Slider by IWEBIX

Deadly Carnage – Manthe (2014)

Pubblicato il 11/04/2014 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Manthe
Autore: Deadly Carnage
Genere: Post Black / Doom
Anno: 2014
Voto: 7/8

Visualizzazioni post:432

Tornano sulle nostre pagine i Deadly Carnage e come nelle precedenti occasioni sono sempre i benvenuti visto il bel livello qualitativo che ci portano.
La band riminese è ormai conosciuta ed affermata nell’underground italiano grazie ad una ricerca musicale continua (loro dichiarano di suonare “post black / doom”) che album dopo album si fa sempre più convincente e personale.
Il nuovo album “Manthe” – dal titolo enigmatico ed avvolto nel mistero – si apre con il grido quasi disperato di “Drowned Hope”, che mostra sin da subito la grande base melodica che i Deadly Carnage non hanno abbandonato rispetto ai precedenti lavori. Rimangono alcuni pezzi riconducibili al black metal di matrice classica come “Carved In Dust” ed “Electric Flood” ma i ragazzi danno il meglio quando possono sperimentare, avvicinandosi in questo modo ai superbi Novembre. “Dome Of The Warders” è forse il brano migliore del lotto, che si esalta anche per l’inserimento del flauto traverso, melodico e sognante con un video che gli rende pieno merito. “Beneath Forsaken Skies” ci mostra specialmente nel finale le reminescenze doom mai sopite dei Deadly Carnage, così come la successiva “Il Ciclo Della Forgia” continua la tradizione del quintetto di realizzare pezzi in lingua madre. La resa di questa canzone è ottima, un crescendo di rabbia e malinconia con un testo mai banale (caratteristica – questa dei testi – che da sempre è un ulteriore punto di forza della band).
Il disco si chiude con la lunga titletrack, quasi 15 minuti che riassumono tutta l’opera dei Deadly Carnage che qui si lanciano ancora di più nella sperimentazione, fornendoci ulteriori ed interessanti elementi che in futuro potrebbero svilupparsi.
“Manthe” è davvero un ottimo album, ben prodotto, con una registrazione efficace e un booklet che rispecchia la rabbia mista alla malinconia che i Deadly Carnage vogliono mostrare al mondo. In questo momento la band riminese ci sembra davvero in grado di competere con band ben più blasonate a livello europeo e ci pare che la loro ricerca non sia ancora terminata, staremo a vedere cos’altro ci riserveranno nel loro futuro tetro e malinconico.

Tracklist:
1 – Drowned Hope
2 – Dome of the Warders
3 – Carved in Dust
4 – Beneath Forsaken Skies
5 – Il ciclo della forgia
6 – Electric Flood
7 – Manthe

Line-up:
Marcello – Voce
Alexios – Chitarre, Tastiere
Dave – Chitarre
Adres – Basso
Marco – Batteria, Percussioni

Facebook: https://it-it.facebook.com/DeadlyCarnage
Etichetta ATMF (De Tenebrarum Principio) – http://www.atmf.net/

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *