Francesco Bergami

IN TORMENTATA QUIETE – Kronokota

In Tormentata Quiete

Una ricerca, quella della band In Tormentata Quiete, durata 5 album e più di 20 anni insieme. 18 anni orsono dall’ uscita del primo full-length, dall’impronta più spiccatamente black metal con influenze folk. Di strada ne è stata percorsa, fino ad approdare, già negli album successivi al debutto, ad un avantgarde metal estremo, sempre con forti diluizioni folkloreggianti. Riferimenti principali: … Leggi tutto

MARBLE – S.A.V.E.

Marble

Grande ritorno per la band pavese MARBLE, assente dalle scene dal 2008. Ritorno che vede un’importante novità nel cambio di formazione. Eleonora Travaglino alla voce, Norma Ceriotti alla batteria e Jacopo Marchesi alla tastiera vanno ad implementare il resto della formazione originaria, composta da Daniel Fleba al basso e i compagni d’ascia Omar Gornati e Paul Beretta. Sonorità accattivanti e … Leggi tutto

CRISIS – Armed & Kicking

Crisis

Un ‘best of’ quello degli statunitensi Crisis, composto da brani tratti delle prime due release, alcuni dei quali beneficiano di un remastering delle versioni ‘demo’ delle suddette songs. Operazione, quella di utilizzare le demo originali, che troverà sicuramente dei palati buongustai, desiderosi di assaporare l‘hard ‘n roll dal piglio metal degli americani; i “The Boys”, capaci già allora, ma anche … Leggi tutto

Anno Mundi

Anno Mundi

ANNO MUNDI : TERRE DI LEGGENDE NASCOSTE La svolta prog dei sabbathiani Anno Mundi, appena ventilata nelle uscite precedenti, è sicuramente la via percorsa in “Land Of Legends”, loro ultima fatica discografica, da noi recensita qui: Land Of Legends. Abbiamo parlato di questo e altro con le tre colonne portanti della band, il chitarrista Alessio Secondini Morelli, il tastierista Mattia … Leggi tutto

SOEN – Imperial

Soen

Sonorità moderne ma allo stesso tempo familiari, quelle che ci propongono gli scandinavi Soen, nati dalla creazione di Martin Lopez (ex batterista degli Opeth) e del noto bassista Steve Di Giorgio (ora non più in formazione); un disco che può essere riascoltato a ruota, senza che venga meno il piacere che deriva dal bagno emozionale che ne fuoriesce. Chitarre dense … Leggi tutto

THERION – Leviathan

Therion

Con questo album i Therion mettono insieme una collezione di hit che spazia dalle sonorità care a “Theli”, con brani in cui fioccano i duetti antifonali tra la voce maschile e quella femminile, a brani più sinfonici e lirici, con ampio utilizzo di cori. L’andamento è variegato e come sempre molto godibile; si va dalle facili emozioni di “Tuonela” (dove alla … Leggi tutto

WICKED MACHINE – Wicked Machine

Wicked Machine

Quando mi accingo a stendere una recensione, solitamente dopo un certo numero di ascolti abbozzo una ‘TRACK-BY-TRACK’ , auspicabilmente non troppo pedissequa; questo giusto per fermare le impressioni su carta, nel tentativo di non perdere quel filo che conduce il cuore attraverso il cielo perturbato della mente, tra fluttuanti ‘termini tecnici’ appresi negli anni della formazione. In più, in questo … Leggi tutto

ANNO MUNDI – Land Of Legends

Anno Mundi

Dopo ripetuti ascolti, necessari per dipanare la matassa del lavoro dell’ensemble romana, sono certo di trovarmi dinanzi ad una compagine che si destreggia in una scrittura musicale di alto livello. L’album è un crescendo. Si parte con ‘Twisted World’s Era’, brano senz’altro ben scritto ed eseguito, che tuttavia suona più come un esercizio di stile; diciamo un tributo al Dark … Leggi tutto

SOILWORK- A Whisp Of The Atlantic

Soilwork

In apertura dell’ EP a firma SOILWORK, ci si trova di fronte ad un’ epica song progressive, la stessa che da il titolo all’uscita. I SOILWORK si sono immersi nel presente, nella complessa e ardimentosa nostra realtà attuale. Il 2020 è stato un anno di grandi cambiamenti; i “nostri” si fanno interpreti dell’esigenza più immediata, che ci coinvolge tutti. Quando … Leggi tutto

L’IMPERO DELLE OMBRE – Racconti Macabri Vol.III

L'impero Delle Ombre

Accingendomi all’ascolto de’ L’Impero delle Ombre – Racconti Macabri Vol.III, ero sicuro di imbattermi in un’opera di monumentale profanità. Naturalmente le mie “aspettative” sono state incontrate a pieno dalla ‘nube’ solforosa che sprigiona da ogni capitolo dell’album. Siamo evidentemente alla presenza di una ‘congrega’ di “vecchio” pelo, che conosce molto bene la materia che tratta e la pratica con grande … Leggi tutto