Recensioni

PHIL STILES vs. SHANE AUNGST – The Anchorhold Dissolution

The Anchorhold Dissolution

Non che la sottoscritta disprezzi o malveda questo tipo di operazioni (tutt’altro). Non che non abbia la pazienza di procedere a confronti all’americana brano per brano per rintracciarne le diversità. Non che trovi alcunché di sbagliato in puntualizzazioni e pignolerie di sorta. Ma, buon Dio, quali emozioni e descrizioni apporta a The Archorhold la variante Dissolution (remix a cura di tale Shane Aungst) che già … Leggi tutto

SOULFLY – Totem

Totem

Da quando Max Cavalera ha lasciato i Sepultura (nel 1997) per dedicarsi al suo nuovo progetto, i Soulfly sono stati particolarmente puntuali in termini di pubblicazioni, che hanno seguito una cadenza costante ogni due o tre anni. Una costanza a livello creativo probabilmente anche figlia della scelta del cantante di collaborare con musicisti sempre diversi, cambiando spesso formazione. Sebbene il continuo mettersi, dopo decenni di … Leggi tutto

VIRGIN IDOL – Virgin Idol

VIRGIN IDOL

Come è successo ad ogni corrente artistica nel corso della storia, l’heavy metal degli albori, quello legato all’anticonformismo, all’estremizzazione di immagini e proposte musicali oltre che alla ribellione da “Gioventù Bruciata”, sta ritornando in voga grazie alle pubblicazioni di nuovi gruppi appassionati e desiderosi di riproporre quel tipo di suono. Tutto ciò fa sì che tra il marasma di uscite che ogni giorno affolla gli … Leggi tutto

JOURNEY – Freedom

Journey

I Journey, una delle band più iconiche di rock melodico al mondo, ritornano in pista dopo undici lunghissimi anni di attesa, pubblicando in questa bollente estate il nuovo Freedom che, date le enormi aspettative, delude un po’ per alcuni aspetti. Già sorprende una scaletta di quindici canzoni, non certo eccelse, specie se confrontate con quelle dell’illustre passato. La quantità non è sempre sinonimo di qualità. … Leggi tutto

AMON AMARTH – The Great Heathen Army

Signore e signori, let the raid begin. E mai frase fu più azzeccata per introdurre, degnamente, l’ultima fatica discografica degli svedesi Amon Amarth, una delle più conosciute icone del viking metal. I nostri guerrieri sono riusciti a regalarci l’ennesimo capolavoro che riesce a miscelare il puro e semplice genere “viking” ad influenze heavy e persino death melodiche. Infatti quest’ultima fatica è l’ennesima dimostrazione dell’evoluzione delle … Leggi tutto

GRIMA – Frostbitten

GRIMA

Recensione scritta da Fabio Perf A distanza di appena un anno dal precedente Rotten Garden, tornano i fratelli Vilhelm e Morbius, padri e padroni del progetto Grima, con un nuovo album, intitolato Frostbitten. I nostri proseguono il loro viaggio tra le foreste di taiga e le fredde lande siberiane. Lo stile non si discosta da quanto fatto coi precedenti dischi, rimanendo saldamente ancorato all’etichetta di … Leggi tutto

R. O. T. – Yomi No Kuni

Yomi No Kuni

I R. O. T. rientrano in quel novero di gruppi che hanno colto i pochi vantaggi derivanti dal periodo di quarantena – il tempo libero e l’agitazione interna della propria vena artistica – per rivalutare il proprio approccio alla composizione, orientando la bussola verso lidi espressivi particolarmente vari ed eclettici. Difatti, se con l’esordio Revolution Of Two (2018) il trio laziale si appoggiò ad impianti … Leggi tutto

CROSSING RUBICON – Perfect Storm

Crossing Rubicon

Ennesimo progetto da parte dell’italiana Frontiers, che questa volta mette insieme due musicisti che non hanno mai fatto parte dell’etichetta: il chitarrista, autore e produttore turco Cenk Eroglu (ex Winger, Xcarnation) e il cantante e bassista John Bisaha (The Babys). Il nome Crossing Rubicon si riferisce all’attraversamento del fiume Rubicone da parte di Cesare nel 49 a.C. e Perfect Storm è il loro esordio. I … Leggi tutto

BLEED FROM WITHIN – Shrine

Bleed From Within

Shrine, uscito lo scorso mese, è il sesto album del gruppo scozzese dei Bleed From Within nonché il lavoro che segna il loro passaggio dalla Century Media alla Nuclear Blast. Non si può non citare la bellissima copertina del bassista Davie Provian, il quale rivela, come già in passato, ottime doti artistiche evidentemente non solo in campo musicale. L’album (circa quaranta minuti di durata) non … Leggi tutto

AM SAMSTAG – Dualism

Am Samstag

Un minuto primo e quindici minuti secondi: tanto occorre perché si scoprano le carte. A trent’anni dal funerale della controcultura rock (coevo di altri funerali eminenti, che interessano questa rivista più in profondo), evento spartiacque nei costumi artistico-sociali dei tempi moderni, un clone dell’incolpevole ed inconsapevole gruppo che gettò quella palata di terra è sin quasi in ritardo sulle aspettative. Il momento è però giusto. … Leggi tutto