The Underground

Questo è il posto giusto per cercare le recensioni più di nicchia; piccole etichette, gruppi che hanno molto da dire, ma hanno poca visibilità, insomma ci trovate titoli Underground.

Ivory Tower – Stronger (2019)

Orientare le propensioni all’ascolto servendosi di etichette preconfezionate è spesso un azzardo. Comprendo perfettamente la necessità di circoscrivere l’area d’interesse, del resto la Massacre Records offre un catalogo ricco e variegato, ma optare per “Modern Progressive Metal” per descrivere la proposta degli Ivory Tower può rivelarsi fuorviante: sicuramente moderni nei suoni e nell’utilizzo di effetti, velatamente progressivi, indiscutibilmente metal, inteso … Leggi tutto

High Fighter – Champain (2019)

Un enorme agglomerato fangoso, intriso di rabbia, blues e miraggi, malamente avvolto in una lastra di metallo strinata dal sole, ha ostruito l’estuario dell’Elba, alle porte di Amburgo. Un’incisione sulla lastra, appena leggibile: HIGH FIGHTER. Nel grande porto tedesco transitavano, durante la seconda guerra mondiale, il petrolio e l’acciaio americani, destinati (diabolica la storia, eh?) al sostegno dell’industria bellica nazista. … Leggi tutto

Mortado – Rupert The King (2019)

Quando uno si approccia ad un disco metal di band nostrane lo deve fare, anzitutto, mantenendo un profilo di stima e rispetto per via di tutte quelle difficoltà artistiche proprie del nostro Paese a cui una band è tristemente sottoposta. In un contesto come il nostro, l’essere creativi e vivere della propria musica è complicato almeno quanto sia facile prostituire … Leggi tutto

Ulvedharr – World Of Chaos (2019)

Cari navigatori di Heavy Metal Webzine eccomi pronto a recensire il nuovo cd dei bergamaschi Ulvedharr, combo nato nel 2011 da un’idea del cantante e chitarrista Ark Nattlig Ulv che volle essere accompagnato dal bassista Klod, dai chitarristi Jakka e Manuel e dal batterista Paciot. Dopo aver pubblicato l’Ep “Viking Tid”, aver fatto una dura gavetta partecipando a vari festival … Leggi tutto

Hatriot – From Days Unto Darkness (2019)

Schiavi della doppia elica. Maledetto DNA…e i condizionamenti ambientali? Pesanti. In tutti i sensi. Essere figli di una leggenda vivente del metal americano può decisamente condizionare il tuo destino, anche se vivi ad un passo da una delle più prestigiose università americane. Ma il tuo sguardo è sempre rivolto lì, verso la Bay Area, le tue orecchie hanno assorbito il … Leggi tutto

Sūrya – Solastalgia (2019)

Questa non sarà una recensione facile, principalmente per le poche informazioni che ho sul gruppo. Il genere è Doom o come si definiscono loro Doom/Post Metal (non capirò mai perché il termine Post), vengono da Londra e quasi tutti i brani sono strumentali, con qualche sporadica registrazione di discorsi o dialoghi. Sono attivi dal 2014 e l’album che vado ora … Leggi tutto

Nibiru – Salbrox (2019)

I Nibiru si formano profeticamente nel 2012, anno per il quale, secondo una teoria diffusa da tempo, la Terra sarebbe dovuta essere distrutta da un grande pianeta di natura extraterrestre denominato appunto Nibiru o Pianeta X.  Dopo la ristampa di “Netrayoni”, la band piemontese ha rilasciato recentemente il loro quinto album “Salbrox” ovvero zolfo nel linguaggio enochiano, versatile nell’utilizzo e … Leggi tutto

Batushka – Hospodi (2019)

Il Grande Scisma. I proclami e le controversie sul controllo del nome “Batushka- Батюшка” hanno avuto, nel corso degli ultimi mesi, un duplice (voluto?) effetto. Hanno alimentato l’interesse sulle uscite quasi parallele dei due litiganti, Drabikowski da una parte, Krysiuk dall’altra, ma hanno anche ribadito, se mai ce ne fosse bisogno, la pretenziosità e l’inutilità di alcune dispute “dogmatiche”: abbracciare … Leggi tutto