Slider by IWEBIX

Born Of Fire – Dead Winter Sun (2014)

Pubblicato il 3/01/2015 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Dead Winter Sun
Autore: Born Of Fire
Genere: Heavy Metal
Anno: 2014
Voto: 7

Visualizzazioni post:406

Arrivano dall’assolata Arizona i Born Of Fire, band proveniente dalla capitale Phoenix dove hanno avuto la loro genesi nel 1995: la discografia dei Nostri annovera una demo (1999), il full length d’esordio autoprodotto “Transformation” dell’anno successivo ed un EP del 2001, dopodichè piombano in uno stato di pausa perdurato fino ad un paio di anni orsono, quando l’interesse generato da “Anthology” – compilation edita dall’ellenica No Remorse Records che racchiude tutto il materiale citato in precedenza – portò nuovo interesse nei confronti della band, il cui passo successivo fu, ovviamente, quello di uscire dal letargo.
Con una formazione rinnovata grazie all’innesto del bassista Michael Wolff (l’ultimo in ordine di tempo) e del cantante Gordon Tittsworth, la macchina Born Of Fire si rimette in moto e, in questi ultimi mesi del 2014, vede arrivare sul mercato il suo secondo album “Dead Winter Sun” attraverso i canali della teutonica Pure Steel Records.
Accompagnato da un bell’artwork di copertina, “Dead Winter Sun” si avvale di un variegato heavy metal dai connotati tradizionali dove sono percepibili sia le influenze britanniche (in particolare in alcuni frangenti chitarristici) che quelle possenti e rocciose di matrice US Metal ed in cui, in misura minore, ritroviamo la ricercata eleganza di un certo metal progressivo ed una buona dose di atmosfere, ulteriormente evidenziate dall’oculato utilizzo delle tastiere: musicalmente, l’impasto sonoro ottenuto dai Born Of Fire mostra una buona personalità e mi porta alla mente elementi riconducibili agli onnipresenti Iron Maiden, ai Destiny’s End, agli Iced Earth ed ai Fates Warning più recenti mentre, per quanto riguarda il comparto vocale, è davvero ottima la prova del nuovo cantante Gordon Tittsworth, che dimostra di essere in possesso di un’ugola molto versatile e poderosa, ricordandomi a tratti – con le ovvie e debite proporzioni – quella di Mr. Bruce Dickinson.
“Dead Winter Sun” è un disco dai contenuti gradevoli, dove potenza e melodia vanno a braccetto e sono ben coniugate attraverso un songwriting convincente, per una tracklist che ci offre composizioni soddisfacenti e ben strutturate, il cui livello qualitativo si pone leggermente sopra la media delle uscite attuali: tra i pezzi che più mi hanno colpito vi segnalo l’heavy solido ed articolato di “When Hope Dies”, la trascinante ed evocativa “Spiritual Warfare” e la più massiccia “In A Cold World”, brano capace di ricordarmi musicalmente gli ultimi Helstar.
Decisamente ben suonato, “Dead Winter Sun” gode inoltre di una produzione piuttosto buona che dona la giusta dimensione ad ogni elemento nel sound dei Born Of Fire. Concludendo, la band dell’Arizona rilascia un buonissimo comeback album: non un capolavoro, ma un disco molto piacevole che, non essendo di rapidissima assimilazione, necessita di qualche passaggio in più per essere gustato fino in fondo.

Tracklist:

1. Dead Winter Sun
2. When Hope Dies
3. Last Goodbye
4. Cast The Last Stone
5. Speed Of Dark
6. Spiritual Warfare
7. Hollow Soul
8. Echoes Of The Lost
9. In A Cold World
10. Tears

Line-up:

Gordon Tittsworth – voce
Victor Morell – chitarra, tastiere
Bobby Chavez – chitarra, basso
Michael Wolff – basso
Steve Dorssom – batteria, percussioni

Sito ufficiale: www.bornoffireusa.com/index2.htm
Facebook: www.facebook.com/pages/Born-of-Fire/498173826897778
Etichetta Pure Steel Records – www.puresteel-records.com

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *