PFM – Arena Del Mare (Genova)


Visualizzazioni post:92

EVENTO: PFM, Palco Sul Mare
LUOGO: Arena Del Mare, Genova
DATA: 10/07/2022

 

È una bella domenica di inizio Luglio quella che precede il concerto genovese della PFM, gruppo storico del panorama musicale italiano il quale per l’occasione decide di festeggiare il cinquantesimo anno di carriera nella location dell’Arena del Mare, piacevole cornice sita al limitare del porto antico di una città alla quale la band è fortemente legata artisticamente e umanamente.

Il luogo dell’evento è spazioso e riesce a garantire una buona disposizione di sedute e numerosità di posti di fronte ad un palco di grandi dimensioni, già attrezzato in vista dell’inizio dello spettacolo previsto alle 21:30 ma poi slittato di qualche minuto. La presentazione della prima serata del festival “Palco Sul Mare”,  giunto alla 27° edizione, è affidata all’attore ed organizzatore Max Garbarino, facente gli onori di casa.

All’arrivo della Premiata Forneria Marconi, il pubblico esplode in un fragoroso applauso che introduce le note di “Mondi Paralleli”, primo degli estratti dall’ultimo album del 2021 Ho Sognato Pecore Elettriche seguito da altre tre canzoni del medesimo disco. Come era lecito aspettarsi, le nuove composizioni suonano ottimamente all’interno di una scaletta che, come recita la locandina del tour, spazia da “Storia Di Un Minuto” al citato “I Dreamed Of Electric Sheep”. Il mitico Franz Di Cioccio, cantante e batterista, non lesina puntuali e appassionate spiegazioni relative ai singoli brani così come alla scelta dell’ordine degli stessi. Con “Transumanza Jam” si conclude la parte iniziale dell’esibizione che da tale momento in avanti, proporrà pezzi storici estratti dalla discografia del gruppo progressive rock italiano più conosciuto al mondo.

Naturalmente l’emozione è palpabile in concomitanza di episodi particolarmente attesi e memorabili quali “La Carrozza Di Hans”, dove alla voce figura il secondo cantante nonché tastierista Alessandro Scaglione, la dolce ballata “Dove… Quando” e l’eterna “Impressioni Di Settembre”. L’ideale terza parte dello spettacolo è affidata a canzoni intriganti come “Romeo e Giulietta”, la jam del violinista Lucio Fabbri collegata ad un’esplosiva riproposizione del Gugliemo Tell e l’esaltante “Celebration/E’ Festa”.

Sul finire di serata, non si poteva escludere un doveroso e sentito omaggio al poeta che è stato e che per sempre sarà Fabrizio De Andrè, del quale i giovani vecchi sul palco propongono i classici da loro riarrangiati proprio insieme al cantautore genovese “Volta La Carta” e “Il Pescatore”, facendo emozionare tutti i presenti, ormai riversatisi sotto palco per cantare ad una sole voce due pezzi di storia della nostra musica.

Le circa due ore di spettacolo lasciano il pubblico colmo di emozione e gioia: la PFM è ancora lontana dalla fine del proprio percorso artistico e concertistico a giudicare dalla qualità tecnica dimostrata e soprattutto dalla vitalità che dimostra nella figura di Di Cioccio, talmente salterino e frizzante da risultare entusiasmante agli occhi di chi scrive. Che dire, un augurio per i primi 50 anni nella speranza di festeggiarne molti e molti altri insieme!

Scaletta:

  1. Mondi Paralleli
  2. Umani Alieni
  3. Il Respiro Del Tempo
  4. Transumanza Jam
  5. Impressioni Di Settembrepr
  6. Photos Of Ghost
  7. Il Banchetto
  8. Dove… Quando
  9. La Carrozza Di Hans
  10. Cyber Alpha
  11. Harlequin
  12. Romeo e Giulietta
  13. Mr 9 Till 5
  14. Violin Jam + William Tell
  15. Celebration

(Encore) 16. Volta La Carta

(Encore) 17. Il Pescatore

   

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.