The Underground

Questo è il posto giusto per cercare le recensioni più di nicchia; piccole etichette, gruppi che hanno molto da dire, ma hanno poca visibilità, insomma ci trovate titoli Underground.

Cloven Hoof – Age of Steel (2020)

Age of Steel

Ok ragazzi, ora mi riprendo. Ho avuto uno shock dopo aver ascoltato il pre-ritornello di “Touch the Rainbow” simile a quello di “The Evil That Men Do” e soprattutto “Alderley Edge” , praticamente una versione Power di “Seventh Son of a Seventh Son”, tastiere comprese. Ho ancora il dubbio se è un mega omaggio, un richiamo non voluto, un plagio … Leggi tutto

Wallop – Alps On Fire (2020)

Penso di potermi definire un ascoltatore curioso, a cui piace andare alla scoperta di band – nuove o vecchie non fa alcuna differenza – di cui non conosco la storia e, soprattutto, la musica: per questo non vedevo l’ora di approfondire la mia conoscenza dei tedeschi Wallop, approdati ad inizio anno nei ranghi di Pure Steel Records. Una band di … Leggi tutto

Sacred Sin – Born Suffer Die (2020)

Born Suffer Die

“Darkside”: l’esordio al fulmicotone dei Sacred Sin, acerbo e pazzesco mi fece ben sperare, ma già col secondo lavoro e soprattutto col terzo disco del 1999, mi resi conto che la proposta del gruppo non era più così originale e la caduta nella standardizzazione dei suoni mi portò a metterli in secondo piano nei miei ascolti. Poi nel 2017 uscì … Leggi tutto

Alkymist – Sanctuary

Sanctuary

L’alchimia è un antico sistema filosofico esoterico che si esprime attraverso il linguaggio di svariate discipline, come la chimica, la fisica, l’astrologia, la metallurgia e la medicina e diversi sono i grandi obiettivi che si proponevano gli alchimisti: conquistare l’onniscienza; creare la panacea universale, la trasmutazione di sostanze e metalli, la ricerca della pietra filosofale. Gli Alkymist sono una band … Leggi tutto

Infection Code – In.R.I (2019)

In.R.I.

Torniamo indietro di qualche mese al 2019. Periodo subito prima del Covid19. Stanno uscendo tanti dischi e ogni tanto è saggio ripescare qualcosa che ci è sfuggito o per il quale non abbiamo avuto tempo di approfondire. Il Nome Infection Code è già noto grazie ad un curriculum di tutto rispetto e ad una prolifera discografia che li vede arrivare … Leggi tutto

Tethra – Empire Of The Void (2020)

Empire Of the Void

E’ sempre molto arduo recensire un gruppo nazionale, se da un lato si vorrebbe essere di parte dando il massimo dei voti, dall’altro c’è spesso la delusione di trovarsi di fronte a gruppi che per sembrare forestieri, perdono identità, pompano i loro suoni in maniera assurda, si atteggiano a stranieri od addirittura non fanno suonare in studio neanche un tom … Leggi tutto

Blizzen – World In Chains (2020)

Lo avevo scritto qualche giorno fa, nel mese di aprile gli amanti delle sonorità tradizionali avrebbero avuto pane per i loro denti (o meglio, musica per le loro orecchie!) grazie alle nuove release di band come Mortician, Cirith Ungol, Cloven Hoof, Wallop e Blizzen, limitandomi a nomi di cui dovrei occuparmi personalmente! In queste righe ci concentriamo sugli ultimi citati … Leggi tutto

Dismal – Memento Mori (2020)

Il Cile non è solo la patria dei Betrayed e dei Cancerbero, ha anche un sottobosco metallico rigoglioso e per tutti i gusti. Soprattutto ha musicisti pieni di passione e convinzione per il metallo pesante. Non fanno eccezione i Dismal, che ci propongono con questo EP d’esordio, edito dalla Australis Records, un Doom/Death sulfureo e catacombale. Le idee musicali e … Leggi tutto

Monumentum Damnati – In The Tomb Of The Forgotten King (2020)

Il progetto Monumentum Damnati nasce nel 2018 dall’unione artistica di Abhoth e Thanatos, che da una non precisata zona dell’Est Europa si sono allungati in tutto il mondo per raggruppare musicisti idonei a dar vita a questo disco. Il gruppo si muove tra sonorità Death, Doom, Dark Metal tipiche di alcune formazioni tedesche di metà anni ’90 come Dark e … Leggi tutto