Slider by IWEBIX

Nebiros / Nekromanteion – “In Command Tenebrae” (2014)

Pubblicato il 3/06/2014 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: In Command Tenebrae
Autore: Nebiros / Nekromanteion
Genere: Black / Death metal
Anno: 2014
Voto: 6,5

Visualizzazioni post:394

La tedesca Iron Bonehead (una label attenta, tanto che quando si tratta di supportare un gruppo promettente non si tira mai indietro) ha rilasciato il 27 Gennaio 2014 uno split fra due realtà sudamericane, cioè i colombiani Nebiros (dei veterani attivi addirittura dal 1990 e con due album alle spalle) e i giovani boliviani Nekromanteion che, a differenza dei primi, già conoscevo. Lo split è composto da un solo pezzo per ogni gruppo, ma almeno i brani sono belli lunghi, risultando così abbastanza utili per capire le caratteristiche e potenzialità delle due band.
Si comincia con “Yo Pecador” dei Nebiros, quasi sei minuti di un essenziale black metal disperato e melodico cantato in spagnolo. Il pezzo, che parte con una buona introduzione acustica, è caratterizzato più che altro da un tempo medio semplice ma efficace, mentre la voce è un classico urlo black metal un po’ “torturato”. Non passa inosservata la struttura della canzone che, fra accelerazioni (ma scordatevi i blast-beat, completamente assenti), pause acustiche e tempi medi praticamente di stampo heavy metal, arriva addirittura ad un breve assolo totalmente inaspettato, costruendo così alla fine un climax ben architettato. Non mi aspettavo nulla da questo gruppo, ma dico già che questo è l’episodio migliore dello split. Ah, complimenti anche al bassista!
Si continua con “Occult Revelations” dei Nekromanteion, e quindi passiamo a tutt’altra musica. Siamo infatti al cospetto di un gruppo completamente devoto al nero verbo dei canadesi Blasphemy (influenza che si sente molto anche nelle decelerazioni) e degli statunitensi Von (come nella voce con annessa eco rimbombante e infernale), cioè, per farla breve, del più classico black/death bestiale, genere che viene seguito fra l’altro moltissimo nel Sudamerica grazie a formazioni come Goatpenis, Seges Findere o Infernal Curse (di cui il bassista Nekromutilator ha fatto per un po’ parte). “Occult Revelations”, introdotta in stile rituale, è una canzone così essenziale che non ha nemmeno un misero assolo, e in più alcuni suoi passaggi sono letteralmente ossessivi, dato che vengono suonati più del solito. E così il pezzo dura ben cinque minuti, che però vengono gestiti abbastanza bene anche in virtù di un’aura caotica che aiuta sempre. Peccato però per la produzione, o meglio, per la batteria, ascoltabile nei tempi medi ma un po’ confusionaria durante le sfuriate in blast. Però in questo caso mi devo rimangiare le parole scritte nell’introduzione, visto che forse per i Nekromanteion un secondo pezzo, utile per testare ancor meglio le loro potenzialità, non avrebbe fatto male, anche perché hanno pubblicato finora un solo demo (di quattro pezzi, nel 2012).
A me gli split sono sempre piaciuti perché così puoi conoscere in quattro e quattr’otto due o più gruppi, se poi questi risultano essere molto diversi fra di loro è ancora meglio, proprio come in questo caso. Nel complesso, i Nebiros si beccano un 7 mentre i Nekromanteion un più semplice 6, ergo lo split si prende un 6,5. I secondi andranno verificati con un disco un po’ più consistente, ma per ora sono su una buona strada.

Tracklist:
Nebiros: 1 – Yo Pecador
Nekromanteion: 2 – Occult Revelations

Line-up:
Nebiros:
Bael – voce/chitarra/basso
Maleficere Te Deum – chitarra
Dominus Saevitum – batteria

Nekromanteion:
Asag – voce/chitarra
Nekromutilator – basso
Demoniac – batteria

Sito etichetta: http://www.ironbonehead.de
Facebook Nebiros (non ufficiale): https://www.facebook.com/pages/Nebiros/42834768707
Nekromanteion su Metal-Archives: http://www.metal-archives.com/bands/Nekromanteion/3540362039

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *