Slider by IWEBIX

Wild Throne – Blood Maker (2014)

Pubblicato il 16/07/2014 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Blood Maker
Autore: Wild Throne
Genere: Metal / Progressive
Anno: 2014
Voto: 9

Visualizzazioni post:1703

A volte succede: a furia di scandagliare il web alla ricerca di novità musicali (o più semplicemente di band mai sentite) capita di imbattersi casualmente proprio in ciò che speri di incontrare. Sono rimasto attratto dalla copertina del nuovo mini dei Wild Throne da Bellingham (località dello stato di Washington negli Stati Uniti) e mi sono messo ad ascoltare i tre pezzi incisi dalla band. Da allora sono rimasto in trepidante attesa fino ad avere il tempo necessario per recensire questo Ep edito solo in vinile (per Brutal Panda records) o disponibile in mp3 download. Si tratta della prima uscita ufficiale del gruppo anche se, in realtà, stiamo parlando di un trio che fino al 2013 si chiamava Dog Shredder e che ha realizzato due mini Ep sempre in vinile. Il cambio di nome coincide e sottolinea una differenza ed una crescita evidenti dal punto di vista creativo e compositivo.
I pezzi sono uno più bello dell’altro: la batteria è un vero martello, con passaggi intricati e complicati (basta ascoltare l’inizio di “Shadow Deserts” per domandarsi come faccia Noah Burns a seguire il filo di ciò che sta suonando!); la voce, fuori dai canoni dell’heavy metal, è splendida, emozionante come poche, rabbiosa e drammatica, ma perfettamente incastrata nella furia della tempesta. La chitarra “liquida” segna il passo delle melodie e riporta all’ordine la sezione ritmica. Il basso si sente eccome e si prende tutto lo spazio che ha a disposizione.
Il risultato è entusiasmante: i Wild Throne sono alchimisti della musica, riescono a mescolare e fondere elementi noti, trasformandoli attraverso un processo creativo il cui effetto sull’ascoltatore è quello della sorpresa di chi vede della magia laddove “dai metalli si ottiene l’oro”.
A questo punto vi starete domandando: quali gruppi citare come influenze della band? A mio avviso direi che importa poco, ma possiamo affidarci a quanto affermato dal trio: un mix dinamico di elementi di Judas Priest, Mastodon, Queen, The Mars Volta, classic metal, thrash e progressive rock; a cui io aggiungerei System Of A Down, in particolare per “The Wrecking Ball Unchained”.
Il tocco finale lo danno i testi: freschi e originali, perfetti per il mix compositivo dei Nostri.
Per quel che mi riguarda questa è una delle uscite dell’anno che rende grandioso l’essere metallari nel 2014. Il voto finale lascia margine a questi ragazzi “alchemici” di ottenere in futuro qualche “carato in più dal loro oro”.
Sono riuscito a farvi venire voglia di avvicinare questi Wild Throne? Bene, ma state attenti! Dopo aver ascoltato “Blood Maker” il vostro cuore potrebbe cominciare a soffrire di aritmia!

Tracklist:
01. The Wrecking Ball Unchained
02. Shadow Deserts
03. Blood Maker

Line-up:
Joshua Holland – voce, chitarra
Jeff Johnson – basso
Noah Burns – batteria

Facebook: https://www.facebook.com/wildthrone
Bandcamp: http://wildthrone.bandcamp.com/

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *