Ale (Machada Promotion, Fuzz Fuzz Machine)

Visualizzazioni post:463

Alle volte la tecnologia invece di aiutare crea solo casini. Ed ecco che l’intervista ad Ale di Machada Promotion (nonchè membro dei Fuzz Fuzz Machine) si perde nella rete e solo ora può essere pubblicata…
Questa intervista è stata realizzata a seguito del Maximum Rock Festival, tre giorni di metal e divertimento in quel di Trecate (No), a Luglio 2009. Attendiamo la seconda edizione leggendo queste righe.

Sulle pagine di EntrateParallele è il momento di parlare con Ale di Machada Promotion. Lui fa parte di questa agenzia e ha contribuito alla realizzazione del Maximum Rock Festival a luglio in terra Novarese. In quella sede ha potuto essere anche artista in quanto la sua band, i Fuzz Fuzz Machine, erano parte del bill insieme a Irreverence, Pino Scotto, Extrema, Metal Gang, Longobardeath e molti altri. Per tutti quelli che non hanno sentito parlare del festival questo è il momento per aggiornarsi: il Maximum Rock è stato un evento organizzato alla grande e con grandi nomi del panorama musicale italiano, a partire dalle band della zona novarese fino a gente che di certo non ha bisogno di presentazioni. Il primo giorno purtroppo una forte pioggia ha condizionato le band costringendo tutti ad una fuga sotto il tendone dell’area feste di Trecate. Il ritardo accumulato ha obbligato le band a ridurre il tempo a loro disposizione e a cancellare alcune esibizioni. Dopo la pausa gli Irreverence riescono a proporre ben pochi pezzi ed anche l’esibizione di Pino Scotto è in formato ridotto ma comunque esaltante. Il secondo e terzo giorno il tempo è decisamente clemente e viene sfruttata in pieno anche l’area piscina adiacente il palco. Dopo le esibizioni delle band locali, decisamente professionali e competenti, le due serate terminano con Longobardeath (nessuna presentazione per loro, sono ben conosciuti dai nostri lettori) e Metal Gang (cover band capitanata da Trevor dei Sadist e con la partecipazione di artisti di gruppi italiani). La domenica invece finisce con la prova dei grandissimi Fuzz Fuzz Machine seguiti dagli Extrema, con pubblico esaltato sotto il palco e grande prova della band. Un festival riuscito benissimo grazie anche alla partecipazione e al grande lavoro di tanta gente. Ed ora la parola ad Ale per una breve intervista/resoconto delle tre giornate:

Intervista Ale, Machada Promotion

Il festival è finito…purtroppo. Riesci a dare un giudizio sulla sua riuscita??

Come organizzatore la mia priorità fin dal concepimento del fest è stata quella di voler offrire al pubblico un evento vario (pur rimanendo ovviamente entro le coordinate della musica che amiamo), accessibile a tutte le tasche (biglietto 7€ con nomi come Pino Scotto, Extrema e Metal Gang e molti altri) e tecnicamente ineccepibile. A conti fatti, e soprattutto chiedendo pareri alla gente, il risultato della prima edizione è assolutamente positivo. Sono piovuti moltissimi complimenti dal pubblico e dagli stessi gruppi per l’organizzazione tecnico/logistica, e ultimo e non meno importante la gente si è davvero divertita, è stata bene e si è sentita “benvenuta”… particolare che mi rende orgoglioso perchè era esattamente la sensazione che volevo far provare a tutti gli utenti.
La differenza è stata la cura dei dettagli e il fatto di avere a cuore DAVVERO 1) il Rock’n’Roll! 2) La gente 3) Le bands.
In moltissimi hanno chiesto a quando una seconda edizione, e posso già dirti che da ottobre 2009 cominceremo subito a pianificare il Maximum Rock Festival Vol. II per l’estate 2010, e le sorprese non saranno poche…puoi giurarci.

Ci parli di “Machada”? fai una piccola presentazione…

Machada Promotion è un’agenzia di concerti che esiste dal 2007, fondata da Andrea Ge, già batterista di The Sharks, Exilia, Folder, Queenmania e moltissimi altri. Ci siamo conosciuti nel 2006 durante un festival a Modena dove lui suonava con i Folder e io con i Fuzz Fuzz Machine. L’anno dopo lui mi ha proposto di far parte dello staff e io mi sono buttato nell’avventura al 110% perchè Andrea mi ha ispirato subito fiducia e come me è malato di entusiasmo cronico, ahah!
Non meno importanti le figure di Ico (chitarrista degli Idols Are Dead) che si occupa soprattutto del management, rapporti con le etichette/magazines ecc. e Tommy (chitarrista dei Taster’s Choice) che è bravissimo a sviluppare rapporti con l’estero. Daniela invece cura tutto quello che riguarda il web, dal sito a facebook a myspace.
Con il tempo il nostro legame si è consolidato e il team è ogni giorno più forte, spinto dal sogno di creare eventi sempre migliori, semplicemente perchè la nostra passione per la Musica non solo è sempre immutata, ma addirittura in crescita… e meno male che invecchiando ci si dovrebbe sedere… ma io sul divano con le pantofole non mi ci vedo proprio!!!
Dagli inizi ad oggi abbiamo fatti grandi passi, sia per il livello delle bands con cui lavoriamo, sia per i locali/festival dove siamo presenti con le bands del nostro roster o per le bands straniere che portiamo in Italia… quello che conta è mantenere un atteggiamento umile perchè tutti possono insegnarti qualcosa, ma allo stesso tempo essere consci dei propri mezzi, cercando di accrescere la proprià professionalità di pari passo con il rispetto verso bands e pubblico.
Quello che voglio dire è che se fai questo lavoro devi veramente amarlo perchè i sacrifici sono davvero tanti, le ore di lavoro non si contano, ma può regalarti soddisfazioni impagabili e momenti davvero speciali, che rendono la vita degna di essere vissuta.

