FIREHOUSE – The Story Of Italian A.O.R. Band 1987-1994

Titolo: The Story Of Italian A.O.R. Band 1987 – 1994
Autore: Firehouse
Nazione: Italia
Genere: Hard Rock
Anno: 2021
Etichetta: Music For The Masses

Formazione:

Formazione su Firehouse (primo CD)
Enzo Caruso: voce, tastiere
Frank Caruso: chitarra
Giuliano Airaghi: tastiere
Marco Panzardi: basso
Corrado Ciceri: batteria

Formazione su Labyrinth (secondo CD)
Enzo Caruso: voce, tastiere
Frank Caruso: chitarra
Paola Casalini: basso
Gianluca Scollo: batteria


Tracce:

Brani di Firehouse (primo CD)

01. Overture 987
02. The Secret Of The Sky
03. Open Your Wall
04. Way Out For Freedom
05. Pray
06. Time To Fly
07. Dreaming Black
08. Break The Bonds
09. The Day Of Your Power
10. House Of The Fire
11. This Is My Life


Tracce:

Brani di Labyrinth (secondo CD)

01. I Need The Fire
02. Calling Your Name
03. In My Eyes
04. Striking
05. Running Into Danger
06. The Prince Of Darkness
07. Labyrinth
08. A Dream Again
09. Stonework
10. Fly By Night
11. The Color Of Your Kiss


Voto del redattore HMW: 8/10
Voto dei lettori:
Ancora nessun voto. Vota adesso!
Please wait...

Visualizzazioni post:365

Ottimo cofanetto che ripropone l’opera omnia dei milanesi Firehouse, gruppo guidato dai fratelli Caruso e che, nonostante l’indubbio valore artistico, raccolse davvero pochissimo.

Dei due CD presenti, il primo contiene il debutto omonimo, che vide la luce nell’ormai lontano 1987; precisiamo subito che, nonostante il fuorviante titolo dell’opera, la proposta dei nostri non si attestava sull’AOR (presente solo a tratti) ma piuttosto su di un hard-rock ottantiano reminiscente di gruppi d’oltreoceano quali Dokken e Ratt.

“The Secret Of The Sky” e “Way Out For Freedom” non possono infatti non ricordare l’operato di George Lynch e soci, soprattutto quello del capolavoro Under Lock And Key, mentre a spezzare il ritmo ci pensa una delicata ballata pianistica come “Pray”.

“Time To Fly” e “Break The Bonds” sono, a tutti gli effetti, due pezzi di puro heavy-metal con evidenti richiami ai Riot di quel periodo, ma l’hard-rock torna prepotentemente con l’ottima “Dreaming Black”.

Nella strumentale “House Of The Fire” traspare l’amore per Malmsteen da parte dell’eccellente chitarrista Frank Caruso, mentre alla riuscita semi-ballata “This Is My Life” spetta il compito di chiudere questo ottimo album.

Nel secondo CD, contenente “Labyrinth” del 1994, troviamo una rinnovata sezione ritmica e un hard-rock più roccioso con maggiori similitudini malmsteeniane (“The Secrets Of The Sky” sembra scritta dal virtuoso svedese!), ma pure qui si evince la capacità dei nostri di scrivere ottime canzoni ed interpretarle con grande bagaglio tecnico. Dalla muscolare “I Need The Fire” al tastieristico hard-rock di “The Color Of Your Kiss” non ci sono cedimenti, ma spiccano l’anomala “A Dream Again”, intenso brano per pianoforte e soprano, e l’anthemica “Fly By Night”.

Il fatto che oggi questi Firehouse in Italia siano ancora dei perfetti sconosciuti è un vero e proprio delitto; un plauso quindi alla Music For The Masses per aver rimesso in circolazione questo prezioso materiale sonoro.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.