SPECTRAL DARKWAVE – At Outer Dark

Titolo: At Outer Dark
Autore: Spectral Darkwave
Nazione: Regno Unito
Genere: Dark Industrial Death, Doom Metal
Anno: 2021
Etichetta: autoprodotto

Formazione:

The Arch-Kakoph: voce, chitarra
The Gunner: basso
The Enginee: batteria


Tracce:

01. The Insertion
02. 731
03. The March Of Sses
04. The First Church Of Chaos
05. The Founding Of Man
06. Galactic North
07. The Last Red Hypergiant
08. A Season Of Abyssal Screams
09. A Toll Is Due
10. Voyage Of The Necronaut
11. At Outer Dark


Voto del redattore HMW: 7,5/10
Voto dei lettori: 7.5/10
Please wait...

Visualizzazioni post:276

Secondo disco per gli Spectral Darkwave, gruppo tutto inglese ed alquanto peculiare: già la copertina richiama temi lovecraftiani benché ambientati in spazi siderali e luoghi lontani dal pianeta Terra. Si tratta di un album molto dinamico, che mischia vari generi e che colpisce sin dal primo ascolto, per l’approccio particolare, mai banale. Alcuni passaggi mi ricordano i The Vision Bleak, ma decontestualizzati e ricreati a immagine e somiglianza di qualche orrore cosmico.

La cartella promozionale parla di “dark industrial death e doom metal” e devo dire che la miscela creata dagli Spectral Darkwave può essere intesa come figlia di tali propensioni. Sono rimasto particolarmente colpito da At Outer Dark, nonostante io non sia un fan del genere, e a mio avviso costituisce un buon biglietto da visita per il trio inglese.

Le undici canzoni scorrono come un macigno che, piano piano, viene trascinato per andare a comporre una costruzione megalitica: le contaminazioni e le sorprese sono dietro l’angolo ogni maledetto secondo ed a volte è piuttosto difficile scovarle tutte. Sicuramente ci troviamo di fronte ad un disco ricco sotto il profilo compositivo e questo mi è piaciuto molto.

In definitiva, posso dire che gli Spectral Darkwave hanno dato alla luce un album di qualità, sia per gli appassionati del genere sia per chi, senza paure o preconcetti, vuole tentare ascolti nuovi per trovarsi catapultato nello spazio alieno, al cospetto di divinità folli e antiche come l’universo. Nell’attesa di potere un giorno vederli dal vivo, vi consiglio il classico ascolto qui sotto prima di buttarvi nell’acquisto…

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.