CROWBAR – Zero And Below

Titolo: Zero And Below
Autore: Crowbar
Nazione: Stati Uniti D'America (Louisiana)
Genere: Sludge Metal
Anno: 2022
Etichetta: MNRK Heavy

Formazione:

Kirk Windstein: voce e chitarra
Matt Brunson: chitarra
Todd Strange: basso
Tommy Buckley: batteria


Tracce:

01. The Fear That Binds You
02. Her Evil Is Sacred
03. Confess To Nothing
04. Chemical GodZ
05. Denial Of The Truth
06. Bleeding From Every Hole
07. It’s Always Worth The Gain
08. Crush Negativity
09. Reanimating A Lie
10. Zero And Below

Durata totale: 42:28


Voto del redattore HMW: 7/10
Voto dei lettori: 5.5/10
Please wait...

Visualizzazioni post:321

Dopo tre decenni di devastazione sonora e dodici album contando anche il nuovissimo Zero And Below, tutto si può dire dei Crowbar ma non che non ci sappiano ancora fare. Anzi, ci hanno sempre saputo fare, garantendo una qualità media delle proprie pubblicazioni assolutamente al di sopra della sufficienza. Risultato che non sempre può essere facile da raggiungere.

Vuoi anche perché ciò di cui si occupano, lo sludge metal, può essere suonato solo in due modi: molto bene e molto male. Le tematiche e l’impostazione strumentale di tale genere non sono di facile gestione e aggiungere mediocrità ad un ascolto impegnativo non può che appesantire il risultato finale. Per fortuna i quattro signori di New Orleans il genere l’hanno inventato e per loro non esiste nulla di più naturale che eseguirlo. Facile!

Questa volta troviamo di mezzo anche un’impostazione di derivazione doom metal, che ben si sposa con la dinamicità di stampo groove classicamente riscontrabile in un’uscita discografica di tale genere. “Chemical Godz“, ad esempio, si trasforma nella sezione centrale, rallentando enormemente e creando un inserto funereo che, dopo la ripresa del riff principale, andrà sfumando in un interessante dialogo tra le due chitarre armonizzate. “Denial Of The Truth” e ” Zero And Below” aggiungono inoltre un’atmosferica dose di voci pulite, del leggendario cantante e chitarrista Kirk Windstein, e si distinguono come episodi meno canonici tra i dieci nuovi pezzi.

Naturalmente, non si faccia l’errore di credere che ciò che esce dallo stereo contenga più delicatezza o meno aggressività. Tutt’altro. Ci pensano “The Fear That Binds You” in apertura e soprattutto “Bleeding From Every Hole“, uscita direttamente dall’hardcore più nefasto, a rimembrarci che gli statunitensi sanno pestare e pestano molto duro.

Nota di merito alla produzione di Duane Simoneaux, in grado di far spiccare piacevolmente il basso di Todd Strange dal (nitido) marasma violento che anima ed è anima del nuovo Zero And Below. Disco assolutamente piacevole!

2 commenti su “CROWBAR – Zero And Below”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.