Excalion (Henri Pirkkalainen)

Visualizzazioni post:342

Intervista Excalion, Henri Pirkkalainen

La Finlandia è una terra ricchissima di bands heavy metal. Negli ultimi anni sempre più gruppi, sfruttando la scia del melodic power metal di Stratovarius e Sonata Arctica, sono emersi e si stanno evolvendo. Oggi incontriamo una band che potrebbe riservarci delle piacevoli sorprese in futuro, gli Excalion.

Salve a voi Excalion! Qui Alessio di www.entrateparallele.it, potete innanzitutto presentarci la band?

Ciao! Io sono Henri Pirkkalainen, noi Excalion siamo una melodic metal band finnica, ci siamo formati nel 2000 e abbiamo debuttato nel 2005 con “Primal Exhale”. Il nostro nuovo album, “Waterlines”, è il secondo ed è uscito da pochissimo tempo.

Come siete arrivati al contratto con la label Limb Music Productions?

Quando la nostra label “Sound Riot” si stava preparando alla release di “Waterlines”, noi ci stavamo comunque guardando intorno alla ricerca di una etichetta più grossa. Nel settembre 2006 la Sound Riot ci disse che un paio di grosse etichette europee erano parecchio interessate alla release del nostro nuovo album, una di queste era proprio la Limb Music, che ci fece l’offerta migliore, quindi noi accettammo.

Come mai il nome “Waterlines” per il nuovo album? E che cosa ci puoi dire riguardo alla splendida copertina?

Tutte le canzoni erano già state composte e preparate mentre noi stavamo ancora cercando un buon titolo per il nostro album. Jarmo Myllyvirta, il nostro tastierista e compositore, proposte il titolo “Waterlines”. Ci sono parecchi riferimenti all’acqua e strofe nei nostri testi che riguardano questo elemento, quindi ci è parso ovvio questo titolo.
Jason Juta è il ragazzo che si è occupato della cover, penso che rappresenti il suo punto di vista riguardo alla nostra musica. I suoi primi bozzetti erano molto differenti, ma penso che il risultato finale sia ottimo.

Intervista Excalion, Henri Pirkkalainen

Ascoltando “Waterlines” posso affermare che le vostre influenze principali siano legate agli Stratovarius e ai Sonata Arctica con il loro melodic metal, ti trovi d’accordo?

Sì, quando cominciammo a suonare gli Stratovarius erano per noi la principale fonte di riferimento. Ovviamente nel corso degli anni la nostra capacità musicale è diventata molto più completa, ma ancora oggi possiamo dire che gli Stratovarius influenzano ancora il nostro stile. Anche i Sonata Arctica ci piacciono molto.

Penso che “Waterlines” sia un buon album, ho apprezzato in modo particolare la voce di Jarmo Paakkonen. Quali sono secondo te i migliori ingredienti dell’album?

Concordo con te riguardo Jarmo, ha una voce molto bella, mi piacciono molto le melodie che vengono espresse. Non dimentico anche i meriti degli altri musicisti.

Ho visto il video di “Losing Time” che avete messo nel vostro album, si tratta probabilmente della vostra canzone più commerciale. Cosa puoi dire a riguardo?

Yeah, abbiamo pensato che per il nostro primo video dovesse essere con una canzone semplice e molto “catchy”. “Losing Time” ci è parsa fin da subito la più azzeccata e l’abbiamo scelta.

Intervista Excalion, Henri Pirkkalainen

In “Waterlines” è presente anche la versione in finlandese di “Arriving In The Dark”, come mai questa scelta?

Noi lavoriamo scrivendo prima i testi in finlandese e solo in seguito li traduciamo in inglese, perchè secondo l’etichetta l’inglese è un linguaggio più comune. Avevamo già una canzone scritta in finlandese nel nostro debut album “Primal Exhale” e abbiamo pensato di ripetere la cosa su “Waterlines”. Penso che sia una bonus track gradita anche per gli stranieri, in modo che possano sentire il suono del nostro linguaggio natale.

Lo scorso 5 aprile avete festeggiato i 10.000 contatti su myspace. Quanto è importante internet per gli Excalion?

E’ importantissimo. Al giorno d’oggi le bands hanno la possibilità di farsi conoscere tantissimo in rete, perchè i ragazzi amano navigare nelle “metal pages”. Abbiamo cercato di promuovere la band il più possibile attraverso il nostro sito www.excalion.com e successivamente con www.myspace.com/excalion. Molti dei nostri fans ci hanno conosciuto in internet perchè lo scorso tour non abbiamo potuto visitare molti posti.

Intervista Excalion, Henri Pirkkalainen

La Finlandia ha una grande tradizione in campo heavy metal, nomi come Stratovarius, Nightwish, Lordi, Sentenced, Children Of Bodom sono famosi in tutto il mondo. Secondo te qual’è il “segreto finnico”?

Secondo me l’approccio alla musica metal è molto forte nelle nostre vene. Probabilmente per via della malinconia finlandese. Non mi so spiegare nemmeno io come mai così tante GRANDI bands vengono dalla Finlandia. Potrebbe anche essere una semplice coincidenza, chi lo sa? ahah!

Cosa ci puoi dire riguardo al futuro e ad un eventuale tour, con eventuale passaggio in Italia?

Ci stiamo dando da fare per cercare di organizzare delle date sia in Finlandia che in altri paesi. Speriamo di fare qualcosa di buono, che comprenda anche l’Italia. Allo stesso tempo cercheremo di promuovere “Waterlines” il più possibile e intanto faremo un piccolo tour in Finlandia. In seguito cercheremo una nuova etichetta perchè è terminato il nostro contratto con la Sound Riot Records.

Vi ringrazio, l’intervista è finita. Chiudete con un messaggio ai lettori di www.entrateparallele.it e in bocca al lupo per tutti voi!

Grazie a te per l’intervista, è stata divertente. Tanti saluti a tutti i metalheads lì fuori. Acquistate “Waterlines”, vi assicuro che non ne rimarrete delusi! See Ya!

Sito ufficiale: www.excalion.com – www.myspace.com/excalion

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.