Agony Face – CLX Stormy Quibblings (2013)

Titolo: CLX Stormy Quibblings
Autore: Agony Face
Genere: Surrealistic Death Metal
Anno: 2013
Voto del redattore HMW: 8,5
Voto dei lettori:
Ancora nessun voto. Vota adesso!
Please wait...

Visualizzazioni post:858

Gli Agony Face suonano musica estrema. Punto. Quanto estrema??? Tanto che si esce dai canoni classici per ritrovarsi nel progressive per ritornare al caro vecchio death metal alla Death. Esagero??? Ascoltate per credere…

La band è nata nel 2006 e dopo consueti cambi di formazione e assestamenti è arrivata alla pubblicazione del primo disco nel 2011. Partendo da un technical death metal, il gruppo ha inserito sempre più elementi progressivi arrivando a definirsi in modo strano: Surrealistic Death Metal. L’ascolto non è facile, sono tantissimi i riff di chitarra per ogni pezzo, stacchi improvvisi e brutali (come solo nel death metal) e passaggi “strani” con dissonanze create magistralmente (come solo nel prog?). Il risultato è strepitoso, anche perchè la qualità della registrazione è superlativa. Si alternano tracce dove si sta su canali più standard (ma sempre di livello esagerato, non scordatelo!), come “The Sublimation”, dove la band sembra prendere le misure e tentare di avvicinare l’ascoltatore, ad altre più strane e prog a partire dalla seconda “Into the Keyhole”; lunghe parti strumentali dove la melodia diventa parte fondamentale che si evolvono in passaggi che non sono da tutti. Rico e Alex intrecciano le loro chitarre alla perfezione con una maniacale precisione, oltre ad una spaventosa pulizia nel sound. Molto particolare la titletrack, che inizia con chitarra acustica (e imprecisati suoni elettronici): potrebbe essere tutto tranne che “ultratecnicodeathmetal” e, inutile dirlo, richiama i Cynic e quel loro allontanarsi dal metal estremo dimostrando grandi capacità di creare qualsiasi cosa. Stesse impressioni anche sulla splendida “Sophisticated Telescopes”, dove gli intrecci di genere aumentano ancora rispetto all’inizio del cd, come se la band avesse finalmente deciso di abbandonarsi all’ispirazione. E che dire di “To (t)rust the T(rust)”? Geniale in tutto, dal titolo alla musica (con un finale inaspettato).

In definitiva, un ottimo disco!!! Difficile davvero trovare degli aspetti negativi… Produzione, sound, copertina (come sempre interessante e con tanti dettagli), pezzi: tutto incastrato alla perfezione. Per arrivare ancora più in alto gli Agony Face non devono fare molto: solo lasciarsi andare, e non rimanere troppo attaccati al genere.

Tracklist:
1. XVI – The Sublimation
2. XVIII – Into the Keyhole
3. XIV – Ice, Smoke and Horses
4. XV – What? Chimera!
5. CLX – Quibblings
6. XI – Sophisticated Telescopes
7. XVII – Golden Waterfalls part IX
8. XVII – Golden Waterfalls part VI
9. XII – To (t)rust the T(rust)

Line-up:
Riccardo “RICO” Ricotti – Chitarra
Alessandro “BASS” Bassi – Batteria
Alessandro “ALEX” Uberti – Chitarra
Mirko “DOUBLE M” Montrasio – Basso
Davide “DAVE” Guarinoni – Voce

Sito ufficiale: www.agony-face.com
Facebook: www.facebook.com/agony.face
Etichetta My Kingdom Music – www.mykingdommusic.net

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.