Di’Aul : svelano oggi il video di “Abracamacabra”


Visualizzazioni post:235

Oggi i doomster italiani DI’AUL hanno pubblicato il quinto album, Abracamacabra, su MooDDoom Records. Ordinatelo su https://diaul.bandcamp.com/album/abracamacabrahttps://bit.ly/3Bt0mqg.

Per festeggiarne l’uscita, pubblicano il video del secondo singolo “Abracamacabra”:

Il video è stato realizzato e montato dal batterista dei DI’AUL, Andrea “Rex” Ornigotti, ed è basato su un’idea di Andrea “Rex” Orinigotti e del cantante Cosimo “MoMo” A. Cinieri.

Il suono volutamente sabbathiano accompagna una malinconica riflessione sullo stato acquiescente della nostra società, passiva al cambiamento ed incapace di scegliere il bene per sé stessa. Si spende ad implorare una libertà di cui non sa godere. Una realtà paradossale dove a governare sono i giullari e noi, in fila, spalle al muro, a fissare la canna del fucile pronto ad ucciderci“, dice il gruppo a proposito del singolo.

Già disponibile da un po’ di tempo è anche il video di “Thou Crawl”, diretto da Michele Canevari e con la partecipazione di Alice Azzarelli: https://youtu.be/69p-hPfLeCU

“Abracamacabra” è stato registrato all’Angelo Studio di Garlasco (PV) da Marco Barusso (Lacuna Coil, Coldplay, Thirty Seconds To Mars, Heavy Metal Kids, ecc.) e missato al BRX Studios di Milano da Barusso stesso, mentre Marco D’Agostino si è occupato della masterizzazione. Il montaggio audio è stato fatto da Giorgia Viriglio. La copertina è opera di Francesca Vecchio (fv_illustration).

Nelle le parole del gruppo, “C‘è una calma quiete sul tetto del vuoto che ti fa dimenticare, anche per un solo attimo, che ci cadrai dentro. “Abracamacabra” racconta lo sfogo di sette personaggi che hanno voluto tutto ma hanno avuto niente e che compiono l’ultimo gesto di forza prima di cadere definitivamente. La loro però non è una sconfitta bensì un estremo tentativo che porta ad una propria concreta consapevolezza.
Con questo album i Di’Aul non hanno voluto lasciare nulla al caso: ogni nota, ogni colpo e frequenza è essenziale e strumentale al quadro generale. Ogni parola ed ogni suono sono stati soppesati affinché questa nuova creatura potesse trasmettere a qualunque ascoltatore la forza emotiva di ogni storia raccontata“.

LA SCALETTA DELL’ALBUM
1. Thou Crawl
2. This Quiet
3. Abracamacabra
4. De Profundis
5. The Losers’ River
6. La Notte Di Valpurga
7. Time Of No Return

I DI’AUL hanno pubblicato l’EP GV 12.31 nel 2010 e poi gli album And Then Came The Monsters nel 2013, Garden of Exile nel 2015 e Nobody’s Heaven nel 2018. Hanno suonato in Italia e altri paesi in Europa, supportando anche Crowbar ed Et Moriemur. Alla fine del 2019 con il nuovo batterista Andrea “Rex” Ornigotti sono state registrate “The House Of The Edge Of The World” e “Three Ladies”, pubblicate in un album insieme ai Mos Generator (2020, Argonauta Records).

LA FORMAZIONE
MoMo – Cosimo Amelio Cinieri: voce
Lele – Daniele Mella: chitarra
Rex – Andrea Ornigotti: batteria
Jeremy – Carlo Tomaiuolo: basso

I SITI
www.facebook.com/diaul111
www.instagram.com/diaul111
https://diaul.bandcamp.com
https://www.youtube.com/channel/UC4nyu1yYsebSDtRmsMFINoQ

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.