IN.SI.DIA – Di Luce E D’Aria

Titolo: Di Luce E D'Aria
Autore: In.Si.Dia
Nazione: Italia
Genere: Thrash
Anno: 2022
Etichetta: Punishment 18 Records

Formazione:

Fabio Lorini – Basso, Voce
Manuel “Manny” Merigo – Chitarra
Alessandro Venzi – Chitarra
Paolo Pirola – Batteria


Tracce:

01 – Dentro Il Cerchio
02 – Welcome To My World
03 – Il Nostro Sogno
04 – Non Siate Complici
05 – Salto Nel Buio
06 – Tracce Silenziose
07 – Dimmelo Ora
08 – Rigenerato
09 – Nato Nel Vento
10 – Notte Diversa


Voto del redattore HMW: 8/10
Voto dei lettori: 9.5/10
Please wait...

Visualizzazioni post:77

Carissimi navigatori di Heavy Metal Webzine, eccomi prontissimo, nonostante un’influenza che mi ha di recente messo a dura prova, a darVi conto dell’ultima fatica discografica dei bresciani In.Si.Dia, nati nell’A.D. 1987 con il nome di Inviolacy.

Dopo aver pubblicato, nel 1991, il primo demo No Compromises, la formazione iniziò una repentina e fruttuosa gavetta dal vivo che le permise di conoscere Omar Pedrini dei Timoria, grazie al quale poterono registrare un altro demo. Nel 1993, sotto l’ala protettrice dell’etichetta Polydor, pubblicarono quindi il debutto discografico Istinto E Rabbia, non prima di decidere di cambiare nome in In.Si.Dia; prima di tutto per la scelta di utilizzare la lingua italiana nei testi, ma anche per avere un nome d’impatto che rappresentasse la quintessenza dello spirito del gruppo. Dopo un intenso tour italiano che permise al quartetto di potersi esibire, tra gli altri, con i Fight di Rob Halford, rientrarono in studio per dare alla luce, nel 1995, Guarda Dentro Te.

Dopo aver terminato un lunghissimo tour di supporto all’album, mentre si trovavano in studio per le registrazioni di un nuovo lavoro, il gruppo decise purtroppo di sciogliersi, per via dei soliti attriti intestini.

Nel 2013, grazie a Saverio Mollica dell’agenzia Cerberus Booking, la formazione decise di riunirsi suonando al Metalitalia.com Festival insieme a mostri sacri del calibro di At The Gates, Impaled Nazarene, Necrodeath e Master. Nel 2017, sotto l’ala protettrice della Punishment 18 Records, venne pubblicato Denso Inganno. Nel 2019 il batterista Alberto Gasperi decise di abbandonare e fu sostituito da Paolo Pirola. Nel novembre del 2021 fu pubblicato “Sentiero Della Guerra”, che altro non è che la nuova versione del brano “Warpath” (presente nella demo No Compromises degli Inviolacy). Infine, dopo la fine dell’emergenza sanitaria, i nostri guerrieri sono ora riusciti a regalarci quanto mi accingo a recensire. Lasciamo dunque che sia la musica a parlare.

Siamo dinnanzi ad una mazzata sonora di thrash puro ed inossidabile, caricato all’inverosimile di riff potenti, taglienti e deflagranti, degnamente supportati ed impreziositi dalla titanica prova vocale di Lorini. La cosa che colpisce maggiormente sono i testi: sembrano infatti essere stati scritti appositamente per creare sfacelo dal vivo ed esser urlati a squarciagola. Per farsene un’idea basta ascoltare “Dentro Il Cerchio”, “Welcome To My World” e “Il Nostro Sogno”, tre mazzate di thrash classico e senza fronzoli e che rappresentano in pieno la quintessenza degli In.Si.Dia. Gli amanti delle sonorità che strizzano l’occhio alla new wave del thrash troveranno piena soddisfazione ascoltando “Non Siate Complici”. Una citazione particolare meritano sicuramente “Tracce Silenziose”, brano che racchiude molteplici sfaccettature sonore, grazie anche a linee vocali meno aggressive ed a ritmi leggermente meno tirati; “Rigenerato”, che può essere considerato uno dei brani più pesanti ed oscuri dell’intero CD; e la fantasiosa “Notte Diversa”, una chiusura col botto caratterizzata da tempi di batteria fenomenali.

Non resta che fare nuovamente i complimenti alla band per essere ritornata veramente alla grande ed aver dimostrato ancora una volta, se mai ce ne fosse stato bisogno, di aver ancora voglia di spaccare il culo a tutti e che la scena metal tricolore gode di ottima salute e non ha nulla da invidiare ai colleghi d’oltralpe e d’oltreoceano.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.