IBRIDOMA – Norimberga 2.0

Titolo: Norimberga 2.0
Autore: Ibridoma
Nazione: Italia
Genere: Heavy Metal
Anno: 2022
Etichetta: Punishment 18

Formazione:

Christian Bartolacci: Voice
Marco Vitali: Chitarra
Alessandro Morroni: Batteria
Leonardo Ciccarelli: Basso
Lorenzo Castignani: Chitarra


Tracce:

01. Ti Ho Visto Andare Via
02. Woman From The Stars
03. Norimberga 2.0
04. House Of Cards
05. Coming Home
06. Into The Sea
07. Pandemia
08. Raise Your Head
09. Where Are You Tonight
10. Eyes Of The Stranger


Voto del redattore HMW: 7,5/10
Voto dei lettori: 7.3/10
Please wait...

Visualizzazioni post:210

Forse non tutti conoscono gli Ibridoma, eppure il quintetto marchigiano è attivo da 20 anni e pubblica regolarmente dischi (peraltro degni di nota) dal 2010, oltre ad aver condiviso il palco con alcune istituzioni del genere come Queensryche, Rhapsody of Fire e Uli Jon Roth. Ora, a quattro anni dal precedente City of Ruins, conquistano il traguardo del sesto disco in studio e lo fanno senza deludere le aspettative.

Norimberga 2.0” infatti è un disco che non tradisce chi segue gli Ibridoma dagli esordi, offrendo del classico heavy / power metal melodico e allo stesso tempo ricco di groove, fatto di ritornelli orecchiabili (per esempio in “Woman From The Stars”) e di riff epici (“Norimberga 2.0”), con la scelta non banale di cantare parzialmente in italiano in alcuni brani.

A tal proposito, il riferimento ai tragici eventi legati al Covid19 non si esaurisce in “Pandemia”, ma fa capolino anche nel testo dell’iniziale “Ti Ho Visto Andare Via”, dall’incedere potente e allo stesso tempo drammatico, di cui fra l’altro è stato pubblicato anche un video (visibile qui).

Ma gli Ibridoma non sanno maneggiare solo il materiale più granitico e affilato e sul finale il disco ci regala due momenti più lenti, cadenzati ed evocativi: “ Where Are You Tonight” è decisamente malinconica, mentre “Eyes Of The Stranger” è una power ballad impreziosita da un lavoro di basso e chitarre non indifferente.

A questo punto è il caso di lasciar parlare la musica e di gustare e giudicare voi stessi la loro ultima fatica: se cercate del metal tradizionale, ma al passo coi tempi e proveniente dal Bel Paese, fatelo vostro.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.