Intervista Ale, Machada Promotion

Tu hai vissuto l’evento sia da organizzatore che da artista con la tua band: che sensazioni si provano nelle due vesti?

Sì, una faticaccia cazzo!!! Sono due sensazioni completamente diverse: da promoter sei sempre di corsa avanti e indietro con permessi, controlli che nel backstage sia tutto ok, che gli orari vengano rispettati, quanta gente c’è, come vanno gli ingressi, che sul palco sia tutto a posto più gli inevitabili imprevisti, da quelli “light” a quelli un po’ più problematici… insomma uno stress davvero enorme perchè tu sei quello che deve far filare tutto liscio, problemi o meno, e possibilmente lo devi fare con il sorriso sulle labbra per infondere fiducia a chi ti sta intorno e ha meno esperienza di te… ma è la giusta attitudine!
Come musicista è stato fantastico perchè lo stress accumulato l’ho scaricato completamente durante i 40 minuti del set… avevo addosso una bomba pronta ad esplodere, e così è stato… inoltre anche gli altri Fuzz erano carichissimi e grazie al nostro fonico Fabio “The Reverend” Recupero i suoni erano perfetti, non si poteva chiedere di meglio. Il pubblico come hai visto ha risposto in modo pazzesco e i risultati li abbiamo visti al banchetto del merchandise, moltissimi si sono portati a casa “The Most”, il nostro nuovo album. “Bellissimi” è l’aggettivo giusto per definire quei 40 minuti… se poi ricevi i complimenti da una band come gli Extrema, vuol dire che hai fatto bene il tuo lavoro ed è la ciliegina sulla torta.

Con i Fuzz come va? progetti al momento e futuri?

La priorità è far uscire “The Most” anche in Italia, per ora il disco è uscito il 29 giugno con Casket/Copro in UK, Francia, Spagna e Portogallo.
Ora stiamo trattando con due etichette per farlo uscire in Italia, nel resto dell’Europa, in Giappone e ovviamente in formato digitale.
Sai meglio di me che i dischi ormai si vendono poco, ma avere una distro all’estero significa avere la possibilità di organizzare un tour fuori dall’Italia, e questo è lo step numero due.
Grazie a Machada stiamo riuscendo a suonare in situazioni perfette per noi, durante l’estate abbiamo potuto suonare, tra gli altri, con Extrema, Pino Scotto, Linea 77 e ogni volta (puoi guardare il nostro myspace o il nostro facebook) la risposta del pubblico è stata fantastica, e questo è il massimo che una band può chiedere da un concerto… l’emozione di conquistare le persone dando il 110% di quello che hai, artisticamente, fisicamente e mentalmente.
A inizio luglio eravamo headliner di un festival a Orvieto e abbiamo ricevuto un’accoglienza fantastica dallo staff e dalle bands di supporto; cerchiamo sempre di rapportarci con la massima umiltà con tutti, perchè questi momenti sono rari e preziosi, e vanno trattati con rispetto nella speranza di poterne vivere il più possibile… poi saliamo sul palco e diventiamo dei serial killer, ma questo è un altro discorso ahahah!
In autunno, mentre continueremo a suonare dal vivo in tutta Italia e speriamo al più presto all’estero, cominceremo a lavorare sui pezzi nuovi; per ora abbiamo steso alcune bozze ma è presto per parlarne, invito invece tutti i lettori di Entrate Parallele a vivere un live dei Fuzz per scoprire se ho detto un sacco di cazzate o se davvero possiamo meritarci una chance. Noi come al solito daremo il 110%, su questo non ci piove!

Intervista Ale, Machada Promotion

Bene, siamo alla fine. Grazie di tutto e se hai altro da raccontare fai pure.

Intanto un grazie di cuore a te per lo spazio concesso, e poi da parte mia e dallo staff di Machada un enorme e sincero grazie a tutto lo staff di Chaos Collision e a tutte le persone che hanno dato il loro prezioso, anzi indispensabile supporto durante il Maximum Rock Festival. Parlo di decine di persone che si sono offerte di aiutare, di stare sotto il sole a cuocere per ore, di montare e smontare il palco, di lavorare al bar, alla cassa, agli stand per il puro e semplice piacere di far parte di qualcosa di bello.
Non lo dò per scontato e non me lo posso dimenticare, grandissimi.
Chiudo con una domanda: Siete pronti per la seconda edizioneeeeeeeeee?!?!?!?!?!?!

Sito Machada Promotion: www.machadapromotion.com
Myspace Maximum Rock Fest: www.myspace.com/maximumrockfest

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.