TANZWUT – Silberne Hochzeit

Titolo: Silberne Hochzeit
Autore: Tanzwut
Nazione: Germania
Genere: Medieval Metal / Industrial
Anno: 2023
Etichetta: NoCut Entertainment

Formazione:

Mike “Teufel” Paulenz – bagpipe, lead vocals
Der Zwilling – bass, bagpipe
Thrymr – bagpipe, shawm
Pyro – bagpipe, shawm
Shumon – percussion, keyboard
Oually – percussion, key drum, electronic drums, riesentara, keyboard
Martin Ukrasvan – guitar, backing vocals, bagpipe, tromba marina


Tracce:

1. Labyrinth
2. Ihr wolltet Spaß
3. Meer
4. Was soll der Teufel im Paradies
5. Der Wächter
6. Niemals ohne dich
7. Lügner
8. Der Arzt
9. Im tiefen Gras
10. Vulkan
11. Dämmerung
12. Nein nein


Voto del redattore HMW: 7.5/10
Voto dei lettori: 4.0/10
Please wait...

Visualizzazioni post:375

Venticinque anni di carriera sono tanti e meritano di essere festeggiati nel migliore dei modi. I tedeschi Tanzwut arrivano a questo importante traguardo con “Silberne Hochzeit”, che tradotto significa appunto “Nozze d’argento”. Durante il periodo di pandemia mondiale dovuto al Coronavirus le abitudini delle band si sono standardizzate: niente tour, niente prove, tutti chiusi in casa per giorni, poi per settimane, poi per mesi, alla fine addirittura per un’anno e mezzo (due in certi casi). C’è chi è praticamente impazzito (non solo a livello artistico, purtroppo), chi ha sciolto il gruppo e chi, invece, ha approfittato di quel periodo di reclusione forzata per trovare nuove idee (anche molto positive) e nuove ispirazioni.

I Tanzwut, invece di guardare avanti, si sono guardati indietro e hanno deciso di comporre un disco con le loro vecchie canzoni, le più suonate dei primi album, quando ancora si esibivano nei piccoli locali della Germania. Silberne Hochzeit è il risultato di tutto questo, dove il loro leader Teufel ci prende per mano e ci porta in un affascinante viaggio alla (ri)scoperta delle radici dei Tanzwut e del loro medieval rock (o medieval metal, o medieval industrial o come volete chiamarlo). Ma leggendo il loro nome per la prima volta a chi potrebbero piacere i Tanzwut? Sono certamente un gruppo particolare che trae ispirazione da diversi generi.

Uno degli elementi di spicco sono gli strumenti medievali che potrebbero facilmente conquistare i fan degli In Extremo o dei Saltatio Mortis (o dei nostrani Folkstone), ma non va dimenticato il contorno profondamente industrial (seppure sempre melodico) che va a scomodare non tanto i Rammstein quanto i Pain di Peter Tägtgren. Il cantato, sempre in tedesco, potrebbe poi essere un’altra delle componenti fondamentali per avvicinare alla band di Berlino nuove schiere di seguaci.Un’altra delle caratteristiche dei Tanzwut riguarda la componente visiva: il loro leader Teufel ama il teatro, lui stesso è un costruttore di marionette ed è abituato ad intrattenere il pubblico con varie forme artistiche.

Ecco quindi che, nei tanti video presenti tratti da questa raccolta, possiamo rimanere colpiti non solo dalla musica, ma anche dai costumi, dalle movenze e dalla gestualità. “Silberne Hochzeit” è dunque un best of di brani risuonati dove potremo agitare la capoccia con “Im Tiefen Gras” o “Vulkan”, fare il pieno di malinconia con “Meer” o “Niemals Ohne Dich” o gustarci la più oscura “Dammerung”. Se poi vorremo gustarci i Tanzwut a 360° ecco i video di “Ihr Wolltet Spass”, “Der Arzt” o “Lügner”. Tutto questo in attesa delle nozze d’oro, noi saremo qui ad attenderle, il diavolo Teufel sicuramente non mancherà!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.