Slider by IWEBIX

Lions Of The South – Chronicles Of Aggression (2014)

Pubblicato il 24/06/2014 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Chronicles Of Aggression
Autore: Lions Of The South
Genere: Heavy / Thrash Metal
Anno: 2014
Voto: 6,5

Visualizzazioni post:942

Pubblicano il loro disco di debutto i Lions Of The South, che arrivano dalla Florida ma, ci tengono a sottolineare, hanno radici sudamericane. Il trio ci offre un robusto metal dal taglio moderno ed articolato che parla le lingue del thrash, dell’heavy e del groove.
L’album si contraddistingue per una compattezza d’insieme resa tale dai suoni, da una produzione all’altezza, dalla capacità tecnica dei singoli elementi e dalla voce aggressiva ed abrasiva di Cristobal Perez. I testi si occupano di esplorare il lato oscuro dell’animo umano ed esprimono concetti inerenti la psicologia, la filosofia e la spiritualità.
La potenza e l’elaborazione con le quali sono stati scritti i pezzi sono i due elementi che colpiscono al primo impatto. Dopo l’intro “Awakening” si parte in quarta con “Vicious Cycle”, bel pezzo, tra i migliori del lotto, veloce e diretto, interrotto solo da un break centrale prima dell’assolo di chitarra. Le trame tessute da Perez e la sezione ritmica al fulmicotone sono un’ottima presentazione. Buona anche la successiva “In Your Hands”, forse un poco più debole della precedente, almeno nel ritornello. Stesso appunto per “Chronicles Of Aggression”, la titletrack, dalle ritmiche particolarmente vicine al thrash. Dopo “Reflection”, che rallenta per un attimo i tempi, è la volta di “A Call To Act”, ancora riconoscibile per l’incedere thrasheggiante, almeno per la prima metà, poi più lenta e al servizio della chitarra di Perez. Più coinvolgente, nonostante si perda un po’ nel finale, mi è parsa “Reflection”, che inizia con un riff memore dei Death Angel e continua spingendo sull’acceleratore.
Concludono il disco le tracce più lunghe (entrambe sui sette minuti) ed elaborate, a mio avviso entrambe meritevoli: “Mirroring Hells” mostra soluzioni differenti e ritmiche più rallentate, con passaggi puliti. “Countdown” risulta uno dei pezzi più riusciti: è in grado di conservare la propria struttura pur attraversando diversi ritmi e registri.
“Chronicles Of Aggression” è un lavoro interessante, che lascia il gusto e la soddisfazione di ricercare lungo l’ascolto le diverse sfaccettature e soluzioni tecniche concepite dai tre americani. Va detto che non tutto l’album mantiene lo stesso livello qualitativo e la compattezza del platter diventa così un’arma a doppio taglio. Detto questo, restiamo più che fiduciosi per il futuro e in attesa che la scintilla dei Lions Of The South non tardi a brillare.

Tracklist:
01. Awakening
02. Vicious Cycle
03. In Your Hands
04. Chronicles Of Aggression
05. Reflection
06. A Call To Act
07. Rising Sun
08. Mirroring Hells
09. Countdown

Line-up:
Cristobal Perez – voce, chitarra
Andres Nayar – batteria, percussioni
Felipe Vilches – basso

Facebook: www.facebook.com/lionsofthesouth
Etichetta Rock N Growl – http://www.rockngrowl.com/

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *