SEPULTURA – Sepulquarta

Titolo: Sepulquarta
Autore: Sepultura
Nazione: Brasile
Genere: Death/Thrash
Anno: 2021
Etichetta: Nuclear Blast Records

Formazione:

Derrick Green – Voce
Andreas Kisser – Chitarra
Paulo Xisto – Basso
Eloy Casagrande – Batteria


Tracce:

01 – Territory (Feat. David Ellefson)
02 – Cut Throat (Feat. Scott Ian)
03 – Sepulnation (Feat. Danko Jones)
04 – Inner Self (Feat. Phil Rind)
05 – Hatred Aside (Feat. F. Lira, A. Burns, M. Puertas)
06 – Mask (Feat. Devin Townsend)
07 – Fear, Pain, Chaos, Suffering (Feat. Emmily Barreto)
08 – Vandals Nest (Feat. Alex Skolnick)
09 – Slave New World (Feat. Matthew K. Heafy)
10 – Ratamahatta (Feat. Joao Barone & Charles Gavin)
11 – Apes Of God (Feat. Rob Cavestany)
12 – Phantom Self (Feat. Mark Holcomb)
13 – Slaves Of Pain (Feat. Fred Leclercq & Marcello Pompeu)
14 – Kaiowas (Feat. Rafael Bittencourt)
15 – Orgasmatron (Feat. Phil Campbell)


Voto del redattore HMW: 7,5/10
Voto dei lettori: 7.0/10
Please wait...

Visualizzazioni post:159

Carissimi navigatori e lettori di Heavy Metal Webzine, è con immensa gioia che mi accingo a darVi conto dell’ultima fatica discografica dei Sepultura, un’autentica icona del panorama death/thrash mondiale che, durante il periodo del lockdown, ha deciso di regalare ai propri fan questo “Sepulquarta”, una splendida serie di esibizioni in live streaming che hanno visto la partecipazione di ben 57 ospiti speciali. Il risultato di questa mega jam session di tutto rispetto, è questo gioiello di rara bellezza e di inestimabile caratura musicale che mi sto gustando, un’autentica miscela di violenza, potenza ed energia che, grazie al prezioso contributo dei vari ospiti, assume un valore inestimabile in quanto sarebbe stato praticamente impossibile riuscire a riunire tutti questi musicisti in un evento unico.

L’assalto sonoro pesca a piene mani da tutta la produzione musicale della band e le danze vengono aperte, manco a dirlo, con una serie di pezzi da paura del calibro di “Territory”, uno dei tantissimi cavalli di battaglia della band che vede la splendida presenza, al basso, dell’eclettico Dave Ellefson (ormai ex membro dei Megadeth), le assassine, terrificanti e roboanti tracce tra cui “Cut Throat” che vede la presenza del frontman degli Anthrax Scott Ian, “Sepulnation” impreziosita all’inverosimile dalla presenza di Danko Jones, “Inner Self” in cui i nostri demoni sono affiancati dal bassista/cantante dei Sacred Reich, Phil Rind e la satanica “Hatred Aside” che vede la partecipazione di un terzetto di cantanti femminili del calibro di Fernanda Lira dei Crypta, Angelica Bastos degli Hatefulmurder e Mayara “Undead” Puertas dei Torture Squad.

Una citazione a parte meritano sicuramente la splendida esecuzione di “Mask” impreziosita dalla presenza di sua maestà Devin Townsend, l’allucinata ed apocalittica versione di “Fear, Pain, Chaos, Suffering” che vede l’intervento della batterista dei Coffee Crush, Emmily Barreto e la terrificante versione di “Vandals Nest” al cospetto del chitarrista dei Testament Alex Skolnick.

Si potrebbe andare avanti per ore senza mai terminare di elencare gli straordinari ospiti che hanno impreziosito, con i loro contributi, questo nuovo capitolo della carriera musicale dei mitici Sepultura; uno splendido album che, grazie anche alla maniacale produzione curata da sua maestosità Conrado Ruther, si candida ad essere uno delle migliori uscite del 2021.

Questo è un cd che consiglio sia ai fan sfegatati della band ma anche a coloro che, colpevolmente, non hanno mai ascoltato la band brasiliana ed abbiamo, finalmente, voglia di scoprirne le sonorità.

Speriamo solamente che questo terribile periodo finisca quanto prima perché abbiamo veramente bisogno di lasciarci travolgere, nuovamente, dalla potenza e dall’energia che solo il metal di gran classe, quello con la “M” maiuscola, sa regalare.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.