THE HORROR LEGACY – Days Of Terror

Titolo: Days Of Terror
Autore: The Horror Legacy
Nazione: Italia
Genere: Musica Per Film, Rock Progressivo
Anno: 2022
Etichetta: Time To Kill

Formazione:

Titta Tani: batteria
Roberto Fasciani: basso
Giacomo Anselmi: chitarra
Pasquale Renna: tastiere


Tracce:

01.   Days Of Terror (Intro)
02.   Halloween Theme – Main Title
03.   Buio Omega
04.   Inferno / Mater Tenebrarum
05.   Zombi 2 – Sequence 8
06.   28 Days Later – In The House / In The Heartbeat
07.   The Thing – Desolation / Humanity Part 2
08.   Cannibal Holocaust Main Theme
09.   Tubular Bells
10.   Escape From New York Main Title
11.   Phantasm Main Title


Voto del redattore HMW: 8/10
Voto dei lettori: 7.3/10
Please wait...

Visualizzazioni post:410

Days Of Terror è il primo album dei The Horror Legacy, gruppo italiano capitanato da Titta Tani (ex Claudio Simonetti’s Goblin e Necrophagia, fra gli altri mille) e Giacomo Anselmi (Goblin Rebirth) e dedito alla riproposta in chiave moderna e progressiva di colonne sonore di film horror.

La scaletta, piacevolmente eterogenea, propone grandi classici quali “Tubular Bells“, “Buio Omega“, “Escape From New York Main Title” ed “Halloween Theme“. Fra le mie preferite la delicata quanto ossimorica “Cannibal Holocaust“, la sontuosa ed epicheggiante “Inferno / Mater Tenebrarum” (che pezzo!) e “The Thing – Desolation / Humanity Part 2” del compianto maestro Ennio Morricone.

Molti sono gli ospiti presenti nel disco: dal maestro Fabio Frizzi, uno dei più grandi compositori di film horror, ad Iscariah, ex bassista di Immortal, Necrophagia e Dead To This World.

Mi è piaciuta la produzione genuina, che forse farà storcere il naso a qualcuno: in particolare sono rimasto piacevolmente colpito dalla batteria e dal basso, quest’ultimo godibilissimo. Avrei forse osato di più sulle chitarre cercando di dar loro più presenza, corpo e aggressività – in particolare in “Escape From New York Main Title“– cosa che di fatto non manca nelle parti soliste . Sono ovviamente gusti personali che non sminuiscono di certo quanto proposto dal gruppo romana.

Un disco suonato magistralmente che sono convinto piacerà non solo agli appassionati di film horror e del prog bensì anche ai giocatori di GdR (come il sottoscritto), che potranno usare molte di queste canzoni come colonna sonora perfetta per le loro partite.

Promossi.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.