MIKE TRAMP – For Første Gang

Titolo: For Første Gang
Autore: Mike Tramp
Nazione: Danimarca - USA
Genere: Pop Rock - Rock - AOR
Anno: 2022
Etichetta: Target Records

Formazione:

Mike Tramp: voce e chitarra
Søren Skov: piano, Hammond B-3 e sintetizzatori
Claus Langeskov: basso
Søren Bigum: pedal steel, mandolino, violoncello
Morten Hellborn: batteria
Søren Andersen: chitarra, sintetizzatori e cori


Tracce:

1. Det Jeg Var
2. Vejkort
3. For Første Gang For Altid
4. Jeg Holder Fast
5. Drømme
6. Hjem
7. Kys Jeg Ikke Gav
8. Flamme Og Benzin
9. Min By
10. Album


Voto del redattore HMW: 7,5/10
Voto dei lettori:
Ancora nessun voto. Vota adesso!
Please wait...

Visualizzazioni post:73

Nuovo lavoro per Mike Tramp, conosciuto dai più come voce degli indimenticati (quanto sottovalutati) White Lion.

Tramp ritorna con questo For Første Gang, un album composto da dieci tracce, tutte cantate in danese, sua lingua natale. E per la prima volta, in questo album, Tramp non è l’autore dei testi (composti da Lars Daneskov, amico di Tramp e autore della sua biografia), ma solo della musica.

Ci troviamo di fronte ad un disco intimista e delicato, per lo più acustico: un ottimo sottofondo musicale, sia per avere compagnia durante un lungo viaggio in auto, sia per rilassarsi e fare pace con se stessi, dopo una giornata pesante di lavoro.

Il fatto che sia cantato in danese non è un grande problema: di fatto, abbiamo le melodie giuste (Hjem, Min By”), i ritornelli che rimangono in mente (Jeg Holder Fast”, Vejkort” – quest’ultima fra le mie preferite) e soprattutto abbiamo delle atmosfere che trasmettono le giuste emozioni (Drømme”).

Insomma, un bel disco che si mantiene tutto su un buon livello, così come la prestazione vocale di Tramp. Il timbro, accattivante e soave allo stesso tempo, è uno dei punti di forza (che aiuta a sopperire alla voce non troppo potente) e vero marchio di fabbrica del cantante scandinavo, al quale ci ha abituato in oltre 45 anni (ebbene sì!) di carriera.

Il punto più alto viene raggiunto probabilmente con l’apertura Det Jeg Var” che riassume egregiamente l’album.

La buona produzione e degli arrangiamenti ben studiati (For Første Gang For Altid”, “Album”), danno un tocco in più ad un bel lavoro, forse atipico da recensire su HMW (alla fin fine è un disco decisamente pop rock più che AOR), ma che vi assicuro vale la pena di più di un ascolto.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.