David Ellefson : partito il 22 febbraio il “Bass Warrior Tour” europeo, stasera a Pisa


Visualizzazioni post:259

L’ex bassista dei Megadeth David Ellefson ha aggiunto altri spettacoli al suo “Bass Warrior Tour” inaugurale, abbellendo alcune città europee con un’accattivante serata di classici amati, tagli profondi e racconti approfonditi della sua illustre carriera. Questo viaggio comprenderà il suo ruolo di membro co-fondatore dei MEGADETH, il suo materiale solista ELLEFSON e altro ancora.
Ellefson, con entusiasmo, ha dichiarato: “Ho affrontato la mia carriera come quella di un guerriero musicale, sempre accompagnato dal mio basso. Non vedo l’ora di riportare queste canzoni sul palco, condividendo aneddoti introspettivi e divertenti sulla loro creazione. E’ stata una corsa sfrenata di note basse e posta in gioco alta!”
Ad accompagnarlo in questo tour c’è il chitarrista e direttore musicale italiano Andy Martongelli, un amico e collaboratore di lunga data che è stato al fianco di Ellefson durante le sue avventure soliste, “Basstory”, ELLEFSON-SOTO e ALTITUDES & ATTITUDE tour in tutta Europa. Alla batteria ci saranno Roberto Pirami (Michael Angelo Batio, Rowan Robertson, Gus G.), alla voce Titta Tani (EHFAR, ex-batterista dei GOBLIN di Claudio Simonetti) e alla chitarra ritmica Walter Cianciusi (Geoff Tate band).
Organizzazione TOUR a cura di “SRS Luciano”
Le Date del Tour:
22 febbraio – Il Peocio – Trofarello (Italia)
23 febbraio – Borderline Club – Pisa (Italia)
29 febbraio – Kill Joy – Roma (Italia)
01 marzo – Il Druso – Bergamoo (Italia)
02 marzo – Il Giardino – Lugagnano (Italia)
03 marzo – Fabrik – Cagliari (Italia)
05 marzo – Analog Live hall – Budapest (Ungheria)
07 marzo – Reigen Live – Vienna (Austria)
08 marzo – Eden Klub Underground – Broumov (Rep. Ceca)

09 marzo – L.A. Live Style Club – Cham (Germania)

10 marzo – The Pitcher – Dusseldorf (Germania)
12 marzo – MDN – Kolin (Rep. Ceca)
13 marzo – Bounty Rock Cafe’ – Olomouc (Rep. Ceca)
14 marzo – Kino Regis – Bochnia (Polonia)
15 marzo – Rc Mlyn – Vrutky (Slovacchia)
16 marzo – Kollosseum – Kosice (Slovacchia)
17 marzo – Randal – Bratislava (Slovacchia)
20 marzo – Club Helitehas – Tallinn (Estonia)

21 marzo – Club Melnā Piektdiena – Riga (Lettonia)

22 marzo – Club Vakaris – Vilnius (Lituania)
23 marzo – Bergkeller – Reichenbach (Germania)

DAVID ELLEFSON:
Ellefson ha iniziato la sua carriera come musicista hard rock all’età di 11 anni. Dopo una prima formazione che comprendeva (oltre a lui) solo tastiera e sassofono, iniziò a suonare il basso per via dell’esplosione dell'”heavy rock”. In seguito riprese in mano la chitarra che lo portò ad incrementare le sue capacità compositive; nello stesso periodo fu frontman di diversi gruppi della scena musicale del midwest nordamericano.
Ellefson incontrò Dave Mustaine una mattina di un giorno come tanti; Mustaine, ritornato a Los Angeles dopo esser stato mandato via dai Metallica, era in preda ai postumi di una solenne sbornia mentre Ellefson stava suonando la linea di basso di Runnin’ with the Devil dei Van Halen. Preso dal nervosismo, Mustaine prese un vaso di fiori e lo buttò sul condizionatore di Ellefson (Mustaine viveva nell’appartamento soprastante quello di Ellefson), infine gridò con quanto fiato aveva in gola di smetterla; pochi minuti dopo Ellefson bussò alla sua porta e chiese a Mustaine se sapeva dove poter acquistare delle sigarette e Mustaine rispose “Si, giù nella strada al negozio di liquori” e sbatté la porta in faccia ad Ellefson. Ellefson bussò nuovamente e chiese a Mustaine se avesse l’età sufficiente per poter comprare la birra e Mustaine rispose “L’hai detto”. Così scesero e comprarono una cassetta di Heineken. Dopo aver dialogato un po’, Ellefson sarebbe entrato poi a far parte del gruppo fondato da Mustaine, i Megadeth. In seguito a questo episodio, Mustaine fece ascoltare ad Ellefson No Life ‘Til Leather, il demo che Mustaine incise con i Metallica. Ellefson rimase affascinato dalla musica del disco ed abbandonò l’idea di entrare a far parte di un gruppo hair metal.
A parte il leader Mustaine, Ellefson è stato il membro più permanente nei Megadeth, da Killing Is My Business… And Business Is Good! (1985) fino a Rude Awakening (2002). Ha sempre mostrato una buona tecnica con il suo strumento, dando un ottimo contributo alla stesura dei brani. Musicalmente, Ellefson imparò molto da Mustaine, prendendo molti spunti dai suoi riff di chitarra, adattandoli al suo strumento, creando dei fraseggi molto interessanti (l’intro di basso di Peace Sells è entrato nella storia dell’heavy metal). In Rust in Peace raggiunge un’eccellente maturazione tecnica, creando giri di basso che ben si amalgamano con le ritmiche batteristiche di Nick Menza, definito dallo stesso Ellefson, il miglior partner musicale con cui abbia suonato. Inizialmente, Ellefson suonava il basso con le dita ma con il passare degli anni la musica dei Megadeth divenne più complessa e iniziò ad usare il plettro.
Dopo alcune diatribe con Mustaine, Ellefson intentò una causa ma senza successo. Quando i Megadeth si riunirono nel 2004, Ellefson rifiutò un’offerta di Mustaine per unirsi nuovamente al gruppo. Durante quel periodo è apparso in cinque tracce dell’album dei Soulfly Prophecy, ha suonato in un gruppo hard rock chiamato F5 e ha collaborato con la Peavey Amplifiers. Nel periodo del distacco dai Megadeth ha anche pubblicato un metodo di basso heavy metal chiamato Metal Bass. Dal 2006 entra a far parte dei Montrose assieme al suo collega nei Megadeth Jimmy DeGrasso. Il 9 febbraio 2010 è stato annunciato sul Myspace ufficiale dei Megadeth il ritorno di Ellefson, che ha preso il posto di James LoMenzo. Il suo ritorno ha coinciso con il ventennale di Rust in Peace, riproposto nella sua interezza durante il tour svoltosi in quell’anno. Nel 2014 ha formato assieme a Frank Bello gli Attitudes & Attitude, pubblicando l’omonimo album di esordio; nel 2019 tale gruppo ha fatto un tour in Europa settentrionale assieme al batterista Joe Babiak e il chitarrista Andrea Martongelli in apertura a Slash.
Al termine del 2019 Ellefson ha pubblicato il suo album da solista Sleeping Giants,[1] seguito da un tour assieme al musicista Thom Hazaerth alla voce e Andrea Martongelli alla chitarra.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.