AXEL RUDI PELL – The Ballads VI

Titolo: The Ballads VI
Autore: Axel Rudi Pell
Nazione: Germania
Genere: Hard Rock
Anno: 2023
Etichetta: Steamhammer / SPV

Formazione:

Johnny Gioeli: voce e cori
Axel Rudi Pell: chitarra
Ferdy Doernberg: tastiera
Volker Krawczak: basso
Bobby Rondinelli: batteria


Tracce:

01. Revelations
02. Diamonds And Rust
03. Morning Star
04. Dust In The Wind
05. Hidden Secrets
06. Gone With The Wind
07. She’s A Lady
08. Room With A View
09. Fly With Me
10. As Blind As A Fool Can Be
11. I Put A Spell On You
12. Beyond The Light
13. Quarantined 1


Voto del redattore HMW: 5/10
Voto dei lettori:
Ancora nessun voto. Vota adesso!
Please wait...

Visualizzazioni post:199

Dopo un tot di dischi in studio il furbo, Axel Rudi Pell, continua a raccogliere le sue ballate degli ultimi album incidendole quindi in una compilation prevalentemente radiofonica. Adesso siamo arrivati all’edizione numero sei intitolata appunto The Ballads VI, che pesca da Knight’s Call del 2018, Sign Of The Times del 2020 e Lost XXIII del 2022. In più il tedesco, inserisce qualche inedito per non far sembrare la cosa troppo commerciale e poco interessante. Non dimentichiamoci che dalla prima uscita di lenti con The Ballads I del1993 e fino a The Ballads V del 2017, il teutonico ha venduto quasi trecentomila copie. Se a questo aggiungiamo che le sue più ascoltate canzoni su Spotify sono ballate, allora il cerchio si chiude. Quindi per l’etichetta Steamhammer/SPV e per lo stesso chitarrista e cantautore, queste uscite sono puro oro colato alle quali non rinunciare assolutamente. In quest’occasione troviamo due nuovi brani strumentali, due nuove cover e il nuovo e dinamico, “Morning Star”, primo singolo estratto dalla raccolta, che offre la solita melodia sdolcinata eseguita da un ottimo Gioeli dietro al microfono. Il ritornello è carino ma non eccezionale perché sembra già qualcosa di sentito in passato. In più l’americano John è più adatto, con le sue possenti timbriche, ad interpretare pezzi rock più duri e movimentati che canzoncine di questo tipo. Sinceramente mi aspettavo di più.

Le due cover sono: “Diamonds And Rust”, dell’americana Joan Baez, un classico di musica folk rivisto e riproposto discretamente nello stile proprio di Axel Rudi Pell. C’è pure una versione rock dei Judas Priest, ottima e molto più forte di questa del chitarrista di Bochum che non è purtroppo la versione migliore.

“Il mio obiettivo era una sorta di via di mezzo tra le due versioni folk e l’adattamento metal di Priest. Secondo me, la nostra versione ha il tipico stile ARP.” Spiega Pell.

Discorso diverso per l’altra cover: “Dust In The Wind”, dei leggendari Kansas che viene trasformata ottimamente in un lento molto intimo e riflessivo.

“Abbiamo deliberatamente lasciato fuori la batteria per rendere la canzone più morbida e calma. Il nostro arrangiamento prevede solo chitarra, tastiere e voce”. Afferma Pell.

La maggior parte delle composizioni hanno le loro radici tra la fine degli anni ’60 e gli inizi degli anni ‘70 come, “I’ve Put A Spell On You” di Screamin’ Jay Hawkins, cover di nuovo riproposta e trasformata completamente e ottimamente ai tempi da Axel in un pezzo scorrevole e romantico. Un’altra cover ripresentata nell’opera è quella di Tony Carey “Room With A View” del 1988, ripescata dall’album di sole cover Diamonds Unlocked II del 2021.Sinceramente non c’è altro da aggiungere su un disco inutile che non porta niente di importante e di utile anche al più sfegatato fan di Rudi Pell. Il songwriting è così prevedibile e ripetitivo che mette nell’ombra l’esperto Johnny Gioeli, mentre Pell risulta noioso e poco graffiante in tutta la durata del platter. Si apprezzano solo l’ottima produzione del disco e la bravura dei musicisti che attorniano il veterano germanico. A questo punto, aspettiamo con ansia e trepidazione il prossimo disco in studio per vedere all’opera una delle migliori band europee di melodic metal cimentarsi su ciò che sa fare sul serio: puro e tradizionale Rock and Roll!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.