più di tanto, a parte l’ottima voce delle due protagoniste scandinave. Segnalo, inoltre, la riuscita “Walk Through Fire”, dove le due cantanti nordiche si scatenano con una prestazione notevole nonostante l’interpretazione della song non richieda acuti particolari o proibitivi: colpisce la stupenda interpretazione del duo e l’autorevole ritornello ultra melodico che porta la composizione a un livello superiore rispetto ai brani precedenti. Infine nell’ultima e orientaleggiante “Dancers Of Truth”, le due cantanti dimostrano una sintonia e un amore comune per l’heavy metal classico e di qualità che merita il giusto palcoscenico internazionale. Il pezzo dal ritmo cadenzato e dall’atmosfera tenebrosa, sembra fatto apposta per evidenziare ed esplorare con attenzione le potenti sonorità vocali di queste splendide e professionali artiste per una conclusione formidabile e da applausi. I punti di forza del disco sono naturalmente le melodie vocali delle due vichinghe, plasmate in suoni hard and heavy equilibrati che esaltano la loro professionalità ma soprattutto la loro grande amicizia. Fidatevi, l’abbinamento di Netta Laurenne con Noora Louhimo funziona bene ed è una combinazione vincente da non sottovalutare!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.