Maulén : pubblica il singolo “Rostro”


Visualizzazioni post:201

“Vi porta in un viaggio che ricorda i vasti paesaggi dei primi Sigur Rós, con accenni sensuali di Deftones sul sedile di Passenger e poi ci butta dentro un po’ di Victor Jara”.

L’artista solista drone/sperimentale MAULÉN pubblicherà El Miedo De Amar Pero Igual Lo Hago, un EP in due parti, ad inizio 2023 su Icons Creating Evil Art.

Nato da un’idea del compositore Carlos Ibarra (ex AGE OF WOE), il nome Maulén sta collaborando con una moltitudine di artisti per creare arte con l’ambizione di manifestare qualcosa di unico, bello ed affascinante. Maulén è il cognome di sua nonna, membro del popolo Mapuche in Cile, e si traduce con “una valle umida”.

Nel 2019, dopo aver trascorso un anno a comporre materiale, Ibarra iniziò a lavorare a un disco solista. Registrato la musica in una cisterna sotterranea, abbandonata da quasi cento anni e situata a venti metri sotto una piccola collina di Göteborg. Si dà il caso che questa cisterna abbia riverberi naturali che durano fino a diciotto secondi. Lavorare in questo luogo fu una sfida: poca corrente, molto umido, freddo e pieno di topi e ragni. Non molti fonici farebbero una cosa del genere, ma Carlos Sepulveda (Psycore, Leather Nun) fu all’altezza del compito. Per quattro magici giorni, Sepulveda e il batterista Stefan Johansson (Abrovinch, Jimmy Ågren) lavorarono in questo ambiente incantevole.

L’anno successivo Ibarra si recò nel deserto del Thar, in India, per trovare la pace e la serenità necessarie a scrivere i testi di queste canzoni, ma fu bloccato lì con l’esplosione della pandemia. Questo fatto fu di grande ispirazione per i testi del suo album successivo, El Miedo De Amar Pero Igual Lo Hago. Il disco tocca i temi della perdita, dell’eredità e del senso di appartenenza o meno con testi cantati in spagnolo, polacco, arabo, persiano e francese.

El Miedo De Amar Pero Igual Lo Hago, traducibile come “la paura di innamorarsi ma lo faccio lo stesso”, sarà pubblicato come EP in due parti, la prima delle quali, El Miedo De Amar, sarà presentata ufficialmente il 29 settembre. Oggi Maulén rivela il primo singolo, “Rostro”, un accattivante inno di quasi dieci minuti. Ibarra: “Questa è stata la prima canzone che ho scritto per questo album nel 2019. Il testo parla di un legame che ho avuto con una persona che in pochi giorni è sparita per sempre dalla mia vita.  La canzone è un lento e bellissimo monolito in persiano con Behzad Barazandeh alla voce. Con un’atmosfera epica e malinconica, la canzone conduce in un viaggio verso il proprio interno, verso la propria oscurità interiore“.

Ascoltate “Rostro” a https://icea.ffm.to/maulen-rostro.

Carlos Ibarra ha iniziato la sua carriera come chitarrista e compositore in varie formazioni locali prima del gruppo death metal Age Of Woe. Con loro ha registrato due album e due EP: Inhumanform (Suicide Records, 2013) e An Ill Wind Blowing (War-Anthem, 2016). Ha pubblicato musica anche con i Terrorstat, con membri dei Walk Through Fire e dei Serpent Omega, e con i Wefring, con membri di The Leather Nun, Exhale e Psycore.

http://www.maulen.org
http://www.facebook.com/officialmaulen
http://www.instagram.com/officialmaulen
http://www.twitter.com/officialmaulen
https://open.spotify.com/artist/2kXcqUWmDpY8EPmgJGzc8u

TESTO

من بی می ناب زیستن نتوانم
بی باده کشید بار تن نتوانم
من تشنه آن دمم که ساقی گوید
یک جام دگر بگیر و من نتوانم
اسرار اَزَل را نه تو دانی و نه من،
وین حرفِ معمّا نه تو خوانی و نه من؛
هست از در پرده گفت‌وگوی من و تو،
چون پرده برافتد، نه تو مانی و نه من.
در آخرین لحظات شب زیر ماه شیوا
باز شد درهای بسته در آخرین لحظات
دوباره تو را دیدم
در آغوشم چهره ای است که هرگز از یاد نمی برم آن را
زمان متوقف شد، زمان از نگاهت خرد شد
در آغوشم چهره ای است که هرگز از یاد نمی برم آن را
در آخرین لحظات شب زیر ماه شیوا
باز شد درهای بسته در آخرین لحظات
دوباره تو را دیدم
در آغوشم چهره ای است که هرگز از یاد نمی برم آن را
زمان متوقف شد، زمان از نگاهت خرد شد
در عبور از رودخانه ای که می ریخت به دریا
خیس شد روسریت
با اتوبوسی که به ماسال می رفت
عبور از جنگلی زرد
در آغوشم چهره ای است که هرگز از یاد نمی برم آن را

———————-
Traduzione

Non posso vivere senza vino squisito
Né posso sollevare questo corpo senza un sorso
Aspetto con ansia il momento in cui il coppiere mi dirà
Prendi un’altra coppa mentre non ho la forza di farlo

Né tu né io conosceremo i segreti dell’eternità
E né tu né io risolveremo i segreti di questo mistero
Anche se il velo copre le tue parole e le mie
Una volta svelato, nessuno di noi due continuerà a essere

Attraversando il fiume che si getta nel mare
La tua sciarpa si è bagnata
Su un autobus per Mapusa
Guardando la giungla passare

Tra le mie braccia c’è un volto che non dimenticherò mai
Il tempo si è fermato
Distrutto dal tuo sguardo

L’ultima notte sotto la luna di Shiva
Le porte chiuse si sono aperte
Negli ultimi cinque minuti
Ti ho visto un’ultima volta

Tra le mie braccia c’è un volto che non dimenticherò mai
Il tempo si è fermato
Distrutto dal tuo sguardo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.