Beyond – “Fatal Power Of Death” (2013)

Titolo: Fatal Power Of Death
Autore: Beyond
Genere: Black / Death Metal
Anno: 2013
Voto: 7,5

Visualizzazioni post:658

Elogiati a destra e a manca, i tedeschi Beyond – nati nel 2008 come Shapeless – propongono un black/death metal bestiale paurosamente furioso e blasteggiante che riesce a non essere nè banale nè ripetitivo. Le loro canzoni sono infatti caratterizzate da notevoli cambi di tempo, assoli ottimamente eseguiti e perfino – udite udite! – da qualche rara melodia (presente nel tour de force da 7 minuti e 40 di “Definite Decease (In The Deathchamber Of Salvation)”).
L’ unica parola che mi viene in mente per descrivere la musica dei Beyond è “caos”, il che viene confermato ampiamente dalla voce: un grugnito profondo, animalesco ed intensissimo come pochi. Peccato però che spesso e volentieri essa scompaia per parecchi tratti, soprattutto in un pezzo come quello sopracitato, che ad un certo punto diventa una specie di strumentale. Inoltre il lavoro vocale dopo un po’ si fa meccanico e prevedibile (quindi limitato praticamente al solo schema a strofa-ritornello), aggiustando leggermente il tiro nelle ultime due canzoni, come in “Appearance From Beyond”, dove nell’ossessivo e malato finale pieno di un riffing dissonante il nostro lancia urla torturate che neanche Varg Vikernes.
Altra mancanza dei Beyond è da ravvisare in certi passaggi che non vengono sviluppati per bene (e qui citerei  la parte centrale di “Merciless At Heart” e le futili melodie di “Definite Decease”.
Eppure “Fatal Power of Death”, album di debutto dei Beyond completo di otto pezzi per 49 dolorosi minuti e pubblicato dalla sempre attenta Iron Bonehead, si becca lo stesso un bel sette e mezzo. Questo perchè l’album è di un’ultra-violenza incredibilmente bestiale unita ad una capacità e ad un raro coraggio di partorire pezzi abbastanza complessi e belli lunghi (eh sì, perchè dovete pensare che l’ultimo brano, “Consuming Black Void”, dura la bellezza di dodici minuti, dei quali gli ultimi cinque sono paranoici e particolarissimi, roba da manicomio!). Vabbè certo, siamo ben lontani dai livelli cervellotici degli inglesi Abyssal (e per fortuna, dico io!) ma accidenti, non tutti riescono a fare brani così intensi ma allo stesso tempo così ben strutturati in un genere così essenziale e istintivo come il black/death bestiale. Ergo i Beyond, pur essendo profondamente vecchia scuola, sanno veramente come essere originali al contrario di moltissimi altri gruppi.

Tracklist:
1 – Expressions of Invincibility
2 – Merciless at Heart
3 – Whirlwinds of Chaotic Carnage
4 – Fatal Power of Death
5 – Schizopsychotic Eruption
6 – Definite Decease (in the Deathchamber of Salvation)
7 – Appearance from Beyond
8 – Consuming Black Void

Line-up:
R. – voce/chitarra
N. – chitarra
R. – basso
M. – batteria

Facebook: https://www.facebook.com/beyondgermany
Etichetta Iron Bonehead – http://www.ironbonehead.de/

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.